CAMPIONATO DI PROMOZIONE - GIRONE A

PLAYOFF

 

CRONACA DELLA PARTITA

Una partita vibrante e meglio giocata dalla Piccardo Traversetolo fa la fortuna dell’Agazzanese che, grazie al pareggio mantenuto dopo 120 minuti, si qualifica allo spareggio col Carignano per un posto in Eccellenza.

Fin dai primi minuti è chiara la voglia di sorprendere l’avversario dei gialloneri: Modafferi e Casisa impegnano più volte Serena. Il primo tempo è combattuto ad alti ritmi e anche l’Agazzanese ha i suoi momenti. Da ricordare un’interessante conclusione di Oppedisano che si spegne sul fondo. Ma la Piccardo è più convinta e propositiva, tutt’un'altra squadra rispetto a quella che sullo stesso campo di Agazzano per 3-1 un mese fa. La prima frazione si chiude con un altro squillo di Modafferi, ben controllato da Serena. I primi cinque minuti della ripresa sono di blackout per i gialloneri e Medioli deve fare il miracolo su Burgazzoli al 50’. La squadra di Mister Bazzarini, tuttavia, riesce a mantenere la propria porta inviolata (miglior difesa del campionato) e guadagna progressivamente campo. Al 69’ una grande discesa sulla sinistra di Mbersi crea scompiglio nella retroguardia biancorossa, ma il cross dell’esterno è sballato. I ritmi si alzano passata l’ora di gioco, le qualità individuali brillano e la partita si rivela in tutta la bellezza. Con i crampi del proprio miglior giocatore, Delfanti, le velleità offensive dell’Agazzanese si spengono. La Piccardo preme con forza per cercare il gol del vantaggio, il gol-qualificazione. Ci prova più volte uno scatenato Mbersi: grande partita sua e dell’altro classe ’98 giallonero, Alessandro Tanzi. Il dominio finale degli ospiti non porta alla meritata segnatura: Serena è un muro. Al 93’ la beffa: una punizione perfetta di Martini colpisce la traversa e ritorna in campo. Si va ai supplementari.

Anche nella mezz’ora aggiuntiva la Piccardo gioca molto meglio degli avversari: ora però la squadra di Mister Bazzarini deve sbilanciarsi (in caso di pareggio, come detto, non si calcerebbero i rigore, ma passerebbe l’Agazzanese). Contropiedi veloci sono il terreno di caccia preferito per Burgazzoli, giocatore da venti gol stagionali. Al 98’ lo stesso Burgazzoli colpisce la traversa di testa, mentre la Piccardo tenta affannosamente di mettere il cuore oltre l’ostacolo. I gialloneri sprecano diverse punizioni da zona favorevole e Serena continua nella sua giornata magica. Casisa, già sostituito e in panchina, viene espulso per proteste: subentra, sul finire di partita, una certa dose di frustrazione. Al 119’ Serena si supera di nuovo con una super-doppia-parata su Chiurato e Martini. Dopo i 3’ di recupero, l’arbitro fischia la fine di uno 0-0 davvero avvincente.

Non è il risultato buono per la Piccardo, ma nel post-partita Mister Bazzarini si è complimentato coi suoi ragazzi. I gialloneri hanno effettivamente dominato sul campo di uno squadrone, lasciando ai propri avversari nient’altro che le briciole. Dallo stesso atteggiamento dei giocatori biancorossi, stremati, a fine gara trapelava un: “Ci è andata bene”.


34^ GIORNATA

 

CRONACA DELLA PARTITA

Una partita mai in discussione lancia la Piccardo ai Playoff: troppo forti i gialloneri e troppo sazio il Marzolara.

I gialloneri impongono il proprio dominio sulla partita fin dal primo minuto. Le ottime condizioni del campo consentono a Casisa di orchestrare ottime trame offensive. Schiaretti, Mbersi e D’Urso si rendono pericolosi nel primo quarto d’ora, il cui copione si ripeterà poi per tutta la gara: Piccardo riversata in avanti e Marzolara che tenta di colpire in contropiede. L’unica occasione della partita per i padroni di casa – che da tempo hanno conquistato una storica salvezza – è al 20’ con Spagnoli, il cui tiro finisce sopra la traversa. La costante pressione offensiva della Piccardo porta frutto solo al 42’, quando Piero D’Urso sblocca l’incontro. Casisa batte un ottimo corner, Chiurato gioca di sponda e il più lesto ad insaccare è il capitano giallonero, all’ottavo gol stagionale.

Nella ripresa non cambiano i valori in campo: Piccardo sempre avanti, a testa bassa, alla ricerca di un secondo gol. La miglior difesa del campionato, guidata di nuovo impeccabilmente da Santurro, annulla qualsiasi velleità offensiva del Marzolara. Al 58’ Mbersi trova lo spunto vincente: l’esterno classe ’98 brucia tutti in velocità e, presentatosi davanti a Colacicco, lo brucia con freddezza. L’ultima mezz’ora di gioco è una passeggiata al parco per salutare la stagione che è stata e poco più. La Piccardo mantiene il possesso legittimando il risultato. Dopo tre minuti di recupero, l’arbitro sancisce la fine di un incontro a senso unico.

