CAMPIONATO DI PROMOZIONE 2017/2018

CRONACA DELLA PARTITA


Ultima di Campionato per la Piccardo che al Tesauri di Traversetolo affronta il San Secondo. Partita che offre pochi spunti con i padroni di casa già promossi e in attesa di contendere la Coppa Italia di categoria al Medicina Fossatone (finale in programma sabato 12 sul campo di Rubiera) e ospiti già retrocessi. Mister Dall’Asta schiera Cavallini tra i pali, Opoku e Guareschi sugli esterni e la coppia Margini-Ferretti in mezzo alla difesa. Centrocampo che vede in cabina di regia Sessi con al fianco i giovani Tanzi e Musiari, attacco affidato a Tortora, Mantelli e Spadacini. In panchina prima apparizione per il classe 2001 Mihani. San Secondo che si presenta con Spaggiari tra i pali, Piovani e Schiazza al comandare la difesa, l’ex di turno Grillo al centro del campo e Pezzarossa, Allegri e Diallo in attacco. Monologo a tinte giallonero, al 4’ Spadacini servito per vie centrali, rientra sul difensore ma tira debolmente favorendo la parata del portiere. Ci provano poi a più riprese con le incursioni di Spadacini e Mantelli che seminano il panico in area avversaria senza trovare un compagno per l’ultimo tocco. All’11’ da azione da calcio d’angolo la palla dopo un batti e ribatti arriva a Guareschi ne approfitta e da due passi e trafigge Spaggiari per il vantaggio della Piccardo. Al 20’ punizione dal limite di Margini che esce di poco. Al 24’ palla a Spadacini che lascia a Musiari che calcia di prima intenzione, ma il rasoterra è poco angolato e il portiere blocca a terra. Due minuti dopo Tanzi sul taglio di Tortora che si libera con un sombrero del marcatore ma poi conclude troppo centrale. Al 32’ Mantelli in profondità per Tortora che prende il fondo e poi serve Spadacini lasciato solo al centro dell’area, il destro dell’attaccante beffa il portiere e Piovani nel disperato tentativo di respingere sulla linea e si infila in rete. Al 35’ uno-due Opoku-Tortora diagonale sul quale Spaggiari si distende a deviare in tuffo, poi sul proseguio dell’azione palla ancora a Tortora che stoppa di petto e tenta la volèe deviata in angolo da un difensore. Al 38’ si vede il San Secondo con un tiro di Zarotti dai 30 m che finisce fuori. Al 41’ Tortora dentro per Spadacini che conclude a lato da buona posizione. Durante l’intervallo il giusto tributo alla formazione Juniores fresca vincitrice del titolo regionale che sfila in campo tra gli applausi del pubblico. Secondo tempo con girandola di cambi ma che rispecchia il canovaccio della prima frazione. Al 6’ cross di Ferretti, Mantelli incrocia di testa ma colpisce il palo. Al 14’ Monteleone in area per Ferrarini, sinistro centrale. Al 16’ ci prova Grillo calciando in porta una punizione da posizione defilata, ma Cavallini blocca senza difficoltà. Al 21’ protagonista il giovane Mihani servito sulla destra scaglia un gran tiro che Spaggiari respinge di pugno. Al 22’ Dallaglio si presenta solo davanti al portiere ospite ma conclude incredibilmente a lato. Al 26’ punizione a 2 in area per il San Secondo, Grillo sulla barriera. Al 28’ Dallaglio sul taglio di Mihani, il sinistro del giovane giallonero è alto. Al 40’ Ferrarini ruba palla a metà campo e serve Mihani il cui tiro è alzato in angolo dall’estremo san secondino. Al 42’ arriva la terza marcatura per la Piccardo con Mihani in versione assist-man per Dallaglio che supera Spaggiari con un pregevole pallonetto. Piccardo che chiude il campionato al secondo posto e con la difesa meno battuta. Da segnalare l’esordio del giovane Mihani, attaccante di belle speranze della formazione Allievi. Ora testa alla finale di Coppa Italia, ultimo importante appuntamento di una fin qui bellissima stagione! 


33^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Dopo il turno infrasettimanale coinciso con la vittoria sul Fabbrico che ha garantito alla Piccardo l’approdo in finale di Coppa Italia e la certezza della promozione in Eccellenza, i gialloneri si riaffacciano in campionato per affrontare gli ultimi due turni e provare a guadagnare posizioni in classifica. Contro il Noceto Mister Dall’Asta deve rinunciare a Dallaglio per il riacutizzarsi di un problema alla coscia e concede un turno di riposo ad Attolini, vero mattatore delle semifinali di Coppa. In porta Cavallini prende il posto di Reggiani, davanti a lui difesa a 4 con Ferretti, Margini, Santurro e Guareschi, a centrocampo agiscono Tortora, Sessi, Tanzi e Pioli, mentre in attacco Spadacini terminale offensivo con Mantelli ad agire alle sue spalle. Padroni di casa con Menta tra i pali, Ferri e Molinari in mezzo alla difesa, Jibril a dirigere le operazioni a centrocampo con l’aiuto di Partelli e Selloum, l’ex Di Maio al centro dell’attacco con a supporto Biondi e Guarini. Partita dai ritmi lenti, pallino del gioco costantemente nelle mani della Piccardo che di tanto in tanto prova la giocata offensiva. Dopo un paio di traversoni velenosi di Tortora che non trova un compagno pronto a ribadire nella rete nocetana, la prima vera occasione però al 17’ per i padroni di casa sugli sviluppi di una punizione con Molinari che svetta di testa ma conclude a lato. Inizia poi il monologo giallonero che difettano però nell’ultimo passaggio o nella conclusione a rete. Al 25’ combinazione Mantelli-Spadacini con Menta bravo a chiudere in uscita bassa sull’attaccante ospite. Al 26’ Spadacini fuori per Pioli il cui tiro dai 25 metri viene deviato in angolo. Dall’angolo Santurro manca l’ultimo tocco a rete da distanza ravvicinata. Al 43’ Mantelli filtrante per Spadacini a liberarlo davanti al portiere di casa che è reattivo a bloccare a terra il diagonale a botta sicura. Nell’intervallo entra Attolini per Tortora non in perfette condizioni fisiche e l’attaccante ci mette poco a rendersi pericoloso. Al 4’ Attolini liberato da Spadacini affronta Menta che lo atterra commettendo fallo da rigore. Sul dischetto va Pioli che spiazza Menta ma colpisce il palo. Appuntamento col vantaggio rimandato solo di pochi minuti quando al 12’ Mantelli dalla destra pesca Attolini bravo a liberarsi della marcatura di Ferri, a stoppare palla e a freddare Menta da due passi. La Piccardo acquisito il vantaggio amministra la gara concedendo poco agli avversari che 16’ arrivano dalle parti di Cavallini con un tiro/cross di Biondi che sorvola la traversa. Al 39’ Attolini prova a restituire il favore a Mantelli appoggiandogli una palla all’indietro per una comoda conclusione dal limite sulla quale Menta deve distendersi alla sua sinistra per bloccare. Al 45’ arriva il pareggio del Noceto per un rigore concesso dall’arbitro per un intervento di Ferrarini su Biondi sugli sviluppi di una punizione dalla trequarti. Lo stesso Biondi va sul dischetto e trasforma calciando forte sotto la traversa regalando un insperato pareggio ai padroni di casa.


32^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Caldo estivo al Tesauri di Traversetolo che ospita la sfida tra i padroni di casa della Piccardo Traversetolo a caccia del secondo posto in classifica ed i biancoblu della Medesanese bisognosi di punti per provare ad evitare lo spauracchio play-out. Terreno in buone condizioni e buona presenza di pubblico. Mister Dall’Asta, che deve rinunciare a Ferretti ed Opoku appiedati dal giudice sportivo, schiera una collaudata difesa a 4 nella quale fa il suo rientro il classe 2000 Sana sulla destra, a sinistra Guareschi e coppia centrale Margini-Santurro. A centrocampo insieme a Pioli confermati Tortora e Tanzi dopo la buona prestazione di domenica scorsa, mentre in attacco rientra Attolini dopo il turno di squalifica a far coppia con Spadacini, Mantelli agisce alle loro spalle. Dallaglio reduce da un infortunio fa rientro in panchina. Ospiti che devono fare a meno del capitano Guasti squalificato, mister Benedetto schiera un 4-1-3-2 con Orzi e Barilli sulle fasce, Bruno Messineo e Barbarini centrali, a centrocampo Cucchi con Giuseppe Messineo, Ruffini ad innescare Dede e Andrea Guida. Partita dal ritmo basso, la Piccardo prova a sviluppare gioco, mentre la Medesanese prova a sfruttare l’abilità di Ruffini nei calci da fermo e la velocità di Dede. Al 3’ Ruffini calcia una punizione dalla destra, Didiba si inserisce di testa, ma contrastato colpisce debolmente con palla centrale. Al 7’ Attolini scarica per Mantelli il cui diagonale rasoterra dal limite esce di poco alla sinistra di Esposito. Al 10’ angolo di Tanzi dalla destra, palla tagliata che per poco non trae in inganno il portiere ospite bravo a recuperare la posizione e a deviare nuovamente in angolo. Al 12’ cross di Tanzi dalla sinistra, Attolini sale in cielo a deviare di testa con la palla che sorvola la traversa. Al 17’ si vede Dede che ci prova dai 25 metri, palla larga. Al 26’ Ruffini innesca Cucchi centralmente anche grazie a un rimpallo, il tiro dal limite è deviato in angolo. Al 28’ schema su punizione per la Piccardo, Pioli allarga a sinistra per Guareschi in mezzo per il colpo di testa di Spadacini, palla sul fondo. Al 34’ azione avvolgente di Guareschi, cross per Tortora che mette giù di petto e trova Spadacini, appoggio per Attolini che a porta aperta calcia a lato. Al 40’ percussione di Guareschi che entra in area dalla sinistra e col destro fulmina Esposito sul suo palo per il gol del vantaggio giallonero. Nella ripresa girandola di cambi, il ritmo cala, la Piccardo ha qualche buona occasione per raddoppiare, mentre il Medesano rimasto in 10 al 17’ per una frase di troppo detta da Guida al direttore di gara, prova a pareggiare la partita creando alcune situazioni  con il portiere di casa che sbriga l’ordinaria amministrazione. Al 2’punizione di Tanzi dalla destra, Tortora rimette in mezzo di testa trovando un rimpallo di un difensore sul quale Esposito si supera per deviare in angolo. Al 5’ angolo di Ruffini, Bruno Messineo a centro area riesce a colpire una palla che si stampa sulla traversa. Al 17’ Dede va via sulla destra e centra, la difesa libera sui piedi di Didiba che chiude il tiro e non centra la porta. Al 27’ Dallaglio intercetta palla a centrocampo e smarca Mantelli che solo davanti ad Esposito gli calcia addosso. Al 34’ Dede dal limite, ma Reggiani blocca a terra. Al 47’ sugli sviluppi di una punizione calciata da Ruffini, il neoentrato Mendi ha la possibilità di calciare a rete, ma l’esterno destro finisce lontano dai pali. La Piccardo conquista 3 punti con il minimo sforzo e ora si concentra sul ritorno di Coppa di mercoledì contro il Fabbrico che potrebbe valere una stagione.



31^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Dopo l’importante vittoria di mercoledì sul campo del Fabbrico in Coppa Italia, la Piccardo si rituffa in campionato per affrontare il Gotico Garibaldina in trasferta a Piacenza. Mister  Dall’Asta deve rinunciare ad Attolini squalificato e Dallaglio per infortunio, Spadacini uscito malconcio dall’impegno di Coppa si accomoda in panchina. Attacco quindi da reinventare con terminale offensivo il giovane classe 2000 Kulluri alle spalle del quale agisce Mantelli. In difesa davanti a Reggiani linea a 4 Opoku, Santurro, Ferretti, Guareschi, a centrocampo agiscono Tortora, Sessi, Tanzi e Pioli. Padroni di casa senza lo squalificato Spreafico schierano il giovane Pietra e Carini in mezzo alla difesa, Dosi a destra e l’esperto Nani a sinistra, Dosi, Messeri a centrocampo, Cremona supportato da Bongiorni in attacco con Moschetti sulla trequarti. Volpe non al meglio va in panchina. Campo in buone condizioni, la Piccardo domina il primo tempo e ci prova già al 2’ con un tiro dalla lunga distanza di Pioli che Anelli blocca in due tempi. Dopo il predominio del gioco la Piccardo passa meritatamente in vantaggio al 21’ con una azione avvolgente che si sviluppa dalla destra, palla al centro per Tanzi che allarga a sinistra per Guareschi che si incunea in area e batte Anelli con un forte diagonale rasoterra di sinistro che colpisce il palo e si insacca in rete. Alla metà del primo tempo la fase migliore della Piccardo che al 25’ con Tortora pesca Kulluri nella profondità, il giovane attaccante giallonero salta Anelli in uscita e calcia a rete, ma un difensore riesce a recuperare e a deviare in angolo. Al 26’ Pioli mette in mezzo da destra, Mantelli appostato sul secondo palo colpisce di testa da due passi con Anelli che di istinto alza in angolo. Sull’azione conseguente altro cross dalla destra di Tortora sul quale Kulluri si avvita di testa in tuffo e manda alto di un soffio. Al 33’ punzione dalla destra di Pioli, Tanzi a centro area alza di sinistro sopra la traversa. La ripresa segue la falsa riga del primo tempo con gli ospiti padroni del campo; al 3’ cambio campo di Tanzi per Tortora che mette un invitante pallone dalla destra sul quale Mantelli da due passi e a botta sicura colpisce troppo debolmente e Anelli d’istinto riesce a deviare in angolo. All’11’ un angolo dalla destra di Pioli è respinto dalla difesa, Kulluri dal limite mette giù di petto e colpisce di pieno collo con Anelli che vola a deviare alla sua destra. Al 17’ l’arbitro espelle Ferretti per un intervento in scivolata a metà campo, difensore giallonero al primo fallo. In inferiorità numerica la Piccardo si chiude bene e prova a colpire con veloci ripartenze. Il Gotico ci prova senza troppa convinzione facendo denità a centro area. Al 27’ tiro di Cremona dai 20 metri centrale. Al 33’ ospiti pericolosi con una azione personale di Guareschi bravo a pescare Kulluri a centro area dalla sinistra, il sinistro di prima intenzione è però centrale. Al 35’ un batti e ribatti in area Piccardo è sbrogliato in angolo dalla difesa. Al 39’ un tiro senza troppe pretese di Orrù finisce lontano dai pali. Al 40’ l’arbitro ristabilisce la parità numerica sventolando il secondo giallo a Pietra reo di un fallo su Musiari. Al 44’ lo stesso Musiari parte da metà campo e salta 3 avversari prima di presentarsi davanti ad Anelli e colpire un clamoroso palo. Vittoria meritata della Piccardo contro un avversario mai veramente pericoloso.