La Piccardo Traversetolo è riuscita a centrare l’obiettivo minimo: un posto ai Playoff. Domenica prossima i gialloneri tenteranno l’impresa ad Agazzano: la vincente sfiderà il Carignano per l’accesso all’Eccellenza.


33^ GIORNATA

 

CRONACA DELLA PARTITA

Una Piccardo Traversetolo straripante domina in lungo e in largo contro il Montecchio e porta a casa tre punti fondamentali per la corsa Playoff.

I padroni di casa vogliono mettere subito le cose in chiaro e partono forte davanti al folto pubblico del Tesauri. D’Urso prende il palo al 9’, Modafferi e Chiurato impegnano Orlandini in più occasioni già nei primissimi minuti. Al 14’ un uno-due fantastico tra Casisa e D’Urso libera il primo in area di rigore. Il regista giallonero viene steso in area da un’uscita sconsiderata di Orlandini: calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Modafferi, che calcia però sulla traversa. La Piccardo, padrona del gioco, continua a premere sull’acceleratore per trovare il gol del vantaggio, ma le tante conclusioni di Tanzi, Picchi e D’Urso non riescono mai ad insaccarsi in rete. Il capitano giallonero D’Urso, in particolare, è in gran forma: si inserisce, recupera palloni, lotta in mezzo al campo con grande grinta. Al 29’ Chiurato segna, ma l’arbitro ravvisa una posizione di fuorigioco lapalissiana: gol giustamente annullato. Quattro minuti dopo a segnare è Mbersi, ma l’assistenza alza ancora la bandierina: stavolta dalla tribuna si nutre qualche dubbio in più. Una Piccardo sempre in avanti subisce la reazione avversaria a cavallo delle due frazioni di gioco, complice l’espulsione di Picchi. Proprio sul finire del primo tempo, infatti, il terzino giallonero commette un brutto fallo su Perla e l’arbitro estrae il rosso diretto. Il Montecchio, con l’uomo in più, si affida ai suoi uomini di maggiore qualità, Tazzioli e Perla, per mettere in difficoltà i gialloneri. La miglior difesa del campionato, però, regge ottimamente e anzi è proprio un centrale difensivo a sbloccare il risultato. AL 52’ Santurro si invola sulla destra dopo un bel passaggio filtrante di Mbersi e, presentatosi davanti ad Orlandini, lo infila alla sua destra. Un gol meritatissimo fa esplodere di gioia i gialloneri: la partita si mette ora in discesa per i ragazzi di Mister Bazzarini, nonostante l’inferiorità numerica. Poco dopo l’ora di gioco, tuttavia, Mattioli ferma fallosamente Mbersi che, dopo aver saltato anche il portiere, stava battendo a rete: calcio di rigore per la Piccardo e rosso diretto al centrale del Montecchio. Dal dischetto Martini segna il suo quattordicesimo gol stagionale. Dopo aver raddoppiato e ristabilita la parità numerica, il Montecchio si rassegna alla sconfitta e la partita termina 2-0 senza più sussulti.

Un’altra prova di forza dei ragazzi di Mister Bazzarini li proietta un passo più vicino ai Playoff: per confermare la partecipazione agli spareggi che daranno accesso all’Eccellenza, i gialloneri devono vincere domenica prossima a Marzolara.


32^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA

Una Piccardo un po’ sfortunata e un po’ masochista perde 3-1 ad Agazzano al termine di una partita dal ritmo altissimo, dai mille volti e condizionata dagli episodi.

Neanche il tempo di prendere posto al “F. Baldini” di Agazzano e gli ospiti passano in vantaggio. Un corner ben battuto da Casisa è deviato impattato al meglio da Chiurato, la cui conclusione si stampa sulla traversa. La ribattuta viene ribadita in rete da un lesto Schiaretti. La partita si dimostra subito ad alto ritmo: il miglior attacco del campionato tenta inutilmente di sfondare contro la miglior difesa. E così, dopo un pericoloso tiro di Diatta al 13’, è la Piccardo a farsi nuovamente pericolosa: al 19’ Mbersi scappa via sulla sinistra, ma Serena gli nega la gioia del gol. Errori in serie della retroguardia piacentina liberano al tiro Mbersi (per ben due volte è sfortunato il classe ’98) e Modafferi. La porta di Serena sembra tuttavia stregata. Per i padroni di casa si rende pericoloso Delfanti al 24’, ma Medioli risponde sicuro. Al 31’ l’Agazzanese pareggia i conti con lo stesso Delfanti. Una spizzata in area inganna l’uscita di Medioli e Delfanti è il più lesto ad insaccare. Due minuti più tardi lo stesso Delfanti calcia di poco sopra la traversa la palla del potenziale vantaggio, dopo una cavalcata scaturita da un contropiede solitario. Il primo tempo termina con le squadre che tirano i remi in barca, dopo una prima mezz’ora di gioco davvero roboante.

Nella ripresa, lo scontro a viso aperto continua: entrambe le squadre possono contare sui migliori giocatori della categoria e il livello di gioco è davvero altissimo. Al 50’ segnano di nuovo di padroni di casa: Livelli sfrutta una sponda di Moltini e un’impreparata retroguardia giallonera per incornare il porta il 2-1. Nonostante i diversi tentativi di Modafferi e Casisa, la Piccardo non riesce a ristabilire l’equilibrio. Al 59’ l’episodio che “taglia le gambe” agli ospiti: per fermare un contropiede, Guareschi strattona Burgazzoli. L’arbitro espelle per strani motivi il terzino giallonero – perfino il portiere Serena si dimostra solidale a Guareschi mentre quest’ultimo lascia il campo. Al 64’, Santurro cade in area avversaria: l’arbitro non ravvisa un rigore che anche i tifosi piacentini avevano accordato alla Piccardo. Al 67’ la beffa definitiva per i traversetolesi. Lasciato colpevolmente solo al limite dell’area, Bonomi segna il 3-1 con un bel tiro all’angolino. La Piccardo si è definitivamente sfaldata e Delfanti potrebbe aumentare un passivo già troppo pesante al 72’, quando colpisce l’incrocio dei pali con una sassata. La partita si svolge quindi fino alla naturale conclusione: esito troppo amaro per i gialloneri, i quali però devono anche guardare in sé stessi.

Se infatti l’arbitro (pur tenendo bene in mano la partita) ha espulso ingiustamente Guareschi e non concesso un rigore ai gialloneri, è vero anche che sullo 0-1 i traversetolesi non hanno chiuso la partita avendo avuto ben più di un’occasione. L’Agazzanese – opportunista e sempre in partita – si porta a casa tre punti importanti per la lotta Playoff. Ora la Piccardo (a sei punti dal terzo posto della stessa Agazzanese) deve vincere le due partite rimanenti per assicurarsi un posto agli spareggi per l’Eccellenza.


31^ GIORNATA

 

CRONACA DELLA PARTITA

Un gol di Chiurato in extremis risolve una partita dominata dalla Piccardo, nella quale però era mancato il gol per 90 minuti. Con l’incornata vincente del proprio bomber i gialloneri continuano a volare all’inseguimento del terzetto di testa.

Il primo tempo è un campanello d’allarme per la Piccardo: la Langhiranese gioca bene e – nonostante non abbia più nulla da chiedere al campionato – non è venuta a Traversetolo per passeggiare. Alla mezz’ora di gioco, infatti, nessuna delle due squadre è riuscita a chiudere l’altra nella propria metà-campo. La partita è vivace e divertente: ad un bel tiro di Xeka risponde Modafferi, che comincia a scaldare le mani di Mingardi. Gli otto tiri (5 per i padroni di casa, 3 per gli ospiti) scoccati nel primo tempo non portano tuttavia ad occasioni importanti, né da una parte né dall’altra.

E’ con l’avvio della ripresa, invece, che la Piccardo si fa dilagante e allunga le mani sulla partita. I traversetolesi finiranno la seconda frazione 17 tiri verso la porta di Mingardi (di cui 10 nello specchio): un vero e proprio assedio, al quale la Langhiranese non ha saputo controbattere con nemmeno una conclusione. Al 55’ Porta calcia dalla destra, ma Mingardi mette in corner. Dal 61’ la Piccardo è in superiorità numerica: una brutta entrata su Chiurato a centrocampo costringe l’arbitro a mostrare il secondo giallo a Tarasconi. Al 63’ l’estremo difensore grigiorosso è autore di un autentico miracolo su Schiaretti. La Piccardo continua a premere sull’acceleratore in cerca del vantaggio: Mingardi si supera ancora su una botta dalla distanza di Casisa al 68’. Sette minuti più tardi para una conclusione ravvicinata di Picchi, sulla ribattuta il classe ’00 Rolli colpisce il palo di testa. Al 77’ ci prova ancora Casisa dalla distanza, ma Mingardi gli nega ancora la gioia del gol. Gli ultimi tentativi gialloneri con Modafferi e Picchi vanno a vuoto. Proprio mentre andava affievolendosi anche l’ultimo lumicino di speranza, un gran cross di Picchi trova smarcato in area Chiurato, che di testa spedisce perentoriamente sotto la traversa. Bellissimo gol che regala i tre punti alla Piccardo.

Vittoria fondamentale per i gialloneri. I tre punti conquistati all’ultimo respiro sono una bella iniezione di fiducia in vista della fondamentale trasferta di domenica prossima sul campo dell’Agazzanese. Quest’ultima, con Carignano e Pallavicino, ha vinto anche oggi: la corsa per l’Eccellenza è sempre più tirata. E la Piccardo se la giocherà fino alla fine.