30^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Dopo la sfortunata sconfitta infrasettimanale patita in quel di Castel Sangiovanni contro il Fontana Audax, arriva al Tesauri la Langhiranese bisognosa di punti. Per la Piccardo debutto dal primo minuto del giovane Zaravaroni classe 2000. Dopo una prima fase di studio al 5’ minuto Zavaroni sulla ¾ è bravo a rubare palla e servire Spadaccini che riesce a mettere al centro ma la difesa ospite riesce a spazzare. Al 10’ minuto Margini dalla ¾ mette dentro una palla interessante che Colluri mette di poco a lato ma era tutto fermo per fuori gioco, primo intervento dubbio del guardalinee. Prima occasione per la Langhiranese arriva con una punizione di Rispoli 12’ minuto ben respinta da Reggiani . Al 18’ minuto sul primo calcio d’angolo per i padroni di casa Tanzi mette una bella palla a giro sul primo palo ma Pagani riesce a respingere. Al 22’ minuto arriva  il goal, Kulluri è bravissimo ad anticipare il portiere ospite in uscita e appoggiare in rete, 1 a 0 Piccardo . La prima frazione di gioco si conclude con una conclusione alle stelle del n°4 ospite Kone. La ripresa del secondo tempo si apre con la prima decisione arbitrale alquanto dubbia, Mercadanti punta Margini prima di entrare in area cade a terra e l’arbitro assegna una punizione dal limite e da li parte un parapiglia della panchina ospite con il guardalinee e nello stupore generale l’arbitro assegna il calcio di rigore tornando sui suoi passi. Tazzioli si presenta sul dischetto e batte Reggiani sulla sua dx al 5’ minuto. I padroni di casa non si perdono d’animo e all’11’ minuto Margini dal limite calcio alto su una punizione ben conquistata da Kolluri . Al 13’ minuto mischia in area ospite ma la difesa riesce a spazzare con affanno . Kone al 18’ minuto stende Zavaroni ben lanciato sulla fascia sugli sviluppi della punizione Ferretti di testa mette di poco a lato . La partita con il passare dei minuti diventa sempre più nervosa per colpa di una direzione arbitrale non sempre lineare . Al 30’ minuto grande parata di Reggiani su conclusione di Tazzioli ma il gioco era fermo. I padroni di casa provano fino all’ultimo a conquistare il bottino pieno ma il tridente giallo nero non riesce a battere il portiere ospite e la partita termina con il risultato di 1 – 1 .


26^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Recupero infrasettimanale della 26^ giornata di Campionato, la Piccardo ritorna in campo dopo la trasferta vittoriosa di Marzolara che le ha permesso di accorciare le distanze con la vetta. i gialloneri affrontano ancora una trasferta, questa volta a Castel San Giovanni per in contrare la Fontana Audax, formazione piacentina reduce da buoni risultati ma ancora invischiata nella lotta play-out e quindi desiderosa di far punti. Mister Dall’Asta conferma 10 undicesimi della formazione che venerdì si è imposta sul Marzolara confermando il giovane Monteleone sull’out sinistro (Guareschi recupera dall’influenza ma va in panchina), Opoku a destra con coppia centrale Margini-Santurro. Cemtrocampo a tre Pioli, Sessi e Musiari, in attacco Spadacini rileva Mantelli al fianco di Dallaglio e Attolini. Piacentini in formazione collaudata con Mazzini e Hajrullai a comandare la difesa, Vercesi e il giovane Gjoka a centrocampo e speranze di marcatura affidate alla coppia Zanaboni-Oppedisano. Parte bene la Piccardo che prende il comando del gioco e si rende pericolosa a più riprese. Al 9’ primo episodio controverso della serata che vede protagonista l’arbitro: Dallaglio ruba il tempo alla difesa e viene steso da un difensore al limite mentre era lanciato a rete. L’arbitro concede il calcio di rigore, ma poi mentre Pioli era già sul dischetto viene richiamato dal guardalinee e giustamente ritorna sui suoi passi e posiziona la palla al limite senza però mostrare nemmeno il giallo al difensore piacentino. Punizione dal limite che Dallaglio non sfrutta al meglio calciando sulla barriera. Al 17’ Dallaglio va via sulla sinistra, rientra sul destro e tenta il tiro a giro sul quale Rebecchi interviene in tuffo, Spadacini va sulla respinta, ma Rebecchi di piede respinge in angolo. Al 27’ un cross di Spadacini in area è deviato di mano da un difensore, ma questa volta il guardalinee non è di aiuto all’arbitro che lascia correre tra le proteste ospiti. Al 29’ Attolini produce una accelerazione partendo dalla metà e saltando 3 avversari ma poi entrato in area calcia addosso a Rebecchi che devia di piede. Al 40’ ancora Attolini che aggancia una palla complicata in area e poi calcia con Rebecchi che ci mette ancora il piede a respingere.Al 46’ Tortora entrato per Dallaglio smarca Spadacini che dal limite lascia partire un rasoterra sul quale l’estremo difensore piacentino respinge ancora di piede. Primo tempo a senso unico con una buona Piccardo che ha solo il demerito di non far fruttare le diverse occasioni avute. Nella ripresa al 7’ un bel traversone di Pioli non trova la deviazione volante di Attolini a centro area ben contrastato da un difensore. Al 10’ arriva la doccia gelata, Fontana che si affaccia per la prima volta in area Piccardo e segna: Zanaboni crossa dalla sinistra, palla che raggiunge Oppedisano lasciato solo in area che di testa batte Reggiani. La Piccardo accusa il colpo e 3 minuti dopo capitola ancora, Battaglino dalla destra butta in mezzo una palla che la difesa giallonera non riesce a liberare, Gjoka è il più lesto di tutti e infila ancora Reggiani. Al 22’ Sessi perde palla sulla trequarti e concede la conclusione a Zanaboni che però spara a lato. La Piccardo nonostante lo svntaggio ritorna a giocare e  a creare occasioni: al 3’ angolo dalla sinistra calciato da Tanzi, Kulluri colpisce bene di testa ad incrociare ma colpisce il palo, sulla ribattuta va Spadacini che finisce a terra a 2 passi dalla riga di porta ma l’arbitro lascia giocare. Al 38’ Attolini aggancia in area piccola, si gira e calcia ma Rebecchi coi piedi è insuperabile e repinge. Un minuto dopo è la volta di Spadacini concludere a rete, ma Rebecchi respinge ancora. Al 45’ una spizzata di testa di Attolini libera Spadacini che salta Rebecchi e tira, ma questa volta è un difensore a salvare sulla linea, poi il portiere riesce a recuperare sul tentativo di ribattuta di Attolini. Partita stregata comunque ben giocata dalla Piccardo che perde Dallaglio dopo venti minuti e che non riesce a capitalizzare le tante occasioni al contrario degli avversari, che invece segnano due reti nelle due uniche occasioni avute.


28^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Recupero della 28^ giornata di Campionato rinviata per impraticabilità del campo di Marzolara, la Piccardo affronta i padroni di casa in un turno serale pre-pasquale che le potrebbe consentire di avvicinare a soli 2 punti la vetta del girone. Mister Dall’Asta recupera dopo la squalifica capitan Margini al centro della difesa a far coppia con Santurro, sulle fasce Opoku e il giovane classe 2000 Monteleone che prende il posto di Guareschi alle prese con un attacco influenzale. Centrocampo con Pioli a dirigere le operazioni affiancato dalla coppia Musiari-Sessi; in attacco tridente Mantelli, Dallaglio, Attolini. Padroni di casa senza gli squalificati Boga e De Rinaldis, con Colacicco tra i pali, l’esperto Peri a comandare la difesa e l’ex Poka in attacco per provare a scardinare la difesa giallonera con l’aiuto del giovane Bruschi. Buon avvio del Marzolara che nei primi minuti conquista tre calci d’angolo consecutivi senza creare particolari problemi alla retroguardia ospite, al 5’ però è la Piccardo con Dallaglio servito da un lancio lungo di Santurro a impegnare a terra Colacicco. Al 18’ ancora Dallaglio entra in area dalla sinistra e calcia un diagonale sul quale Colacicco è ancora attento. Al 21’ si vedono i padroni di casa con Bortone che serve in area Adorni che calcia alto. Al 34’ la Piccardo sblocca la partita con una bella azione in velocità iniziata da Dallaglio che premia la profondità di Sessi smarcandolo davanti al portiere, il centrocampista giallonero veste i panni di assist-man servendo su un piatto d’argento la palla a Mantelli che stoppa e conclude a rete beffando il tentativo di recupero di un difensore. il vantaggio dura però solo pochi minuti, al 43’ i padroni di casa si fanno pericolosi da una punizione calciata in area a pescare Bortone che nel traffico conclude a rete trovando la respinta in angolo di Reggiani, poi dall’angolo Ceruti è bravo a prendere il tempo al marcatore e a concludere in rete da due passi. La Piccardo non ci sta e sul finire del tempo costruisce una buona occasione grazie a Mantelli che si invola sulla destra e mette in mezzo un forte rasoterra sul quale Dallaglio non arriva per un soffio. Nella ripresa la Piccardo entra col il piglio della grande squadra e dopo il brivido iniziale con Adorni che sfrutta una dubbia posizione iniziale per colpire la parte alta della traversa con un bel diagonale di destro, inizia a prendere campo e macinare un buon gioco. Al 5’ Mantelli conclude dal limite ma il forte diagonale esce sul fondo. Al 9’ Opoku ruba palla sulla trequarti del Marzolara e serve Mantelli bravo a pescare Attolini appostato sul secondo palo per la deviazione a fil di palo che vale il nuovo vantaggio per i gialloneri di mister Dall’Asta. Al 13’ ci prova Pioli con un gran tiro dai 30 metri che risulta però centrale, due minuti dopo ancora Pioli servito da Mantelli che questa volta colpisce il palo alla destra di Colacicco con un preciso rasoterra dal limite. Al 16’ punizione di Pioli dalla destra sulla quale si avventa Attolini, ma la conclusione volante verso la porta è debole e centrale. Al 17’ un preciso di Opoku dalla destra è perfetto per il colpo di testa di Dallaglio che non lascia scampo a Colacicco e porta a 3 le marcature per la Piccardo. Avanti di due gol i gialloneri comprensibilmente rallentano il ritmo indiavolato di inizio ripresa e il Marzolara prova a rifarsi sotto affidandosi ai lanci lunghi per Poka e Ceruti, spostato in attacco per sfruttarne l’abilità nei colpi di testa. Al 19’ Poka si fa largo col fisico poi però conclude debolmente dal limite. Al 31’ Peri colpisce di testa da un angolo battuto dalla sinistra e impegna Reggiani alla difficile parata in tuffo. Dall’angolo che ne consegue la palla viene ributtata in area Piccardo e Bruschi si esibisce in una bella rovesciata sulla quale Reggiani compie un gran intervento negando la gioia del gol al giovane attaccante biancoblu. Al 38’ Tortora agisce su una azione di rimessa, si libera di Ciucciarelli e conclude verso la porta impegnando Colaccio che devia in tuffo il diagonale. Il forcing finale dei padroni non dà frutti e dopo 5 minuti di recupero la Piccardo può festeggiare una importante vittoria che la avvicina alla vetta del campionato ora distante solo 2 punti!


29^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Dopo la sosta forzata a causa del rinvio della partita di Marzolara, la Piccardo si ripresenta tra le mura amiche del “Tesauri” di Traversetolo per affrontare la Viarolese formazione reduce da tre sconfitte consecutive e scivolata nelle zone calde della classifica. Per provare a mantenersi agganciati al duo di testa mister Dall’Asta si affida al giovane Cavallini in porta, linea a 4 difensiva orfana di capitan Margini squalificato e composta da Opoku, Santurro, Ferretti e Guareschi, centrocampo ed attacco confermati rispetto alla gara vittoriosa col Colorno con Pioli, Sessi e Musiari e tridente offensivo Attolini, Dallaglio e Spadacini. Viarolese che deve rinunciare per squalifica a Camara e Barusi, recupera Marcobello in porta, Canzian e Scortanu al centro della difesa, Pescosta in mezzo al campo con Ghidoni e Lavezzini, in attacco Frigeri coi giovani Pagano e Cavalli. Gialloneri con il lutto al braccio, prima dell’inizio della gara si osserva un minuto di raccoglimento per la recente scomparsa di Ginetto Mari, indimenticato presidente dell’AC Traversetolo. Primo tempo scialbo e povero di emozioni, la Viarolese ci prova in ripartenza innescando la velocità di Pagano che al 5’ prende d’infilata la difesa di casa ma poi finisce a terra tra le proteste. Al 7’ azione manovrata in velocità della Piccardo con Dallaglio che apre per Spadacini la cui conclusione sul primo palo trova la deviazione in angolo del portiere ospite. Al 35’ slalom di Attolini che entra in area dalla destra, palla a Dallaglio che nel cuore dell’area calcia alto da buona posizione. Al 38’ Bottarelli ci prova dai 30 metri con palla alta sulla traversa. Allo scadere del tempo Attolini spizza di testa in area per Sapdacini che difende palla spalle alla porta, ne nasce un batti e ribatti con Dallglio che ha l’occasione di calciare a rete da ottima posizione ma la palla finisce alta. Nella ripresa pronti via e la Piccardo passa in vantaggio, Sessi allarga per Opoku che mette in mezzo dalla destra, la difesa libera male, Spadacini riprende e serve a centro area Musiari che di piatto destro mette in fondo alla rete. Al 9’ Pagano va via sulla destra a due difensori, palla in mezzo che attraversa tutta l’area senza che nessuno intervenga. Un minuto dopo Attolini ruba palla e allarga per Dallaglio che chiude il triangolo, il tiro di prima intenzione è alto. Al 19’ Ghidoni ci prova su punizione, palla alta. Al 21’ ripartenza veloce della Piccardo con Attolini che lancia Dallaglio anticipato da Marcobello in uscita. Al 22’ angolo dalla destra di Pioli, Attolini a centro area calcia al volo di destro, tiro centrale che non sorprende Marcobello. Al 43’ Ghidoni raccoglie una palla vagante in area e calcia a lato da posizione defilata. Dopo 4 di recupero la Piccardo porta a casa una importante vittoria che le permette di accorciare le distanze con il duo che guida la classifica.



25^ GIORNATA


24^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Trasferta sul difficile campo del Carignano reso insidioso dalla pioggia caduta per tutta la gara. Padroni di casa in striscia positiva con 2 vittorie consecutive dopo l’avvicendamento sulla panchina. Piccardo reduce dalla vittoria sul Monticelli che ha consentito di accorciare le distanze con la vetta della classifica. Mister Dall’Asta si affida alla coppia Santurro-Ferretti al centro della difesa, sulla sinistra Guareschi e a destra il giovane Sana. In mezzo al campo l’ex Pioli a dirigere le operazioni con Sessi e Tanzi preferito a Musiari. In attacco i gialloneri mischiano le carte e propongono, insieme a Attolini, Dallaglio e Spadacini che nel turno precedente con il loro ingresso hanno ben impressionato. Carignano con Dessena tra i pali, difesa collaudato con Graziano e Manicone, l’ex Tognoni e Batchouo in mezzo al campo e attacco diretto dall’esperto Fiordelmondo con i giovani Volponi e Vuka. Parte subito forte la Piccardo che pronti via mette subito una palla pericolosa in area, ma Spadacini non riesce ad approfittare del buco difensivo di Graziano. Al 10’ sponda di Attolini per Spadacini che allarga sulla sinistra per Dallaglio, il tiro di destro sorvola la traversa. Due minuti dopo Dallaglio salta tre difensori e calcia di destro con la palla che ecsce di poco. Al 19’ l’ex Tognoni è costretto a lasciare il campo per un problema muscolare. Il Carignano a metà frazione vive un buon momento e ci prova al 22’ con Vuka che sfrutta un buco sulla destra difensiva giallonera per andare a rete, ma viene fermato in fuorigioco. Al 24’ sponda di Volponi per Fiodelmondo il cui rasoterra dal limite è centrale e non impegna Reggiani. Al 34’ Fiordelmondo ci prova su punizione dal limite, ma Reggiani è reattivo e respinge la conclusione. Al 42’ azione magistrale della Piccardo: Tanzi allarga sulla sinistra per Guareschi che guadagnato il fondo mette in mezzo un perfetto traversone sul quale Attolini svetta di testa schiacciando la palla in rete per il vantaggio ospite. Il Carignano non ci sta e prova subito la reazione, ma il rasoterra sul primo palo di Vuka trova la deviazione di piede di Reggiani. Primo giocato a viso aperto, con la Piccardo che prova a manovrare nonostante il terreno di gioco non in perfette condizioni e i padroni di casa che si affidano ai lanci lunghi ed alle giocate di Fiordelmondo. Nella ripresa parte ancora forte la squadra di mister Dall’Asta nel tentativo di chiudere la contesa. Al 1’ Dallaglio se ne va sulla sinistra, palla in mezzo all’area per Spadacini che tenta una difficile deviazione di tacco, poi la difesa riesce a liberare. Al 3’ gli sforzi sono ripagati quando Attolini dalla destra mette in mezzo un forte rasoterra sul quale irrompe Dallaglio che al volo calcia sotto la traversa per il radoppio della Piccardo. Gialloneri che ora sembrano poter dilagare reclamano per un rigore non concesso per atterramento di Sessi, padroni di casa che appaiono in evidente affanno. All’8’ Graziano liscia la palla a centrocampo e concede campo aperto a Dallaglio che si invola verso l’area, l’ultimo controllo è però difettoso e favorisce la chiusura di Dessena in uscita. Al 17’ Tanzi ruba palla sulla trequarti e serve Dallaglio il cui tiro è deviato e per poco non si infila in rete. Al 19’ Attolini pesca Spadacini solo in area che a tu per tu con Dessena si lascia ipnotizzare dall’estremo di casa e gli calcia addosso. Al 25’ Dallaglio lancia Spadacini che si presenta ancora davanti a Dessena senza riuscire a bucarlo con il tentativo di tocco sotto. Sul finale di tempo la Piccardo cala il ritmo e il Carignano prova almeno a riaprire la partita. Al 27’ angolo dalla sinistra, Batchouo svetta a centro area e impegna Reggiani bravo a distendersi alla sua destra e a riuscire a deviare in angolo. Al 32’ da una punizione calciata in area da Lucchini si accende una mischia che Comani conclude con una puntata che non centra la porta. Al 39’ il neoentrato Martinez se ne va sulla destra, cross per Dallaglio che appoggia per l’accorrente Sessi il cui piatto destro è centrale. La Piccardo esce con i tre punti e con una prestazione convincente dal difficile campo di Carignano tenendo il passo delle due antagoniste per la vittoria del campionato.


23^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


La Piccardo si ripresenta davanti al proprio pubblico per provare a ripartire dopo le sconfitte incassate nelle due ultime giornate. Ospite il Monticelli penultimo in classifica che però dopo gli innesti del mercato dicembrino sta provando a risalire la china. Mister Dall’Asta schiera i gialloneri con il consueto 4-3-3, recupera il giovane Sana sulla corsia destra, affida l’out mancino a Guareschi, mentre al centro fanno coppia Santurro e capitan Margini. A centrocampo turno di riposo per Sessi, insieme a Pioli agiscono Musiari e Tortora. Tridente d’attacco formato da Attolini, Martinez e Mantelli. Ospiti che propongono un 5-3-2 difensivo con l’esperto Bolzoni tra i pali, Fisicaro arretrato in difesa e coppia di attacco Cornali-Faelli. Prima del fischio di inizio il Presidente Scrinzi rende il doveroso omaggio a Santurro e Guareschi che hanno tagliato il prestigioso traguardo delle 100 presenze in maglia Piccardo premiandoli con targa e maglia ricordo. La Piccardo prova sin dall’avvio a premere sull’acceleratore per scardinare l’assetto difensivo degli ospiti e nel giro di un minuto, tra il 5’ e il 6’ confeziona due clamorose palle gol: dapprima Mantelli allarga sulla sinistra per Martinez che produce una accelerazione bruciante e lascia partire un forte diagonale rasoterra che Bolzoni smanaccia respingendo a centro area dove Attolini si incarta e non riesce nel più facile dei tap-in, poi Martinez crossa dalla sinistra, Mantelli è veloce ad anticipare il marcatore ma al momento viene chiuso, palla a Tortora in area piccola che non riesce a concludere. Al 13’ Martinez per Guareschi, cross immediato a liberare Attolini che non riesce nella deviazione di volo a porta spalancata. Al 22’ ci prova Tortora sugli sviluppi di un angolo dalla destra, ma il tiro dal limite è di poco alto. Al 32’ il Monticelli prova ad alleggerire la pressione con un tiro senza pretese di Landini che finisce alto. Al 34’ Mantelli pennella un cross a tagliare l’area sul quale Martinez taglia verso la porta ma non riesce a trovare la deviazione in porta. Al 42’ si fa pericoloso il Monticelli, da una azione sulla destra difensiva giallonera Reggiani anticipa Faelli in uscita a terra. Nella ripresa stesso copione, Monticelli che si difende e Piccardo che ci prova, anche se con il passare del tempo con meno forza rispetto inizio partita. In avvio di tempo, al 3’, Mantelli può colpire la retroguardia termale presentandosi solo davanti al portiere, ma gli tira addosso. Al 5’ buona punizione dal limite per gli ospiti che Cornali calcia centrale. Al 32’ altra conclusione centrale di Paini sugli sviluppi di un calcio da fermo. Dall’Asta prova a rimescolare le carte in attacco e inserisce Dallaglio e Spadacini per Martinez e Mantelli. I cambi danno nuova forza agli attacchi gialloneri, al 35’ Attolini per Spadacini che dal limite si gira e tira colpendo un clamoroso palo interno. Al 37’ Guareschi atterrato in area, l’arbitro assegna il rigore alla Piccardo che Pioli trasforma con freddezza spiazzando Bolzoni. Dopo il meritato vantaggio la Piccardo ci prova al 39’ con Guareschi che serve Atollini il cui traversone attraversa tutto lo specchio della porta senza che nessuno riesca ad intervenire. Un minuto dopo Spadacini al culmine di una buona azione personale in area, si libera del difensore e batte sul primo palo il portiere ospite. Vittoria sofferta, ma meritata che rilancia la Piccardo a contatto con Felino e Colorno che nel turno odierno hanno rispettivamente perso e pareggiato.


22^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Reduce dalla prima sconfitta della stagione la Piccardo prova a ripartire dal difficile campo del Montecchio. Mister Dall’Asta deve rinunciare a Sana per un problema alla caviglia destra e schiera il classe ’99 Cavallini in porta, sulla sinistra Guareschi e a destra Opoku. Difesa completata dalla coppia centrale Ferretti-Santurro. In mezzo al campo Pioli a dirigere le operazioni con Musiari e Sessi a supporto. Trio d’attacco con Dallaglio, Attolini e Martinez all’esordio dal primo minuto in campionato. Padroni di casa con l’esperto Artich tra i pali, Malpeli a comandare la difesa e attacco con Rabitti, Bedogni e Gualtieri. Campo molto pesante a causa delle precipitazioni dei giorni scorsi. La Piccardo protagonista di un buon primo tempo dove spreca diverse situazioni per indirizzare la gara sui binari della vittoria, Montecchio aggressivo a metà campo che prova a sfruttare le veloci ripartenze. Al 6’ Bedogni ci prova dalla distanza ma il tiro finisce lontano dai pali difesi da Cavallini. Un minuto dopo risponde la Piccardo con una buona trama a centrocampo, il cross di Opoku dalla sinistra è perfetto sui piedi di Attolini che stoppa a seguire in mezzo all’area reggiana, dribbla Malpeli ma poi calcia malamente da ottima posizione. All’ 8’ Lusetti si inserisce nella difesa ospite e calcia in diagonale senza impensierire Cavallini che blocca a terra. Al 9’ Opoku a scavalcare la difesa per l’inserimento di Dallaglio che da posizione defilata calcia un forte diagonale che attraversa lo specchio della porta e si spegne sul fondo con Martinez che non arriva alla deviazione in scivolata per un soffio. Al 15’ angolo dalla destra calciato da Martinez, Santurro irrompe in area e impatta al volo di piatto destro mandando però alto. Alla mezz’ora Rabitti ci prova da fuori ma il tiro è centrale. Al 31’ buona combinazione Sessi filtrante in area per Martinez con l’attaccante giallonero che mette in mezzo una palla che taglia fuori Artich e danza davanti alla linea della porta senza che nessuno riesca ad intervenire, poi la difesa libera. Al 39’ Gualtieri si impossessa della palla a centrocampo, poi giunto ai 30 m tenta il gran tiro che finisce alto. La ripresa è più avara di emozioni, la Piccardo prova a costruire azioni pericolose, ma col passare del tempo la difesa ordinata dei padroni di casa si fa più efficace. Pronti via e Attolini libera Sessi sulla destra, il cross è deviato pericolosamente da Ravanetti verso la propria porta con la palla per poco non beffa Artich. Al 17’ Sessi serve il movimento tra le linee di Marinez, il diagonale rasoterra è parato in 2 tempi da Artich. Al 40’ l’episodio che risolve la partita: Rabitti mette in area una punizione tagliata dalla destra sulla quale Gualtieri in tuffo riesce in mischia ad anticipare il suo marcatore e a mettere alle spalle di Cavallini. La Piccardo nonostante il poco tempo prova a reagire, ma si capisce che non è giornata quando un minuto dopo aver subito il gol Santurro non riesce ad agganciare a 2 passi dalla porta un traversone dalla destra. Nel forcing finale ci prova Martinez il cui rasoterra è però preda di Artich. Momento negativo per i gialloneri che pagano forse un leggero appannamento fisico nella ripresa, ma vengono puniti da una disattenzione su un calcio da fermo contro un avversario apparso in salute e bravo a sfruttare nel finale l’occasione avuta.