30^ GIORNATA

 

CRONACA DELLA PARTITA

Vittoria importante e rassicurante per la Piccardo Traversetolo, che continua un cammino incredibile ben oltre i due punti a partita.

Il primo tempo del “Noce”, come del resto anche la ripresa, è giocato a senso unico: la Piccardo impone il proprio ritmo e detta il proprio gioco. I gialloneri trovano il gol in due occasioni con Chiurato e rientrano negli spogliatoi con l’animo sollevato. Il Borgo San Donnino, infatti, non è riuscito a creare grande pericoli dalle parti di Medioli, se non su un disimpegno errato della Piccardo stessa. La prima rete del bomber giallonero arriva su cross di Casisa: Chiurato si smarca sul secondo palo e di testa infila il portiere. La seconda, invece, è frutto del grande opportunismo dell’attaccante, che ribadisce in rete dopo una grande azione personale di Mbersi.

Nonostante le defezioni di Martini, Guareschi e Margini, la Piccardo mantiene il possesso nella ripresa, riuscendo a far male ogni volta che Casisa decide di premere sull’acceleratore. Al 57’ Santurro è pericolosissimo di testa, quattro minuti più tardi va vicino al gol dell’ex Modafferi. Al 64’ un brutto episodio coinvolge l’attaccante del Borgo (classe ’85) Rocco Dattaro. Già ammonito, il n.10 commette un brutto fallo su Santurro. Non contento, gli urla di rialzarsi, rabbioso: l’arbitro non può fare altro che espellere. L’uomo in più è il definitivo KO per i padroni di casa: la Piccardo ora dilaga. Al 77’ una grande azione tra Mbersi e Picchi porta quest’ultimo al tiro, sulla cui ribattuta il più lesto di tutti è di nuovo Chiurato, che appoggia in rete la sua tripletta personale. All’83’ arriva anche il gol del classe 2000 Christian Rolli. Santurro si gira col tacco in area come il miglior Modafferi, calcia e prende il palo, ma la palla capita sui piedi di Rolli che insacca con facilità. Termina così una partita davvero a senso unico.

Tre punti senza ammissione di replica quelli che la Piccardo ha strappato sul campo del Borgo San Donnino. Le vittoria in extremis di Pallavicino e Agazzanese, tuttavia, rendono la domenica un po’ più amara per i gialloneri. Avendo anche il Carignano vinto, le distanze dalle squadre davanti rimangono immutate, mentre il Brescello (sconfitto) va a -5 dalla squadra del patron Scrinzi.

Il prossimo impegno è per domenica prossima, quando al Tesauri sarà di scena la Laghiranese.


29^ GIORNATA

 

CRONACA DELLA PARTITA

Il big match della ventinovesima giornata vede il Pallavicino corsaro a Traversetolo. Un risicato 0-1 non è tuttavia veritiero: la Piccardo meritava ben altro punteggio.

Una giornata primaverile attrae al Tesauri davvero tantissime persone. Davanti ad una tribuna gremita, la Piccardo (nonostante le importanti defezioni: Martini, Tiberini, Parapani, Margini) parte forte e nel primo quarto d’ora obbliga la capolista a giocare nella propria metà campo. Più pronti mentalmente, i ragazzi di Mister Bazzarini sembrano in pieno controllo della gara. Agli ospiti manca il capitano, Cardillo, a causa di uno stiramento, e si vede: la squadra di Mister Piscina fatica a proporre gioco. Al 19’, a sorpresa, passano in vantaggio gli ospiti: letteralmente alla prima conclusione verso la porta di Medioli, Cossetti si libera in area e porta avanti in biancoblu su cross di Corbellini. Nei venti minuti successivi gli ospiti prendono coraggio e grazie all’aggressività di Batchouo in mezzo al campo (numerosi falli puniti col cartellino troppo tardi) riescono a mettere alle corde la Piccardo. Sul finire del primo tempo si riaffaccia in avanti la Piccardo: al 45’ Mbersi fa passare la palla tra le gambe di Batchouo, scambia con D’Urso, entra in area, ma non riesce a calciare dopo un contrasto duro: l’arbitro concede solo il corner, bloccato da Dondi. Si chiude così una prima frazione con la Piccardo inspiegabilmente sotto nel punteggio.