21^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Scontro al vertice oggi al “Tesauri” di Traversetolo, la Piccardo prima in classifica affronta il Felino staccato di sole due lunghezze. Mister Dall’Asta ripropone la formazione uscita vittoriosa domenica scorsa dal difficile campo del Borgo San Donnino con capitan Margini e Santurro coppia centrale, Guareschi e Opoku sulle fasce. Pioli, Sessi e Musiari a centrocampo, tridente di attacco composto da Dallaglio, Mantelli ed il giovane classe 2000 Kulluri. Ferretti recupera dall’influenza e si accomoda in panchina assieme a Attolini ed al neoacquisto Martinez a segno mercoledì sera nella vittoriosa gara di Coppa. Ospiti orfani di mister Pioli, il nuovo allenatore Garulli non stravolge la formazione: gli ex Mancini e D’Urso sono della partita così come l’ex pro Potenza e Mezgour in attacco. La Piccardo prova a fare la partita e il Felino gioca sotto la linea della palla e lancia lungo per Mezgour, questo il leitmotiv della gara. Al 6’ su angolo battuto dalla destra da Potenza, Curti incorna di testa e colpisce la traversa. All’11’ Santurro sbaglia una palla in uscita dalla sua area, Potenza si invola verso l’area e centra per Mezgour, che disturbato da Margini spara alto. Al 12’ Mantelli fa viaggiare Opoku sulla destra che mette un forte traversone sul quale Kulluri finta liberando Dallaglio il cui tentativo a rete è rimpallato da un difensore. Al 16’ Dallaglio dalla destrta, Curti incoccia la palla con un braccio, l’arbitro fischia il calcio di rigore che Pioli trasforma nonostante il disperato tentativo di Terenzio. Al 19’ angolo dalla destra per la Piccardo, Santurro anticipa tutti di testa e costringe Terenzio alla gran parata, sulla ribattuta Dallaglio è pescato in fuorigioco. Al 31’ il Felino ci prova con le palle alte sulle quali la difesa giallo nera va in sofferenza, senza sortire però alcun effetto. Al 33’ Lauriola tira dai 25 m, centrale. Nella ripresa al 4’ Potenza ci prova su punizione, ma Reggiani respinge. Al 5’ il Felino pareggia: Candio si impossessa di una palla all’altezza della bandierina del calcio d’angolo mette in mezzo, Mezgour non riesce a colpire, ma la palla giunge a Potenza che all’altezza del secondo palo trafigge Reggiani. Al 17’ su un cross di Potenza l’arbitro fischia il rigore per un presunto tocco di mano di Pioli, Lauriola trasforma. La Piccardo ci prova anche con gli inserimenti di Martinez e Attolini. Al 25’ Guareschi dalla sinistra, Attolini anticipa tutti ma di sinistro colpisce il palo. Nonostante il forcing finale la Piccardo non riesce a pareggiare e rimedia la prima sconfitta in campionato in un partita decisa dagli episodi.


20^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Trasferta al “Francani” di Salsomaggiore per la Piccardo, avversario il Borgo San Donnino che all’andata ha imposto il pareggio ai gialloneri con una doppietta di bomber Montali. Mister Dall’Asta non rischia il giovane Sana reduce da un acciacco muscolare e perde Ferretti causa influenza, sulla sinistra Guareschi rientra dalla squalifica. Difesa completata da Opoku a destra e dalla collaudata coppia centrale Margini-Santurro. In mezzo al campo Pioli a dirigere le operazioni con Musiari e Sessi a supporto. Trio d’attacco con i confermati Dallaglio e Mantelli ed il classe 2000 Kulluri terminale offensivo. Borgo San Donnino con capitan Spanu tra i pali, Giordani e Marchignoli in difesa, il recuperato Ibrahimi in mezzo al campo e Montali a provare a ripetere la prestazione dell’andata. Primo tempo nel quale le due compagini provano a giocarsi le loro carte a viso aperto, Borgo non preciso in fase di finalizzazione e Piccardo cinica e brava a capitalizzare le occasioni avute. Al 3’ una punizione di Pellegrini impegna Raggiani che si distende e devia a terra. Al 7’ la Piccardo passa alla prima occasione: palla dentro per Dallaglio che tenta l’imbucata per Sessi, la difesa anticipa ma libera sui piedi di Kulluri che dal limite piazza un potente e preciso collo destro che non lascia scampo a Spanu. Il giovane centravanti giallonero mette così a segno la quarta rete del suo campionato. Al 17’ la Piccardo potrebbe raddoppiare con Mantelli che si impossessa di una carambola in area fidentina e poi serve l’accorrente Musiari che però calcia alto da ottima posizione. Al 23’ il Borgo San Donnino sfrutta una veloce ripartenza da un calcio d’angolo ribattuto dalla propria difesa, lancio lungo per Donati che in velocità salta Musiari e poi serve a centro area Montali che però spreca tutto mandando a lato. Al 26’ Orlandi entra in area dalla destra e conclude verso la porta giallonera, Reggiani riesce a smanacciare il diagonale che però raggiunge Pellegrini, il tiro viene passa tra una selva di gambe ma viene deviato quel tanto che basta per incocciare sul palo, poi Margini allontana la minaccia calciando in angolo. Allo scoccare della mezz’ora di gioco la Piccardo dopo lo scampato pericolo raddoppia: Mantelli filtrante per Musiari che si incunea in area e giunto davanti a Spanu lo batte con un preciso tiro a giro sul palo lungo. Nonostante il doppio vantaggio la Piccardo in chiusura di tempo soffre quando al 39’ sugli sviluppi di un angolo dalla destra Ibrahimi è lasciato solo a colpire di testa, ma Guareschi respinge sulla linea. Un minuto dopo punizione di Barbarini che scavalca la barriera e impegna Reggiani che riesce ad impedire la rete con l’aiuto del palo. Nella ripresa la Piccardo prova a chiudere la gara sin dall’avvio quando Dallaglio pesca Kulluri solo a centro area, ma la conclusione di testa non centra lo specchio della porta. All’11’ sono invece i padroni di casa a riaprire la partita: una punizione sulla trequarti viene battuta velocemente per Barbarini che appena entrato in area indovina il gran diagonale che si insacca sotto l’incrocio dei pali. La Piccardo soffre e il Borgo ci crede impegnando la retroguardia giallonera con calci lunghi ad innescare Montali che ingaggia una dura lotta con Margini e Santurro. Al 27’ Pellegrini al limite serve in area Montali che riesce a girarsi, ma il rasoterra è debole e centrale. Bertani inserisce Soregaroli e lo manda in area a dare manforte a Montali, ma la difesa giallonera riesce a contenere gli assalti fidentini. Al 43’ si esaurisce la carica dei padroni di casa che rimangono in 10 per l’espulsione per doppia ammonizione di Billone. La Piccardo può respirare e prova qualche sortita in avanti come al 45’ quando Pioli servito da Opoku calcia verso la porta di Spanu con la palla che esce di poco a lato. Vittoria importantissima ottenuta soffrendo contro una formazione ben organizzata che sa sfruttare al meglio le proprie doti. Complice il pareggio del Felino in casa contro il Marzolara, la Piccardo si prepara al turno di Coppa Italia di mercoledì ed al big match di domenica prossima solitaria in vetta. 


19^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Dopo il pareggio di Castel San Giovanni la Piccardo rientra sul campo di casa del “Tesauri” di Traversetolo per affrontare la Biancazzurra di Sorbolo reduce da due vittorie consecutive. Mister Dall’Asta perde Guareschi per squalifica, ma recupera Pioli a giostrare a centrocampo. In difesa sulla sinistra fa il suo esordio in campionato dal primo minuto il giovane classe 2000 Monteleone, prodotto del vivaio giallonero. Sulla destra Opoku sostituisce l’acciaccato Sana, mentre al centro fanno coppia Santurro e Ferretti. Insieme a Pioli centrocampo completato da Sessi e Musiari; con Attolini assente, tridente d’attacco formato da Spadacini, Dallaglio e Mantelli. Ospiti che propongono l’esperto Fava tra i pali, in difesa Fabris e Pesci, sulla trequarti il giovane ex Lupica ed attacco formato da Pasquariello e Pozzi. Saccani non al meglio va in panchina. Inizio gara con i padroni di casa gialloneri a prendere il comando delle operazioni e a provare a manovrare allargando il gioco sulle fasce per poi innescare il terminale offensivo Spadacini. In un paio di occasioni i traversoni non raggiungono per poco gli avanti di casa, con il portiere ospite attento in uscita. Al 18’ da una punizione sulla trequarti Reggiani esce male con Pasquariello che rimette la palla a centro area, ma la difesa libera. Al 22’ Mantelli, buona la sua prestazione, mette in mezzo per il taglio di Dallaglio sul primo palo, ma la palla è a lato. Al 25’ azione contestata sul vertice destro dell’area sorbolese: Musiari viene messo a terra ma ne arbitro ne guardalinee vedono nulla. Al 34’ una azione avvolgente della Piccardo si sviluppa da sinistra a destra, Sessi all’indietro per l’accorrente Pioli che tenta la volée di prima intenzione, alto sulla traversa. Al 36’ Piccardo in vantaggio: Sessi libera Mantelli il cui break a metà campo è irresistibile, palla sulla destra per Opoku, traversone basso sul quale irrompe Dallaglio a centro area che di destra gela Fava che non può intervenire. Al 39’ Biancazzurra pericolosa con un uno-due Luopica per Pozzi il cui tiro a giro scheggia il palo alla sinistra di Reggiani. Al 44’ Sessi allarga per Opoku il cui cross pesca Mantelli che si avvita di testa e scheggia l’incrocio dei pali. La ripresa offre lo stesso canovaccio del primo tempo, al 3’ Monteleone sfonda a sinistra, il cross pesca Spadacini che libera Dallaglio il cui diagonale da posizione defilata impegna Fava a terra, poi la difesa libera. Al 6’ ancora Dallaglio si libera dal limite ma poi calcia a lato. Al 9’ Dallaglio va via a sinistra, in mezzo per Spadacini che serve Mantelli il cui rasoterra è però centrale. La Piccardo cala il ritmo e la Biancazzurra prova a dare il tutto per tutto alla ricerca del pareggio. Al 23’ il neoentrato Saccani mette in mezzo una punizione velenosa sulla quale Reggiani non è perfetto in uscita, poi Pasquariello calcia alto. Al 29’ Lupica si libera al limite e calcia rasoterra che Reggiani blocca a terra. Al 34’ con la Biancazzura riversata in avanti per un calcio d’angolo, Tortora pesca Dallaglio che innesca Kulluri che giunto davanti a Fava lo batte con un preciso rasoterra. Nel recupero Dallaglio servito in area calcia addosso a Fava. Vittoria meritata della Piccardo che fornisce una buona prova di carattere e riparte dopo il pareggio con la Castellana riagganciando in vetta un Felino che pareggia nel recupero a Brescello.


18^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Prima di ritorno, la Piccardo sale al “Soressi” di Castel San Giovanni per affrontare i padroni di casa della Castellana già battuti a domicilio nell’andata dei quarti di Coppa. Mister DallAsta deve fa fronte alla squalifica di Pioli che sostituisce con il rientrante Sessi, centrocampo completato da Musiari e dall’arrivo dicembrino Tortora. In difesa, davanti a Reggiani schiera Margini e Santurro con Guareschi sull’out sinistro e il giovane Sana sulla destra. In attacco tridente formato da Attolini, Dallaglio e Spadacini. Piacentini con Mauri e Losi in difesa ed attacco affidato a Annarumma, Sartori e D’Aniello. Piccardo lenta ed imprecisa in avvio che non riesce a sviluppare trame di gioco, meglio la Castellana in fase di impostazione. Al 9’ Attolini svetta a centro area su un traversone dalla sinistra, ma la spizzata di testa finisce larga alla sinistra dei pali difesi da Lucini. Al 14’ si vede il giovane Sartori che si accentra dalla destra, poi un rimpallo libera Bertelli che conclude alto. Metà della prima frazione di gioca combattuta soprattutto a centrocampo con squadre poco pericolose sotto porta. Al 34’ Attolini vede Tortora libero sulla destra, il cross tagliatissimo supera l’estremo difensore piacentino e raggiunge Guareschi sul palo opposto che apre il piattone al volo, ma spedisce alto. Cinque minuti dopo la Castellana manda un pallone in area sul quale si libera di testa Annarumma spedendo però lontano dai pali di Reggiani. Al 42’ la partita si sblocca grazie ad una iniziativa di Guareschi che si sbarazza di Sartori e mette a centro area un traversone sul quale Tortora fa da sponda per Dallaglio che di testa ribatte in rete per il vantaggio giallonero. Nel recupero del primo tempo D’Aniello calcia alto dal limite sugli sviluppi di uno schema da calcio d’angolo. La Piccardo va al riposo in vantaggio pur non brillando in fase di possesso, ma rendendosi più pericolosa all’interno dell’area di rigore. Nella ripresa Tortora all’8’ ha una buona palla al limite, prova il tiro a giro ma spedisce a lato. La Castellana prova a spingere alla ricerca del pareggio e crea alcuni pericoli in area giallonera senza mai riuscire però a concludere verso Reggiani: al 19’ il neoentrato Zarbano fa un velo in area su un cross dalla sinistra senza che nessuno riesca a intervenire, al 21’ è Bertelli a svirgolare un buon pallone e al 26’ Scotti scende sulla destra mettendo in mezzo una palla sulla quale ancora Bertelli viene chiuso in area. Nel mezzo però una ripartenza ficcante della Piccardo conclusa in rete da Spadacini viene fermata per un dubbio fuorigioco di Attolini. Al 27’ altro episodio in area traversetolese: sugli sviluppi di un angolo la palla carambola su un braccio di Guareschi e per l’arbitro è rigore. Se ne incarica Zarbano che manda a fil di palo spiazzando Reggiani. Nel finale forcing sterile della Piccardo con la Castellana che pare accontentarsi del pareggio. Prima gara dopo la sosta che coincide con una prestazione sotto tono per gli uomini di mister Dall’Asta contro una buona Castellana che, rigore a parte, non arriva comunque mai ad impensierire Reggiani. Pareggio sostanzialmente giusto, anche se le decisioni arbitrali probabilmente non hanno favorito i gialloneri.



17^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Ultima giornata del girone di andata, la Piccarco scende al “Del Grosso” di San Secondo dove con una vittoria si laurerebbe campione d’inverno. Mister Dall’Asta schiera Cavallini in porta, Opoku e Guareschi sugli esterni, mentre Santurro, dopo avere scontato il turno di squalifica, torna a far coppia con capitan Margini al centro della difesa. A centrocampo Ferrarini sostituisce l’acciaccato Sessi, Sapadacini nel tridente d’attacco con Dallaglio e Attolini. San Secondo dei tanti ex presenta Schiaretti al centro della difesa, Grillo a giostrare a centrocampo insieme a Ciccotto, mentre le speranze di perforare la difesa giallonere sono affidate a Orrero. Un tiepido sole prova a riscaldare la prima frazione di gioco nella quale la Piccardo scende in campo con il giusto piglio intenzionata a mettere subito al sicuro il risultato. Supremazia nel gioco mai in discussione per gli uomini di mister Dall’Asta che dall’alto di un evidente divario tecnico schiacciano nella loro metà campo i padroni di casa sin dalle prime battute. Pronti e via, neanche un minuto sul cronometro e Spadacini libera Dallaglio che solo davanti al portiere calcia malamente a lato. Al 9’ ci riprova Dallaglio con una punizione dal limite che Spaggiari si riesce a respingere tuffandosi alla sua destra. Al 13’ il risultato si sblocca, Margini esce palla al piede dalla propria trequarti e poi serve un assist al bacio per Dallaglio che stavolta azzecca il diagonale vincente di sinistro non lasciando scampo a Spaggiari. Al 20’ Guareschi scende sulla sinistra e mette un forte traversone rasoterra, velo di Attolini a centro area a smarcare Ferrarini il cui piatto destro da ottima posizione risulta però troppo centrale. Al 25’ Dallaglio vede l’inserimento di Guareschi che salta netto Piro e si presenta davanti a Spaggiari che è bravo a deviargli in angolo il sinistro sul primo palo. Al 36’ break di Attolini che si libera magistralmente al limite, ma poi si fa parare la conclusione dal portiere di casa, riprende Dallaglio il cui tiro è rimpallato da un difensore a centro area, ci prova anche Spadacini, ma il tiro è ancora deviato dalla difesa, la palla giunge ancora ad Attolini che calcia a botta sicura, ma Spaggiari è prodigioso a respingere, ma poi si deve arrendere sulla nuova conclusione di Attolini che stavolta alza e angola la parabola infilando in rete sotto la traversa. All’intervallo gara virtualmente chiusa con i gialloneri che hanno lasciato poco campo agli avversari che non sono riusciti mai ad affacciarsi dalle parti di Cavallini. Nella ripresa girandola di cambi, Piccardo in controllo e risultato che si aggiorna al 18’ quando Opoku liberato da Spadacini mette in mezzo una palla invitante sulla qualle irrompe Attolini che di prima intenzione calcia di forza sotto la traversa non lasciando scampo a Spaggiari. Al 42’ Cavallini giustifica la sua presenza deviando in angolo il primo e unico tiro nello specchio della porta dei padroni di casa ad opera di Ciccotto. La Piccardo conclude il girone di andata in testa alla classifica con una vittoria mai in discussione. Squadra imbattuta, miglior difesa e secondo miglior attacco, solo un gol in meno del Colorno, questi i numeri di una buona prima parte di campionato.


16^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Dopo la caparbia vittoria di Medesano, ultima casalinga per la Piccardo che al “Tesauri” di Traversetolo affronta il Noceto, squadra che staziona stabilmente nei piani alti della classifica. Diversi problemi di formazione per Mister Dall’Asta, che sostituisce lo squalificato Santurro con il rientrante Margini, mentre Sana non recupera e cede il posto sull’out di destra a Spagnoli all’esordio dal primo minuto. Non è della partita nemmeno Sessi uscito malconcio dal campo del Medesano, il suo posto a centrocampo è preso dall’ultimo arrivato Tortora che fa così il suo esordio in giallonero. In attacco Mantelli si affianca ad Attolini e Dallaglio. Noceto con Menta tra i pali, Ferri a comandare la difesa e l’ex Di Maio al centro dell’attacco. Nonostante il freddo pungente la Piccardo prova a riscaldare il tifo locale in tribuna e si getta all’arrembaggio sin dai primi minuti. Al 7’ Guareschi va via sulla sinsitra, rientra e mette un invitante pallone di destro in mezzo all’area nocetana dove Attolini ben appostato colpisce di testa impegnando Menta alla difficile parata, poi il portiere ospite è bravo a fare sua la sfera anticipando il tap-in dello stesso Attolini. Al 9’ si fa vedere Di Maio che prova ad alleggerire la pressione giallonera con un rasoterra centrale che non impensierisce Reggiani. Al 14’ una ingenuità di Ogliari che difende palla sulla linea di fondo ma se la soffiare da Attolini, servizio al bacio per l’accorrente Dallaglio che di destro piazza il diagonale vincente che porta in vantaggio la Piccardo. Un minuto dopo una disattenzione della retroguardia giallonera libera Partelli al tiro, ma Reggiani di piede mette in angolo. Al 16’ Ferretti lancia Musiari che prende d’infilata la difesa nocetana e supera Menta con un pallonetto, ma Ferri riesce a recuperare e libera spazzando l’area. Al 17’ Mantelli va via a Ogliari e mette un forte diagonale rasoterra che taglia tutta l’area senza che nessuno riesca a ribadire in rete. Al 20’ altro tiro dalla lunga distanza di Jibril, ma la palla è centrale. Al 29’ Mantelli serve Attolini che si presenta davanti a Menta che lo stende, ma l’arbitro tra le proteste lascia correre. Al 34’ Mbersi si invola sulla sinistra e mette in mezzo dove Di Maio favorito da un rimpallo impegna Reggiani che si rifugia in angolo. La Piccardo chiude in vantaggio un vibrante primo tempo. Nella ripresa i gialloneri provano a comandare il gioco dando l’impressione di potere affondare il colpo; al 6’ Musiari dalla sinistra mette al centro per Attolini che però apre troppo il piatto destro e manda a lato. Il Noceto prova ad affacciarsi nella trequarti avversaria ma gli attacchi sono ben controllati dalla difesa di casa e agli ospiti non resta che tentare con conclusioni dalla distanza che non impensieriscono Reggiani. La Piccardo sfruttando la vena di Dallaglio invece si presenta pericolosamente al tiro in diverse occasioni mancando però della necessaria freddezza sotto porta. Al 20’ Dallaglio sfrutta una veloce ripartenza e serve Mantelli il cui tiro dal limite è però fuori misura. Al 25’ ancora Dallaglio questa volta vede il taglio di Attolini e lo serve, il 9 giallonero rientra sul sinistro e calcia alto da buona posizione. Al 38’ Guarini servito sulla sinistra tenta il tiro ma sparaccia alto. Al 42’ finalmente la Piccardo concretizza la supremazia in campo e raddoppia grazie al neoentrato Spadacini che servito da Dallaglio si aggiusta la palla sul sinistro e batte Menta con un preciso tocco di piatto. Vittoria meritata della Piccardo che si conferma in testa alla classifica in coabitazione con il Felino quando manca una sola giornata al termine del girone di andata. Domenica prossima la Piccardo sarà in trasferta a San Secondo per cercare di conquistare gli ultimi 3 punti dell’anno prima della meritata sosta Natalizia.


15^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Si torna in campo dopo la bella affermazione esterna in Coppa sul campo della Castellana. La Piccardo scende a Medesano contro una formazione neopromossa che ha saputo consolidarsi al quinto posto in classifica. Mister Dall’Asta deve rinunciare a capitan Margini che deve scontare l’ultimo turno di squalifica e si affida alla coppia centrale Santurro-Ferretti. Sulla fascia difensiva sinistra recupera Guareschi. A centrocampo turno di riposo per Musiari, Tanzi si affianca a Sessi e Pioli. In attacco Spadacini, 3 gol nelle ultime due partite, si guadagna il posto nel tridente con Attolini e Dallaglio. Padroni di casa con difesa collaudata guidata da capitan Guasti, il beniamino di casa Ruffini a giostrare il gioco e il positivo Dede spauracchio offensivo.

Parte bene la Piccardo, che nonostante il campo non in perfette condizioni prova a fare la partita e già al 1’ va al tiro con Pioli dai 25 m, ma la conclusione è centrale. Al 3’ prima grande occasione per i gialloneri e primo legno di giornata: punizione di Pioli Dallaglio con perfetto tempismo gira di testa, ma la palla incoccia sul palo alla sinistra di Esposito che immobile non può fare altro che stare a guardare. Gol sbagliato, gol subito recita un vecchio adagio del calcio, ed alla prima occasione è la Medesanese a passare in vantaggio (8’), una palla rilanciata dalla metà campo di casa trova il buco a centrocampo di Guareschi che innesca il contropiede di Dede, che allarga a Metitiero bravo a trafiggere con precisione Reggiani in uscita disperata. La Piccardo non si perde d’animo e prova a riequilibrare la partita; al 12’ su un cross di Guareschi dalla sinistra, Barilli respinge addosso a Barbarini che per poco non infila la propria porta. Al 17’ uno-due Dede-Ruffini con conclusione centrale tra le braccia di Reggiani. Al 20’ esce il giovane Sana per un problema muscolare e fa il suo esordio il classe 2000 Spagnoli prodotto del vivaio traversetolese. Al 33’ altro legno per i gialloneri, intuizione di Spadacini che imbuca una palla con il contagiri per Dallaglio, la prima conclusione è ben parata di piede da Esposito, ci riprova Dallaglio sulla ribattuta con la palla che scheggia la traversa e esce. Il pareggio è solo rimandato di un minuto, corre il 34’ quando Dallaglio allarga sulla destra per Attolini che appena entrato in area scaglia un forte e preciso diagonale che fulmina Esposito e si spegne sotto l’incrocio dei pali. Buon primo tempo della Piccardo che oltre al gol coglie anche un palo e una traversa e va al riposo sul pareggio. Nella ripresa si fanno sentire le scorie del mercoledì di Coppa e complice il campo pesante la Piccardo accusa la fatica. Al 3’ un corto retropassaggio di Ferretti mette in gioco Dede che si presenta solo davanti a Reggiani bravo a respingergli la conclusione, il portiere giallonero poi si supera sulla ribattuta di Metitiero compiendo un vero miracolo respingendo di piede la conclusione a botta sicura. Al 19’ Musiari mette una palla a giro in area sulla quale nessuno interviene e quando sembra che il pallone sia destinato all’angolo basso interviene un difensore a liberare. Al 31’ punizione per la Medesanese dall’angolo destro dell’area, sulla palla va Ruffini che calcia forte e rasoterra, la palla trova la deviazione di Ferretti che spiazza Reggiani per il vantaggio dei padroni di casa. La Piccardo però trova ancora la forza di reagire: al 34’ Santurro rimette in mezzo una palla sugli sviluppi di una punzione, Spadacini controlla e tenta la rovesciata che colpisce la parte alta della traversa. Al 36’ ci prova un positivo Dede dai 25 m ma il tiro è largo. Al 39’ la Piccardo riacciuffa il pareggio: Spadacini lanciato da Musiari conclude verso la porta, Esposito riesce a respingere, ma la palla è preda di Dallaglio che a centro area si libera del tentativo disperato di un difensore e conclude in gol. L’equilibrio dura però poco e al 41’ è di nuovo la Medesanese a portarsi in vantaggio, uno scatenato Dede va via sulla destra e mette un forte rasoterra verso l’area sul quale si avventa Guida anticipando la difesa giallonera e toccando in rete da due passi. Al 44’ Guida se ne va sulla sinistra e mette in mezzo per Dede un pallone che grazie alla deviazione di Reggiani non giunge a destinazione. La Piccardo sembra alle corde e la sconfitta ormai inevitabile quando si giunge ad un rocambolesco ed infuocato recupero: al 46 si accende un batti e ribatti in area medesanese, la palla dopo una respinta del portiere giunge sui piedi di Attolini e stoppa e tira battendo Esposito e riagguantando ancora una volta il pareggio. Al 49’ Mantelli dalla destra mette in area un pallone sul quale Dallaglio anticipa tutta la difesa e mette in rete di destro per il vantaggio giallonero. Al 51’ poi è il neoentrato Mantelli lanciato da Ferrarini a battere Esposito con un preciso diagonale che tocca il palo e si adagia in rete. Piccardo dalle sete vite che riesce a recuperare tre volte lo svantaggio, che colpisce tre legni e che quando tutto ormai sembra volgere al termine, nel recupero infila tre reti in 5 minuti portando a casa una importantissima vittoria che la lancia al primo posto della classifica. Ancora due partite per questa lunga prima parte di stagione, in cui i gialloneri hanno triplicato gli sforzi dividendosi tra Coppa e Campionato, poi si potrà approfittare della sosta invernale per ricaricare le pile per ripartire più forte di prima alla conquista dei nostri obiettivi sportivi.