La ripresa riparte con lo stesso copione: Piccardo in avanti in cerca del pareggio. Si rende pericoloso in diverse occasioni Mbersi, ma l’esterno classe ’98 non ha più volte avuto il coraggio di calciare da ottima posizione. Mister Piscina vede i suoi in difficoltà e corre ai ripari: al 52’ toglie il centravanti Lucev per inserire il terzino Cremona. Il massimo sforzo offensivo viene prodotto dai gialloneri intorno all’ora di gioco: Chiurato, Picchi e Modafferi le provano tutte, ma la palla proprio non vuole entrare. Sbilanciata in avanti, la Piccardo lascia spazio alle ripartenze: Santurro è fenomenale nel chiudere puntualmente Cossetti ogni volta che ne ha l’occasione. Al 67’ una grande sponda di testa di Chiurato libera al tiro D’Urso, ma il capitano giallonero alza troppo la mira. Continua ad attaccare a testa bassa la Piccardo. Mister Bazzarini inserisce il giovane attaccante classe 2000 Christian Rolli (debutto stagionale) per uno stremato Mbersi, ma la difesa del Pallavicino regge. Diverse punizioni dal limite non vengono sfruttate al meglio dalla Piccardo: Casisa, Modafferi e Picchi non hanno il piede caldo su calcio piazzato. La Piccardo continua a caricare l’area avversaria a testa bassa, ma il tempo va via via diminuendo. Il Pallavicino non prova neanche più a venir fuori dalla propria trequarti. Grande occasione al 91’ per Chiurato, il cui colpo di testa termina a lato dopo aver attraversato tutta l’area piccola: nessun giallonero è riuscito a ribadire in rete. La più grande occasione per i gialloneri, tuttavia, capita al 93’ di nuovo ad Alessandro Chiurato. Il bomber classe ’83 – migliore in campo – si gira in un fazzoletto per calciare al volo un lancio lungo, ma la sua acrobazia termina di pochissimo sopra la traversa. Quando anche l’ultimo attacco della Piccardo è stato respinto, l’arbitro fischia la fine di un incontro vibrante.

Il risultato, come detto, non ha rispecchiato quanto visto in campo. Le statistiche, in questo senso, confermano le ipotesi: 15 tiri (6 nello specchio) per la Piccardo, solo 3 (2 nello specchio) per il Pallavicino. Nel momento più delicato della stagione, nella partita più importante, la sfortuna, le assenze e l’imprecisione sono costate alla Piccardo una sconfitta pesante. Il Pallavicino – cinico e opportunista, ma schiacciato per tutta la ripresa – non ha rubato niente e allunga in testa alla classifica. Con le vittorie di Agazzanese, Carignano e Brescello la Piccardo Traversetolo scivola al quarto posto.

Il prossimo turno vede la Piccardo in scena a Fidenza, sul campo del Borgo San Donnino.


28^ GIORNATA

 

CRONACA DELLA PARTITA

Partita fondamentale per il prosieguo della stagione, la trasferta di Carignano porta alla Piccardo Traversetolo un punto importante.

Il derby parmigiano tra Carignano e Piccardo ha riempito gli spalti. Partono forte gli ospiti, che si fanno vedere dalle parti di Dessena con due conclusioni sballate di Picchi e Guareschi. Non tarda ad arrivare il primo gol: al 13’ un bel fraseggio tra Tanzi e Chiurato vede quest’ultimo servire D’Urso smarcato sulla trequarti avversaria. Il centrocampista giallonero lascia partire un messile che si insacca nell’angolino basso alla sinistra di Dessena: 0-1. Si rende pericoloso Mbersi pochi minuti più tardi, ma successivamente esce rabbioso il Carignano. Pin è molto arrivo sulla sinistra ed è proprio da un (dubbio) fallo sul capitano degli arancioni che scaturisce il gol del pareggio. Lo stesso Pin calcia una bella punizione all’interno dell’area, De Angelis incoccia con forza all’angolino basso, così che Medioli arriva appena in ritardo, quando la palla ha già varcato la linea. Il primo tempo si chiude con un Carignano più propositivo, ma la grande giornata della coppia di centrali Margini-Santurro e le grande capacità aerobiche del centrocampo di Mister Bazzarini rendono impermeabile la difesa giallonera. Nota di merito a Chiurato, il n.9 traversetolese, che al rientro da un infortunio muscolare ha dato una grande mano alla squadra, da vero centravanti boa, esperto e caparbio.

Ad avvio ripresa il ritmo cala: diversi errori in fase di impostazione rendono la partita molto combattuta a centrocampo. Una bella azione della Piccardo, al 58’, libera al tiro Chiurato, ma il bomber non inquadra la porta (tiro ad alto coefficiente di difficoltà, al volo). Nemmeno l’ingresso di Fiordelmondo (l’anno scorso capocannoniere del campionato) impensierisce la Piccardo: positive le prestazioni dei terzini gialloneri Guareschi e Schiaretti. L’occasione per vincere la partita (e per cambiare le sorti del campionato) capita sui piedi di Mbersi. Sebbene il pareggio sembrava ormai assodato, infatti, la Piccardo ha il pallone dei tre punti al 90’. Lanciato a rete, l’attaccante classe ’98 tenta di scavalcare Dessena. Il portiere del Carignano è però provvidenziale e para. Finisce dunque 1-1 una partita incerta fino all’ultimo.