14^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


La Piccardo fa ritorno dopo tre trasferte consecutive tra le mura amiche del “Tesauri” di Traversetolo, avversaria la compagine piacentina del Gotico Garibaldina, squadra che presenta diversi elementi di valore ed esperienza. Mister Dall’Asta sostituisce lo squalificato Margini con Ferretti, recupera il giovane Sana sull’out di destra e completa la difesa con Santurro e Guareschi. Centrocampo giovane con Pioli a fare da chioccia alla coppia dei classe ’98 Tanzi-Musiari, mentre Sessi recupera in extremis per la panchina. In attacco tridente Attolini-Dallaglio-Spadacini nel quale i gialloneri ripongono le speranze di vittoria. Gotico con a centrocampo Volpe, Orrù e il giovane Bongiorni, Cremona riferimento in attacco. Campo pesante, partita combattuta a centrocampo e povera di emozioni in avvio, al 14’ la sblocca la Piccardo con una perfetta azione di Guareschi che guadagnato il fondo sulla sinistra mette un invitante pallone per Spadacini che solo a centro area si esibisce in una spettacolare sforbiciata di sinistro che si infila a fil di palo e lascia immobile il portiere ospite. Alla prima occasione la Piccardo passa in vantaggio e prende il comando del gioco. Al 21’ uno sbagliato disimpegno sulla trequarti favorisce Volpe che allarga per Moschetti ma la conclusione è sull’esterno della rete. Al 29’ Attolini si beve Carini sulla destra, poi mette un forte traversone rasoterra sul quale Spadacini manca di un nulla la deviazione sotto rete. Al 40’ Dallaglio va via sulla sinistra sul filo del fuorigioco, il cross rimpallato da un difensore impegna Anelli che recupera la posizione e mette in angolo con un colpo di reni. Al 43’ ripartenza veloce di Guareschi che arrivato al limite dell’area crossa trovando la deviazione di coscia di Maccagni che per poco non infila la sua rete. Dopo due minuti di recupero squadre negli spogliatoi con Piccardo in vantaggio ed in controllo della gara. Nella ripresa i gialloneri di mister Dall’Asta raddoppiano quasi subito; al 10’ Tanzi calcia un angolo dalla destra, Santurro schiaccia di testa e Attolini appostato sul secondo palo deposita la sfera in rete. Al 20’ terzo gol dei gialloneri, Spadacini ancora protagonista, si libera sulla destra e conclude a rete, Anelli può solo deviare e nulla può sulla ribattuta di Attolini che sigla la doppietta personale. Due minuti dopo una disattenzione su una palla in area stoppata da Spreafico, Sana va al contatto e l’arbitro concede il rigore tra le proteste dei padroni di casa. Sul dischetto va Cremona che spiazza Reggiani. Il Gotico sembra crederci e ci prova con alcune conclusioni che però non impensierisco un attento Reggiani, e al 37’ un indemoniato Spadacini soffia la palla a Pietra a centrocampo e si invola verso l’area avversaria freddando Anelli con un preciso piatto destro. Al 43’ il neoentrato Kulluri approfitta di uno scivolone di Pietra, allarga per Spadacini che l’accorrente Mantelli, il tiro è deviato in angolo da Maccagni. Buona prestazione dei gialloneri che grazie alle doppiette di Spadacini e Attolini batte il Gotico colpito alla prima occasione e poi affondato nella ripresa. Mercoledì di nuovo in campo, sarà la volta della Piccardo in terra piacentina, ospite della Castellana per l’andata dei quarti di finale di Coppa Italia.


13^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Terza trasferta in una settimana per la Piccardo, che dopo la vittoria di Viarolo ed il pareggio di Felino che è valso l’accesso ai quarti di Coppa scende al “Pertini” di Langhirano per affrontare i padroni di casa protagonisti di un ottimo avvio di campionato. Mister Dall’Asta con qualche problema di formazione complice il forfait di Sessi e le non perfette condizioni fisiche del giovane Sana, opta per Cavallini tra i pali, Tognoni in mezzo al campo e tridente d’attacco Mantelli-Attolini-Dallaglio. Langhirano con Tazzioli ed il giovane Rispoli in attacco a cercare di impensierire la difesa ospite. Comanda il gioco la Piccardo con gli ospiti a tentare lanci lunghi che il più delle volte si perdono sul fondo. Al 3’ Mantelli allarga per Tognoni il cui diagonale è respinto in angolo dal portiere di casa. Al5’ Mantelli steso in area, ma l’arbitro lascia correre.Al 6’ Santurro lascia una palla innocua sulla quale si inserisce Tazzioli, ma Cavallini è bravo a chiudere in angolo. Al 13’ ci prova Gennari ma la palla finisce lontano dai pali. Al 16’ l’arbitro vede una trattenuta in area di Tarasconi ai danni di Santurro sugli sviluppi di un angolo e concede la massima punizione che però Dallaglio si fa neutralizzare da Pagani. Al 43’ la doccia fredda, angolo concesso da Opoku, sullo schema Gennari indovina il diagonale sotto l’incrocio e porta in vantaggio i padroni di casa. Poi ci pensa capitan Margini a farsi cacciare per proteste. Fa tutto la Piccardo, gli episodi gli girano tutti male, Langhirano in vantaggio e secondo tempo in salita. Nella ripresa la Piccardo triplica gli sforzi per raggiungere il pareggio e raccoglie i frutti al 22’ quando Santurro risolve ribattendo in rete dopo un batti e ribatti in area sugli sviluppi di un cross di Guareschi. Subito dopo il difensore giallo nero deve lasciare il campo, Pioli passa difensore centrale. Al 26’ il neo entrato Tanzi calcia direttamente in porta un angolo dalla destra, ma Pagani recupera la posizione e devia. Nonostante le fatiche di Coppa, ci crede di più la Piccardo che nel recupero ha la grande occasione dopo un numero in area di Attolini, Spadacini calcia alto dal limite dell’area piccola. Gialloneri che non perdono nemmeno oggi e escono con un punto dal Pertini dopo una giornata “poco fortunata”. Domenica prossima si torna fra le mura amiche del Tesauri di Traversetolo per affrontare i piacentini del Gotico Garibaldina.


12^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


La Piccardo reduce dal pareggio con il Marzolara affronta in trasferta la Viarolese, squadra da non sottovalutare soprattutto sul campo di casa. Mister Dall’Asta, vista l’indisponibilità di Sana, si affida a Cavallini in porta e propone Opoku sulla fascia destra. Capitan Margini torna a far coppia con Santurro nel cuore della difesa giallonera, mentre in attacco Spadacini è preferito a Mantelli. Viarolese in formazione tipo con i temibili Frigeri e Camara in attacco a cercare di impensierire la difesa ospite. Parte bene la Piccardo che prende il comando del gioco, al 1’ una punizione battuta veloce libera Guareschi sulla sinistra, il traversone semina il panico nella difesa avversaria, ma Spadacini è anticipato in angolo al momento di concludere a rete. Al 7’ Badiali va via sulla destra e mette in mezzo una palla tagliata per Camara che batte di fisico Opoku e in tuffo incorna di testa una palla che colpisce il palo e finisce in gol. Colpiti a freddo i gialloneri provano la reazione all’8’ con Attolini che sugli sviluppi di un calcio d’angolo colpisce di testa ma la palla è centrale e Marcobello blocca a terra. Al 13’ ci prova Musiari dal limite, ma la palla è deviata in angolo. Angolo battuto da Pioli, Santurro svetta di testa ma la palla viene respinta da Barusi sulla linea a portiere battuto. Nel recupero Sessi ci prova dalla distanza, ma Marcobello blocca a terra. Dagli spogliatoi esce una Piccardo determinata che inizia il secondo tempo all’arrembaggio della porta avversaria e al 6’ raccoglie il giusto pareggio grazie ad una punizione dal limite calciata da Margini. Un minuto dopo un filtrante pesca Dallaglio in area, ma Marcobello è bravo a deviare in angolo la conclusione. All’8’ crollano le resistenze dei padroni di casa: Musiari prende palla da una rimessa laterale e serve Dallaglio, il fantasista giallonero lascia sul posto il marcatore e si accentra lasciando partire un tiro che trafigge Marcobello. Un uno-due micidiale che rimette in carreggiata gli uomini di mister Dall’Asta bravi a controllare i lanci lunghi e le ripartenze dei padroni di casa. Al 38’ Pugliese è bravo a sfruttare una sbavatura del centrocampo giallonero e scocca un tiro dai 25 m che complice una leggera deviazione bacia la parte alta della traversa e si spegne in angolo. Nonostante i tentativi dei padroni di casa è la Piccardo a sfiorare il terzo con Ferrari che al 44’ supera con un pallonetto Marcobello uscito sulla sua trequarti, ma il recupero di Donati evita la marcatura e concede il calcio d’angolo. Nel recupero è poi il neoentrato Mantelli ad impegnare Marcobello a terra con un diagonale dall’angolo destro dell’area di rigore. Vittoria di carattere per la Piccardo che sa imporsi in rimonta e con merito sul difficile campo di Viarolo. Mercoledì gialloneri di nuovo in campo per la Coppa Italia; in quel del Felino ci si giocherà l’accesso al prossimo turno contro la corazzata rossoblu.


11^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


9’ parata facile di Reggiani su tiro di Poka su ripartenza

12’ azione insistita sulla destra di Guareschi che serve Mantelli il cui tiro viene ribattuto

14’ calcio d’angolo per il marzolare che si conclude con un fallo in attacco

16’da azione da calcio d’angolo palla a Guarerschi che serve Dall’aglio che si accentra e calcia alto

18’ Azione personale di Attolini che si libera in area ma il suo tiro viene ribattuto dalla difesa

30’punizione dalla trequarti di Pioli trova sul palo di destra Santurro che di piatto insacca anticipando l’entrata dell’esterno avversario

38’punizione dal limite per il Marzolara dell’area sulla sinistra calcia Peri ma la palla finisce alta sulla traversa

45’Attolini prende palla sulla trequarti mette dentro per Dall’aglio che viene anticipato in estremis da Peri

50’lancio di Musiari per Mantelli che ha l’opportunita’ di puntare verso la porta ma la bandierina del guardialinee lo ferma in dubbio fuorigioco

58’tiro di Sassi da fuori controllato da Colacicco

60’sostituzione esce Mantelli entra Spadacini per Piccardo

68’Dall’aglio prende palla sulla trequarti salta il suo diretto avversario e serve Attolini che insacca ma inspiegabilmente il guardalinee segnala il fuorigioco

78’ punizione defilata per il Marzolara libera Guareschi la palla viene rimpallata dal centrocampo ospite in uscita alta di pugno respinge Reggiani

83’ errore della difesa del marzolara ne approfitta Spadacini che si inserisce sul retro passaggio errato e cerca il secondo palo ma la palla attraversa tutta l’area e finisce sul fondo

87’errore in disimpegno della difesa dopo una serie di carambole la palla arriva sui piedi del numero sette ospite che effettua il primo tiro della giornata della sua squadra verso la porta della Piccardo e insacca davanti ad un incredulo pubblico di casa 


10^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Turno infrasettimanale di campionato, la Piccardo scende al Morelli di Brescello per affrontare i padroni di casa dopo il bel successo di due giorni fa sul Fontana Audax. Mister Dall’Asta recupera il giovane classe 2000 Sana sulla fascia destra e sostituisce lo squalificato Dallaglio con Spadacini. Per il resto formazione tipo con Ferretti e Santurro coppia centrale, Guareschi a sinistra, il trio Sessi, Pioli, Musiari a metà campo e Attolini con Mantelli in attacco. Brescello che propone una formazione esperta e di qualità in cui spiccano Caiti e Coli in difesa, mentre a metà campo Urbano fa coppia con Benassi. Davanti Ouaden al centro dell’attacco con Maestrini ed il giovane Siciliano. Piccardo che prende subito il comando del gioco, al 6’ un bello schema su punizione libera Spadacini sulla destra, il traversone rasoterra è immediato e mette in difficoltà la difesa che libera in angolo con Bertoli. Al 13’ si fa pericoloso il Brescello un cross dalla destra di Boni è svirgolato da Santurro che impegna un reattivo Reggiani in angolo. Al 15’ Piccardo in vantaggio sugli sviluppi di un calcio d’angolo: palla in area dove si sviluppa un batti e ribatti, Spadacini tenta la rovesciata senza centrare la porta, sulla ribattuta va Santurro di testa a colpire la traversa, riprende poi Mantelli che ribadisce finalmente in rete. Piccardo in controllo, Brescello che tenta di pungere in contropiede senza rendersi mai veramente pericoloso. Al 34’ Spadacini va via a Bertoli sulla destra e mette in mezzo dove Attolini gira di destro verso la porta impegnando Oppici, sulla respinta va Mantelli, ma un difensore salva sulla linea. Cambio di fronte e una palla raggiunge Benassi a centro area, Santurro cerca di impedire di girarsi, il giocatore finisce a terra e l’arbitro fischia il rigore che Urbano trasforma spiazzando Reggiani. Padroni di casa che raggiungono il pareggio senza merito. Al 42’ ancora Piccardo con difesa reggiana in difficoltà: Attolini allarga per Spadacini che controlla e tira, Oppici è battuto ma Caiti ribatte sulla linea mandando in angolo. Dall’angolo battuto dalla sinistra da Pioli, Attolini svetta a centro area e ristabilisce le distanze. Al riposo Piccardo meritatamente in vantaggio. Brutto secondo tempo in cui i padroni di casa provano a pareggiare senza mai rendersi pericolosi dalle parti di Reggiani, al 35’ una punizione di Genova dalla destra attraversa tutta l’area senza che nessuno intervenga. Al 41’ Urbano tenta la voleé da fuori area mandando lontano dai pali gialloneri. Al 43’, senza strafare, la Piccardo allunga le distanze, Sessi contende palla a centrocampo e lancia la corsa di Guareschi sulla sinistra, il cross è perfetto per la testa di Attolini che in tuffo sigla la doppietta personale. Vittoria esterna per la Piccardo che continua la corsa affondando un Brescello volenteroso ma fragile alla distanza. Domenica di nuovo in campo, ospite al Tesauri di Traversetolo il Marzolara che ben ha impressionato in questo avvio di campionato.