Il grande equilibrio tra le due squadre (entrambe condizionate da diverse assenze) è stato rispecchiato dal punteggio: un pareggio che consente ad entrambe di rosicchiare un punto al Pallavicino capolista, sconfitto sul proprio campo dal Brescello. La ventottesima giornata certifica il ritorno prepotente nella zona play-off proprio del Brescello, mentre è un’occasione sprecata per l’Agazzanese, che pareggiando sul campo del Fidenza si è preclusa la possibilità di guardare tutti dall’alto.

La prossima giornata sarà anch’essa decisiva: la Piccardo ospiterà il Pallavicino in uno scontro che si preannuncia catartico. 


27^ GIORNATA

 

CRONACA DELLA PARTITA

Una Piccardo rimaneggiata in uomini schianta con un 3-0 senza diritto di replica la Viarolese e si lancia verso il primo posto del girone A di Promozione.

Mister Bazzarini sopperisce alle tante mancanze con una formazione molto giovane: la scelta darà i suoi frutti, poiché i due classe ’98 Tanzi e Mbersi e il ’97 Groppi risulteranno tra i migliori in campo. Il primo quarto d’ora di partita è combattuto: alle discese sulla sinistra di Guareschi risponde un Talignani particolarmente ispirato. Al 9’, D’Apolito regala la palla a Modafferi, il quale tenta un cross sprecando di fatto uno buona occasione. Il colpo di testa di Groppi ben parato al 16’ è preludio per la rete successiva: Mbersi appoggia in rete dopo un gran cross di Guareschi, all’ennesimo assist della stagione. Il forte vento – a favore dei gialloneri nel primo tempo – aiuta i padroni di casa, che col passare dei minuti di rendono sempre più pericolosi. Al 35’ Groppi sbaglia a tu-per-tu col portiere avversario, la palla rimane lì, D’Urso calcia, tiro rimpallato, traversa, fuori. Al 45’ Margini segna sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Picchi. Modafferi riceve, cede a D’Urso, il centrocampista mette al centro e sul secondo palo Margini è libero di insaccare la seconda rete di giornata.

Nella ripresa la Piccardo Traversetolo amministra il risultato senza particolari patemi. Guidata da capitan Margini, la miglior difesa del campionato riesce a calmare i bollenti spiriti di Talignani e soci con grande autorevolezza. Nemmeno Pagano (classe ’98 di proprietà giallonera) riesce ad impensierire Medioli. Al 68’ Picchi si rende protagonista di una grande azione individuale: doppio-passo, dribbling secco e tiro di poco a lato. L’ordinaria amministrazione della Piccardo si concretizza al 90’, quando Mbersi (imprendibile per tutta la partita) viene steso in

area di rigore. Chiurato dal dischetto mette il punto esclamativo su una partita restata in bilico solo nel quarto d’ora iniziale.

Da segnalare, in casa Piccardo, l’esordio di Lupica, centrocampista classe ’99 distintosi nelle file della juniores regionale. Anche il centravanti classe ’97 Groppi è all’esordio stagionale dal primo minuto.

La vittoria della Piccardo è ancora più dolce a seguito dei risultati arrivati dagli altri campi: il Pallavicino ha pareggiato a Marzolara, il Carignano ha perso lo scontro diretto contro l’Agazzanese e hanno perso punti anche Brescello e Monticelli, che hanno pareggiato l’una contro l’altra.

Nel prossimo turno la Piccardo Traversetolo sarà attesa dal Carignano per un match di alta classifica che promette scintille. 


26^ GIORNATA

 

CRONACA DELLA PARTITA

Passo falso che proprio non ci voleva quello di Basilicanova per la Piccardo Traversetolo. Arrivati alle fasi calde del campionato, infatti, perdere punti contro le squadre di basse classifica potrebbe risultare fatale: i gialloneri non vanno tuttavia oltre uno stiracchiato 0-0, merito anche della strenua difesa della propria porta del Basilica 2000.

Il canovaccio della gara è piuttosto monotono e chiaro fin dall’inizio: è la Piccardo ad attaccare e spesso il Basilica riesce nemmeno a ripartire. Due tiri di Guareschi prima e due conclusioni di Casisa poi vengono neutralizzate da Biagini. Si deve aspettare il 14’ per il primo (e a posteriori ultimo) tiro in porta dei padroni di casa: su una bella palla di Barbarini, Zoina calcia addosso a Medioli da posizione difficile. La Piccardo, per tutto il primo tempo, cerca invano il gol del vantaggio. Una piccola flessione di intensità occorre alla mezz’ora di gioco, quando Martini è costretto a uscire a causa dell’ennesimo guaio muscolare che colpisce un giocatore giallonero questa stagione. Tra imprecisioni (Casisa al 33’ sbaglia a chiudere il triangolo con Mbersi che avrebbe messo in porta quest’ultimo) ed errori (Tagliafierro calcia a lato al 38’), il primo tempo si chiude con un rigore non concesso agli ospiti per atterramento di Modafferi.