9^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Dopo il pareggio di Colorno, la Piccardo si ripresenta sul campo di casa per affrontare il Fontana Audax, compagine piacentina di Castel San Giovanni che dopo un avvio difficoltoso ora veleggia a metà classifica. Mister Dall’Asta è costretto ad importanti variazioni in formazione a causa degli infortuni che hanno falcidiato i giovani della squadra e ripropone capitan Margini nel ruolo di terzino, mentre in attacco è Attolini a dover lasciare il posto al classe 2000 Kulluri, anche lui non in perfette condizioni perché reduce da un infortunio alla caviglia destra. Ospiti che propongono una formazione collaudata in cui spiccano gli attaccanti Zarbano e Muzzupappa. Partita condizionata dal forte vento che vede in avvio la Piccardo prendere il controllo del gioco; al 10’ Mantelli supera il marcatore con una grande azione personale e conclude in diagonale lambendo il palo. Al 12’ Gjoka si libera dal 25 m, ma il rasoterra è deviato in angolo da Reggiani che si allunga alla sua destra. Al 20’ gialloneri meritatamente in vantaggio, Dallaglio entra in area dalla sinistra, palla per Mantelli che rovescia verso la porta, Rebecchi smanaccia in area dove Kulluri ben appostato ribadisce in rete di destro. Gli ospiti tentano la reazione e al 22’ Muzzupappa tenta il tiro ma la conclusione è ciabattata e finisce fuori. In avvio di ripresa l’arbitro si erge a protagonista espellendo Bottini reo di aver dato una manata in faccia a Dallaglio finito a terra dopo un contrasto in area, poi decide di espellere lo stesso Dallaglio. In 10 la Piccardo soffre più del Fontana, al 5’ tiro di Visconti centrale che Reggiani blocca senza problemi. Al 18’ ci prova Hajrjllai ma la palla finisce lontano dai pali della Piccardo. Le occasioni migliori capitano però sui piedi dei giocatori di Dall’Asta, al 20’ grande azione di Musiari che con una serpentina in area si libera al tiro che scheggia il palo alla sinistra di Rebecchi. Al 29’ il neo entrato Attolini vince un rimpallo sulla trequarti e si presenta solo davanti a Rebecchi che gli respinge il piazzato rasoterra. Al 30’ punizione dal limite di Zanaboni che calcia alto. Al 35’ grande ripartenza di Attolini che passata la metà campo lancia Opoku che dai 30 m infila un pallonetto che Rebecchi può solo toccare senza evitare il raddoppio dei padroni di casa. Al 39’ ancora un super Attolini si produce in un coast to coast sull’out di sinistra, entra in area poi conclude a giro lambendo il palo. Importante vittoria della Piccardo che supera un avversario ostico e si mantiene agganciata al treno di testa. Nemmeno il tempo di respirare e mercoledì si tornerà di nuovo in campo per il turno infrasettimanale che ci vedrà opposti al Brescello con la speranza di recuperare qualcuno dei nostri giovani convalescenti.



8^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Ottava di campionato che propone il big-match tra la capolista Colorno ed i gialloneri di mister Dall’Asta, separate da solo due punti in classifica. Gara che si disputa sul campo sintetico  del centro sportivo di Colorno per scelta dei padroni di casa. Piccardo che conferma il tridente Dallaglio, Mantelli, Attolini e propone Ferretti a far coppia con Santurro nel cuore della difesa. Padroni di casa che si presentano con l’ossatura della squadra che ha disputato lo scorso Campionato di Eccellenza rinforzata dagli innesti di Pessagno, Del Porto e del giovane Contu. Partita combattuta in avvio soprattutto a metà campo, le due squadre provano si da subito a farsi male e a spostare l’equilibrio della gara. Subito dopo il fischio di avvio una fastidiosa pioggia inizia a scendere e a rendere scivoloso il campo. Al 1’ una punizione dal limite di Del Porto colpisce l’esterno della rete. Al 4’ risponde Sessi, tra i migliori in campo, che libera Attolini in area colornese, la punta giallo nera è perfetta nel controllo e nel tiro verso la porta dei padroni di casa, ma Bergamaschi si tuffa alla sua destra e riesce a deviare. Dopo l’avvio si fa preferire la Piccardo che prova a macinare gioco, ma le emozioni giungono solo da calcio da fermo. Al 12’ punizione di Pioli bloccata a terra dall’estremo di casa, al 15’ ci prova Bovi sempre su punizione, ma la palla è larga. Al 34’ punizione dal limite per la Piccardo di cui si incarica Dallaglio, palla che si stampa sul palo, nel batti e ribatti che ne consegue la palla finisce in rete ma l’arbitro annulla per una presunta carica su Caraffini. Sul ribaltamento di fronte un colpo di testa senza pretese di Del Porto coglie impreparata la difesa della Piccardo che pasticcia e alla fine è Sana a deviare nella propria rete. I gialloneri non si perdono però d’animo e pervengono subito al pareggio: è il 40’ quando Pioli si incarica di una punizione dai 30 m, la palla schizza sul sintetico e mette in difficoltà Bergamaschi che non è perfetto nella respinta e favorisce il tap-in di un attento Ferretti che sigla il pareggio. Due minuti più tardi grande azione di Attolini che serve Dallaglio in area, il tiro a giro del 10 giallonero si stampa sulla traversa. Primo tempo ben giocato dalla Piccardo che avrebbe meritato migliore fortuna. Nella ripresa le due squadre si equivalgono e provano con qualche conlusione dalla distanza. Al 17’ Ferretti mette una gran palla in area per Mantelli il cui tiro è ribattuto in angolo. Al 20’ gli ospiti passano meritatamente in vantaggio, cross perfetto di Guareschi per la testa di Attolini che si produce in un gran stacco e segna un gran gol. Al 25’ la Piccardo ha il colpo del ko con Dallaglio che si produce in una veloce ripartenza a campo aperto, ma si respingere in angolo la conclusione a rete dal portiere avversario. Al 27’ un cross di Bertoli viene respinto dalla difesa, riprende Lungu il cui rasoterra è però centrale. Al 29’ Bertoli è più preciso  dal fondo mette una palla che scavlca Reggiani e pesca Pessagno che insacca il pareggio di testa. La Piccardo accusa il colpo, ma i padroni di casa non riescono a fare male. A tempo scaduto (97’) da palla da fermo il Colorno segna in mischia a gioco fermo on il guardalinee che aveva sbandierato per fuorigioco. Le squadre continuano nella loro imbattibilità, la Piccardo reduce dal turno infrasettimanale di Coppa si produce in una ottima prova sul campo della capolista e ne esce a testa alta avendo probabilmente meritato la vittoria.



7^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Un caldo pomeriggio di metà ottobre accoglie la Piccardo tra le mura amiche del Tesauri di Traversetolo, avversario il Carignano reduce da tre pareggi consecutivi. Mister Dall’Asta inserisce a centrocampo Tognoni al posto di un acciaccato Sessi e Margini torna a far coppia con Santurro in mezzo alla difesa. Ospiti che rinunciano a Lombardi e Ferrato in mezzo al campo. Tanti gli ex tra le file della Piccardo, Pioli e Tognoni in mezzo al campo, Mantelli in attacco al fianco del confermato tandem Attolini-Dallaglio e Nardi che torna tra i convocati dopo un leggero problema muscolare. Parte forte la Piccardo che prova a fare la partita e mette più volte in difficoltà gli ospiti. Al 7’ Dallaglio mette in mezzo un forte rasoterra, Dessena in uscita bassa anticipa Attolini, la palla rimbalza su Mantelli e poi torna tra le braccia dell’estremo del Carignano. Al 10’ Mantelli inventa un bel filtrante per Tognoni che viene chiuso da un recupero disperato di un difensore. Al 15’ una ripartenza veloce della Piccardo  con Musiari che lancia Dallaglio in campo aperto, il diagonale è ben parato da Dessena, ma sulla ribattuta si avventa Attolini che viene atterrato da Manicone. L’arbitro decreta il calcio di rigore; si incarica della battuta Dallaglio che però non riesce a superare il portiere ospite che ribatte il tiro con il corpo. Nonostante il rigore sbagliato ed il forfait di Tognoni costretto a far fare gli straordinari a Sessi per un problema muscolare, la Piccardo non si perde d’animo e con Dallaglio impegna ancora Dessena bravo a deviare il rasoterra dell’attaccante giallonero (25’). Due minuti dopo azione manovrata con Attolini che gira sulla sinistra per l’accorrente Guareschi, il sinistro di prima intenzione finisce alto. Al 39’ Guareschi per Mantelli il cui destro al volo attraversa tutto lo specchio della porta senza che nessuno riesca a ribadire in rete. Al 43’ ancora Dallaglio che vede il taglio in area di Attolini e lo serve sulla corsa, Dessena in uscita bassa riesce ancora a sventare in angolo. Riassunto primo tempo: Piccardo-Dessena 0-0. Nella ripresa la partita diventa più brutta complice anche qualche fallo di troppo. Su uno di questi falli a metà campo su Dallaglio, al 7’ l’arbitro concede il vantaggio per Mantelli che si invola verso la difesa ospite, si sbarazza di Dessena e deposita in fondo alla rete eludendo il recupero di due difensori. Il Carignano prova la reazione e costringe sulla difensiva la Piccardo e ci prova coi lanci lunghi inserendo Pin Lombardi e Gratis, ma Reggiani gestisce senza problemi le folate avversarie. Al 12’ una veloce ripartenza libera Vucka il cui rasoterra è centrale tra le braccia di Reggiani. Al 16’ un altro lancio lungo per Guastalla che aggancia in area e tenta il sinistro che finisce alto. Al 39’ altro rasoterra di Vucka preda di Reggiani. Al 41’ la Piccardo raddoppia grazie ad una grande azione di Dallaglio sulla sinistra che si beve il difensore e mette in mezzo un forte un rasoterra sul quale Gratis devia nella propria rete nel tentativo disperato di anticipare Attolini. Buona vittoria per la Piccardo che la riavvicina alla vetta. Mercoledì si scenderà subito in campo, di nuovo al Tesauri, per l’importante sfida di Coppa Italia, avversario il Langhirano che ben ha impressionato in questo avvio di stagione.


6^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Fedele al vecchio adagio “squadra che vince non si cambia”, mister Dall’Asta si affida agli undici che domenica scorsa hanno strapazzato il Montecchio per provare a strappare la prima vittoria sul campo “Riva” di Monticelli (un pareggio ed una sconfitta negli ultimi due precedenti nel Campionato di Promozione). Confermato dunque il duo fantasia Dallaglio-Mantelli a far compagnia a bomber Attolini in attacco, Ferretti in mezzo alla difesa in coppia con Santurro ed i giovani Sana sull’out destro e Musiari a centrocampo. Padroni di casa che rinunciano a Tagliafierro e all’ex Stradi e si affidano a Sghia, Paini e Rampini per provare a scardinare la migliore difesa del campionato. In avvio di partita è la Piccardo a provare a fare gioco, ma le occasioni si concretizzano solo in due punizioni dal limite calciate sulla barriera prima da Dallaglio (5’) e poi da Pioli (10’). Al 18’ si accende Dallaglio, tra i più positivi della prima frazione, che prende il fondo su calcio d’angolo battuto corto da Pioli, il forte traversone non trova la deviazione di Attolini sotto porta, poi è Mantelli a non centrare i pali difesi da Bolzoni. Al 22’ Sghia ruba palla sulla trequarti a Pioli e tenta la conclusione immediata, la palla centrale è alzata in angolo da Reggiani. Risponde subito la Piccardo con una buona combinazione Attolini-Guareschi, il cross immediato è preda di Sessi che si avvita a centro area, ma il colpo di testa è centrale (23’). Un minuto dopo ancora Dallaglio che mette in mezzo per l’inserimento di Mantelli, altro colpo di testa tra le braccia di Bolzoni. Il gol per i gialloneri sembra nell’aria, al 28’ il solito Dallaglio pescato da Sessi al limite dell’area, rientra e lascia partire un preciso diagonale che non lascia scampa al portiere di casa. Al 34’ Dallaglio filtrante per Attolini che mette a sedere il marcatore, ma poi conclude addosso all’estremo di casa. Sul finire di tempo i padroni di casa reclamano per un fallo in area sul quale l’arbitro non prende nessuna decisione e salomonicamente manda tutti negli spogliatoi. Nell’intervallo Dall’Asta sostituisce Musiari con Tanzi, ed un più propositivo Monticelli prova a riequilibrare la partita senza arrivare ad impensierire un inoperoso Reggiani. A metà della ripresa una invenzione di Mantelli vale il raddoppio per i gialloneri: al 25’ rinvio di Bolzoni intercettato da Tanzi a centrocampo, palla all’attaccante della Piccardo che si invola verso l’area avversaria, il tiro dai 20 metri si infila sotto l’incorocio dei pali lasciando di sasso il portiere di casa. Complice il doppio vantaggio ed i cambi la Piccardo si riaccende ed in pieno controllo della gara prova ad arrotondare il punteggio. Al 27’ Dallaglio per il giovane Kulluri, cross dalla sinistra, ma Tognoni manda alto di testa. Al 29’ e al 33’ ci prova il neoentrato Spadacini prima servito da Opoku poi da Dallaglio, ma le conclusioni sono respinte da Bolzoni. Nel finale di gara brutta entrata di Baratta su Tanzi, che esce acciaccato dal campo, che gli vale il cartellino rosso. La Piccardo fa suoi i tre punti e si lancia all’inseguimento della capolista Colorno. 