La ripresa vede sempre gli ospiti attaccare, ma la palla proprio non vuole saperne di entrare. Al 53’ i giocatori gialloneri gestiscono malissimo una punizione al limite dell’area volendo affrettare i tempi di battuta, vanificando così una buona

opportunità. Verso l’ora di gioco anche la Piccardo sembra stanca: forse la giornata inaspettatamente soleggiata ha spossato i ragazzi di Mister Bazzarini. Ora Casisa & co. faticano anche a far gioco: verso il 65’ la partita sembra indirizzata verso lo 0-0. Cambia tuttavia le carte in tavola l’espulsione di Guareschi: il terzino del Basilica, infatti, preso da un momento di follia, scalcia a palla lontana l’omonimo giallonero. L’arbitro lascia inizialmente correre perché Modafferi è in area (calcerà alto), poi correttamente espelle Guareschi. Nemmeno con l’uomo in più, tuttavia, la Piccardo riesce a segnare nei venti minuti finali. Ci provano più volte Mbersi, D’Urso e Tagliafierro, ma senza fortuna. L’ultima grande occasione capita a tempo scaduto sulla testa di Margini: il capitano giallonero devia di testa a fil di palo. Finisce così 0-0 a Basilicanova.

Tirare 17 volte verso la porta avversaria, guadagnare 6 tiri dalla bandierina, avere il 62% di possesso palla non è bastato alla Piccardo. In un momento cruciale della stagione, è mancato un pizzico di cattiveria per vincere una partita decisamente alla portata. Il Basilica 2000, dal canto suo, porta a casa un punticino prezioso per la salvezza.

Con gli scontri diretti ancora da giocare, nulla è perso per la Piccardo. Le vittorie di Agazzanese, Pallavicino e Carignano però, complicano il cammino. La Piccardo dovrà tornare alla vittoria già domenica prossima, quando a Traversetolo sarà di scena la Viarolese. 


25^ GIORNATA

 

CRONACA DELLA PARTITA

Dopo il recupero infrasettimanale di mercoledì la Piccardo si ritrova tra le mura amica del Tesauri di San Secondo per affrontare la Castelnovese Meletolese nel più classico dei testa- coda. Rispetto a mercoledì mister Bazzarini ripropone Picchi a centrocampo dove inserisce D’Urso per Franciosa e sostituisce l’infortunato Parapani con Martini. Ospiti che si presentano con i due nuovi acquisti dal campionato Sanmarinese in attacco. Parte subito forte la Piccardo che al 12' trova subito la via del goal grazie ad uno-due volante Casisa-D’urso, palla in mezzo per Modafferi che piazza di testa sul palo lungo, ma il portiere ospite riesce a respingere, Mbersi è il più svelto di tutti sulla ribattuta e va in rete sul tap-in. Al 19' ancora gialloneri in attacco sugli sviluppi di una punizione di Casisa dalla destra, D’Urso si avvita di testa ma la palla è centrale. Al 23' Mbersi si libera al limite dell’area avversaria, uno-due con Modafferi, il tiro viene rimpallato da un difensore, sulla ribattuta va Modafferi che però conclude alto dal limite. Al 26' si vedono gli ospiti con il neo arrivato Lago che calcia in porta una punizione dai 25 m che risulta debole tra le braccia di Medioli. Al 28' si rivede la Piccardo in avanti, Mbersi lanciato sulla sinistra da Casisa, tacco per Guareschi, cross basso sul quale Modafferi anticipa tutti chiudendo sul primo palo, palla fuori. Al 29' cross di Martini per D’Urso il cui destro è debole, il portiere riesce ad intercettare in deviazione bassa in angolo. Al 40' la Piccardo raddoppia: filtrante rasoterra dal centrocampo sul quale la difesa ospite buca l’intervento, sulla palla si inserisce Picchi che anticipa di punta il portiere in uscita e deposita in rete. Tre minuti dopo ospiti pericolosi su una punizione calciata dalla destra, Lago salta tutto solo e di testa colpisce il palo alla destra di Medioli poi la difesa libera. Si va al riposo con i gialloneri meritatamente in vantaggio. La ripresa si apre con una Castelnovese più intraprendente, ma che non riesce ad impensierire i padroni di casa che invece sono letali quando spingono sull’acceleratore. Al 57' è la volta di Martini ad andare in gol: il bomber giallo nero sfrutta una grossa indecisione di Copelli e si invola verso l’area dove dribbla il portiere e insacca. Due minuti dopo Modafferi si esibisce in una azione personale dalla sinistra, lascia sul posto il difensore e infila sotto le gambe del portiere il quarto gol per la Piccardo. Al 67' Valle per gli ospiti tenta la soluzione personale con un tiro forte da 35 m che però finisce alto sopra l’incrocio. Sul ribaltamento di fronte Piccardo ancora in gol: cross di Martini dalla destra, Picchi si produce in una sforbiciata colpendo al volo una palla sporca che inganna il portiere infilandosi in rete. Al 75' un cross del neo entrato Tagliafierro mette Mbersi solo davanti al portiere, ma l’attaccante di casa si fa chiudere in uscita bassa. Al 79' Martini dentro per Tagliafierro il cui esterno destro da distanza ravvicinata viene parata a terra dal portiere reggiano. All’ 83' Copelli sbaglia un appoggio a centrocampo, Martini