5^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Quinta di campionato al Tesauri di Traversetolo, la Piccardo reduce dal pareggio a reti bianche di Felino affronta il Montecchio nel remake della serata di Coppa che ha visto i gialloneri traversetolesi passare il turno. Ospiti in formazione rimaneggiata che devono rinunciare anche al centrale Malpeli infortunatosi nel riscaldamento. Mister Dallasta affianca Mantelli a Attolini e Dallaglio in attacco e Ferretti a far coppia con Santurro al centro della difesa. La Piccardo parte subito forte e si affida a Dallaglio e Mantelli che appaiono sin da subito ispirati. Al 4’ Sessi serve Dallaglio che lancia Mantelli che prende il fondo sulla destra, il traversone rasoterra è preciso per l’inserimento di Attolini che colpisce a botta sicura, Artich può solo toccare, ma non riesce ad evitare la prima marcatura giallonera. Al 15’ azione personale di Capitani che si libera dal limite, la conclusione trova un reattivo Reggiani a deviare in angolo. Al 18’ Pioli filtrante per Dallaglio che si incunea in mezzo a due avversari ma poi calcia addosso ad Artich. Al 25’ azione da manuale della Piccardo che raddoppia: Sessi si libera con una finta sulla trequarti e serve Dallaglio nel cuore dell’area reggiana, l’attaccante giallonero di tacco mette Mantelli davanti al portiere, il destro è preciso e non lascia scampo all’estremo ospite. Al 32’ lancio di Santurro che prende d’infilata la difesa avversaria, Artich esce sulla sua trequarti, ma Dallaglio si infila tra i difensori reggiani e con un abile pallonetto mette a segno la terza rete per la Piccardo. Due minuti dopo è il solito Capitani per i reggiani che ci prova dal limite, il tiro a giro deviato impegna Reggiani che vola a deviare in angolo. Al 42’ Dallaglio va via sulla sinistra, sul cross Sessi arriva male di testa ma la palla raggiunge Attolini, il diagonale dal limite dell’area piccola impegna Artich in una difficile parata. Nella ripresa, in cui il ritmo inevitabilmente cala, è sempre la Piccardo a fare la partita. Al 26’ Opoku lancia Spadacini che tenta il diagonale dal limite, Artich respinge di piede. Al 31’ angolo dalla sinistra di Musiari, palla a Spadacini che impegna ancora Artich con un forte tiro. Al 36’ di nuovo i padroni di casa a muovere il tabellino, Spadacini vede il movimento del giovane Kulluri e lo serve, l’attaccante giallonero rimane freddo e batte Artich con un preciso piatto destro rasoterra. Piccardo in buona giornata che manda in rete 4 marcatori diversi come nella trasferta di Sorbolo. Da segnalare le buone prestazioni degli attaccanti gialloneri e la prima rete in categoria del classe 2000 Kulluri.


4^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Una buona Piccardo costringe al primo pareggio stagionale la capolista Felino. Mister Dall’Asta deve fare i conti con le defezioni di Tanzi, Monteleone e Nardi e con le non perfette condizioni di Sana, decide quindi per spostare Margini sulla fascia ed affiancare Ferretti a Santurro nel cuore della difesa giallonera. In attacco, esordio del giovane Kulluri al finco di Attolini. Felino in formazione tipo con la prima convocazione per l’ex pro Potenza che farà poi il suo esordio al 10’ della ripresa. Nel primo tempo si segnala una attenta Piccardo che si distingue per un migliore atteggiamento, i gialloneri provano a giocare la palla e ad innescare le punte. Pronti via e Dallaglio se ne va sulla sinistra, pennellata verso il centro dove Kulluri si stacca dal marcatore ma impatta non benissimo al volo, palla a lato. Il Felino ci prova coi lanci lunghi a servire le bocche da fuoco Mezgour-Miftah che però sono ben marcati dalla difesa ospite. Miftah prova l’eurogol da metà campo ma la palla finisce lontano dai pali della porta difesa da Reggiani. Al 21’ una bella azione manovrata della Piccardo con Pioli per Kulluri in area, scarico per l’accorrente Guareschi, il cross è preda di Musiari che vede lo smarcato Dallaglio,il tiro a giro dal limite è deviato in angolo. Sul ribaltamento di fronte Bottarelli calcia lungo per Mezgour che contende la palla in area di testa, sul rimpallo va al tiro Lauriola, ma la conclusione è debole e centrale. Alla mezz’ora Sessi, tra i migliori in campo, si lbera al tiro dai 20 m ma la conclusione sorvola la traversa. Al 38’ la Piccardo rischia la beffa, Musiari perde una palla in uscita dalla metà campo, Mezgour mette in mezzo dalla destra dove Miftah calcia alto da due passi. Meglio la Piccardo nel primo tempo, ma l’occasione migliore capita nel finale di parziale sui piedi di Miftah. Nella ripresa i gialloneri calano il ritmo ed il Felino prova ad approfittarne mettendo in campo anche Potenza che appena entrato si rende subito protagonista calciando alto dal limite. Al 25’ ancora Potenza va via sulla sinistra, il cross è respinto sulla difesa sui piedi di Mezgour che da dentro all’area calcia colpendo la parte alta della traversa. Al 39’ Potenza ci prova anche da calcio piazzato, ma Reggiani è reattivo e vola a deviare in angolo. Nel recupero il match ball capita sui piedi del neo entrato Mantelli che calcia a lato dal limite. Pareggio sostanzialmente giusto tra due buone compagini che saranno protagoniste in campionato.


3^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Terza di campionato, al Tesauri la Piccardo affronta il Borgo San Donnino in una partita condizionata dal forte vento. Partono meglio i padroni di casa gialloneri, al 5’ Guareschi crossa dalla sinistra, Donati è maldestro nella deviazione e concede il calcio d’angolo procurando brividi al portiere ospite. All’8’ Dallaglio si accentra dalla sinistra, Spanu in tuffo riesce a ribattere. Dall’angolo si accende un batti e ribatti in area, la palla finisce sul palo e Santurro è il più svelto di tutti a ribadire in rete. All’11’ reazione del Borgo, su un cross dalla sinistra la palla condizionata dal vento si allontana dal portiere di casa che in uscita si scontra con un avversario, Billone tenta il tiro dal limite, ma la difesa respinge. Al 16’ Donati entra in area dalla destra, Sana entra maldestramente ed induce l’arbitro a concedere il calcio di rigore agli ospiti. Sul dischetto va Montali, Reggiani intuisce, ma riesce solamente a toccare. La Piccardo subisce il contraccolpo, ma ci prova su calcio d’angolo: al 31’ Dallaglio all’altezza del dischetto tenta il piazzatto di piattone, ma la difesa borghigiana libera. Nella ripresa la Piccardo è più determinata alla ricerca del risultato. Al 15’ Dallaglio filtrante per il neo entrato Nardi che da posizione defilata impegna Spanu in angolo. Dall’angolo Attolini appostato sul secondo palo piazza di piatto infilando il portiere ospite. La Piccardo sulle ali dell’entusiasmo impegna più volte la difesa ospite: al 28’ Dallaglio serve sul taglio di Nardi, ma la conclusione è debole sul primo palo. Al 35’ ancora Nardi impegna Spanu a terra. Come spesso accade nel calcio, nel momento migliore dei giallo nero il Borgo San Donnino pareggia: al 37’ punizione da centrocampo di Billone che spiove in area, la difesa non riesce a liberare, si accende una mischia con la palla che schizza sul palo ed è poi preda di Montali che insacca. La Piccardo ancora raggiunta sul pareggio tenta una timida reazione, al 40’ Attolini ci prova dal limite ma Spanu blocca a terra. Nei minuti finali espulsione di Donati per una brutta entrata di Donati su Margini a metà campo. Altro pareggio casalingo che allontana la Piccardo dalla vetta.



2^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Dopo il pareggio casalingo con la Castellana, la Piccardo si presenta a Sorbolo per affrontare una Biancazzura rimaneggiata che presenta il neoacquisto Saccani in panchina. Mister Dall’Asta cambia gli interpreti sugli esterni schierando Mantelli e Nardi, esordio tra i pali per il giovane Cavallini. Al 7’ sventagliata di Pioli per Nardi, il traversone immediato raggiunge Mantelli la conclusione ravvicinata trova un reattivo Fava, riprende Guareschi la respinta, ma ancora il portiere di casa si fa trovare pronto e devia di pugno. Al 12’ Mantelli allunga per Attolini che tira di prima intenzione sul primo palo, ma Fava ancora una volta respinge in angolo. Al 19’ ancora Attolini che si libera sulla destra saltando netto Dalcielo e calcia un forte rasoterra diagonale che colpisce il palo interno. Al 22’ Nardi si invola verso la porta di casa, affrontato da Bianchi viene steso; rigore netto che Pioli trasforma spiazzando Fava. Dopo il meritato vantaggio la Piccardo concede l’unica occasione ai padroni di casa, Morini sul filo del fuorigioco prende d’infilata la difesa giallonera e si presenta solo davanti a Cavallini, il tiro di collo pieno colpisce la traversa. Nella ripresa al 3’ un positivo Attolini si produce in una azione personale sulla destra, il traversone rasoterra è pericoloso e mette in difficoltà la difesa di casa che riesce nell’anticipo su Tanzi. Al 18’ Nardi servito da Opoku tenta la deviazione volante, ma il tocco e debole e centrale. Al 22’ Opoku corssa dalla destra, Nardi prolunga di testa per Attolini che sul secondo palo piazza in porta di testa per il raddoppio. Al 36’ altra grande parata di Fava che toglio dall’incrocio la punizione dal limite del neo entrato Dallaglio. Al 42’ Spadacini prende d’infilata la difesa di casa e piazza il 3 a 0. Nel recupero la Piccardo dilaga con Dallaglio che dal limite piazza all’incrocio di destro sull’assist di Ferrarini. Buona prova dei gialloneri che conquistano la prima vittoria del campionato, per la Biancazzurra saranno altre le partite che contano. 



1^ GIORNATA 

CRONACA DELLA PARTITA


Prima di Campionato per la Piccardo tra le mura amiche del Tesauri di Traversetolo. Avversaria la Castellana, compagine piacentina neopromossa che ben ha impressionato nel precampionato e nella prima uscita in Coppa Italia. Mister Dall’Asta propone il tridente Attolini- Dallaglio-Spadacini, con Sessi e Pioli ad orchestrare in mezzo al campo. Difesa collaudata con la coppia Margini-Santurro, Guareschi a sinistra e l’esordio del giovane Sana, classe 2000 proveniente dal vivaio giallo nero. Partita che in avvio si mostra subito molto tattica, con le squadre che provano a giocare la palla, ma che diffcilmente arrivano ad impensierire le retroguardie avversarie. Al 9’ grazie a un buco a centrocampo, Sartori ruba palla, elude l’intervento di Tanzi e si invola in area, dove capitan Margini entra in scivolata disperata. Gli ospiti reclamano il rigore, ma il direttore di gara concede solo il calcio d’angolo. Al 19’ il portiere ospite si infortuna in un tentativo di rinvio e lascia il posto al giovane Uggeri. Al 22’ si vedono i gialloneri con una puniozne di Pioli dai 20m, Attolini ruba il tempo al marcatore e svetta di testa, ma la palla finisce alta. Al 35’ da un errore di Sana a metà campo, la Castellana può ripartire, Sartori arriva sino a fondo a campo e mette un insidioso traversone in mezzo che scavalca il portiere di casa, Guareschi è provvidenziale nell’anticipo di testa su Odi pronto a concludere a rete. Al 41’ Attolini ruba una palla sulla trequarti e allarga per Dallaglio che tenta il tiro a giro che risulta però debole e centrale. Nella ripresa grande occasione per la Piccardo che con una punizione dal limite ben calciata da Margini colpiscono il palo pieno con Uggeri immobile. Al 15’ ancora la Piccardo, entrata con piglio in partita nel secondo tempo, con Attolini che tenta la conclusione sugli sviluppi di un angolo, ma viene chiuse dalla difesa. Al 20’ è Zarbano per gli ospite a tentare la deviazione acrobatica su traversone dalla sinistra, ma la palla finisce tra le braccia di Reggiani. Al 24’ ancora i piacentini a rendersi pericolosi con una palla svirgolata che rischia di finire all’incrocio dei pali e costringe Reggiani alla deviazione in angolo. Al 31’ Margini apre per il neo entrato Nardi che aggancia al volo, ma poi spara alle stelle. Finale di partita con la Piccardo all’arrembaggio, che fruttano solo tre calci dalla bandierina. Pareggio sostanzialmente giusto, gialloneri attesi dalla Biancazzurra di Sorbolo per conquistare la prima vittoria del Campionato! 

via Delia 1, 43029 Traversetolo (PR) - P.IVA: 02805210347