intercetta e si invola in area trafiggendo il portiere ospite con un forte rasoterra per la doppietta personale. Un minuto dopo Lago per poco non trova il gol della bandiera per la Castelnovese, ma colpisce l’incrocio dei pali dai 30 m con un forte diagonale. Nel recupero la Piccardo ancora in gol grazie a Martini che intercetta un rinvio della difesa e giunto davanti al portiere allarga per Tagliafierro che tutto solo appoggia in rete. Dopo il turno infrasettimanale seconda goleada consecutiva per la Piccardo che domenica continuerà l’inseguimento alla prima posizione sul campo del Basilica 2000. 


23^ GIORNATA

 

CRONACA DELLA PARTITA

Recupero infrasettimanale della 23^ giornata rinviata a causa della pioggia caduta sul Tesauri, la Piccardo affronta il San Secondo con l’intento di riscattare il passo falso di domenica in quel di Monticelli. Mister Bazzarini fa turn-over e ripropone Picchi a centrocampo. I giallo neri partono subito col piglio giusto e si riversano all’attacco smaniosi di indirizzare la gara sui giusti binari sin dalle prime battute. Al 3’ Modafferi si produce in una percussione per vie centrali, viene affrontato in area da Bottioni che gli sporca la palla, subentra Guareschi che aveva seguito l’azione e tenta il tiro a giro costringendo Terenzio alla deviazione in angolo. Due minuti dopo Mbersi schierato al centro dell’attacco sfonda sulla sinistra e viene steso senza troppi complimenti da Badiali, punizione dal limite che Modafferi calcia centrale. All’8’ si vede il San Secondo con Gualtieri che calcia alle stelle una ribattuta di testa di capitan Margini. Al 10’ Piccardo meritatamente in vantaggio: filtrante di un ispirato Modafferi per Picchi che se va sulla sinistra lasciando sul posto gli avversari, il forte traversone rasoterra trova la sfortunata deviazione di Piazza che infila la propria rete. Al 14’ triangolo Modafferi-Casisa con il centrocampista che ha il tempo di stoppare di petto e concludere a rete, tiro debole e centrale. Al 32’ dialogo Mbersi con Picchi che calcia di sinistro impegnando Terenzio in angolo. Al 35’ ancora Mbersi a smistare per Guareschi che appena entrato in area trafigge Terenzio sotto la traversa. Al 40’ è la volta di Mbersi lanciato in velocità da Guareschi a beffare il portiere ospite con un peciso destro. La ripresa ripercorre il copione della prima frazione con la Piccardo padrona del campo e San Secondo a provare qualche sortita in avanti. Su una di queste, al 4’ Lorenzini tenta la voleé dai 35 m costringendo Medioli ad alzare in angolo. Tre minuti più tardi è però la Piccardo a segnare ancora: Modafferi apre una splendida palla sulla destra per Martini il cui destro non lascia scampo a Terenzio. All’ 8’ Martini prova a ricambiare il favore, ma sul filtrante Modafferi da due passi è chiuso dal portiere in uscita. Al 19’ sugli sviluppi di un angolo calciato dalla sinistra, Modafferi serve Picchi che si libera del difensore con una doppia finta e spara un forte diagonale che si infila all’incrocio. Al 34’ è Modafferi a entrare nel tabellino marcatori grazie all’assistenza di Martini in area, si sbarazza di un difensore e piazza il destro spiazzando il portiere ospite battuto per la sesta volta. Al 37’ il San Secondo trova la rete della bandiera grazie a Fornasari che riprende una ribattuta di Medioli su di un colpo di testa ravvicinato di Gualtieri. Buona prova dei giallo neri che si avvicinano a soli 3 punti dalla vetta e domenica aspettano tra le mura amiche la Castelnovese.


24^ GIORNATA

 

CRONACA PARTITA

Battuta d’arresto per la Piccardo che al Riva del Monticelli incappa nella quarta sconfitta stagionale e non approfitta del secondo scivolone consecutivo della capolista. Partono subito meglio i padroni di casa che dopo 2 minuti approfittano con Rabitti di un errato alleggerimento di Tanzi, ma la punta termale si allunga troppo la palla e favorisce l’uscita di Medioli. Al 19’ Missorini si incarica della battuta di una punizione dai 35 metri, ma la palla è lenta e centrale. Al 24’ si vede la Piccardo con traversone dalla destra di Martini che Chiurato incoccia di testa spedendo alto sulla traversa. Due minuti dopo la punta giallo nera si infortuna in una ripartenza a centrocampo ed è costretta a lasciare il campo a Tagliafierro. Al 31’ una insidiosa punizione di Rabitti calciata forte e rasoterra impensierisce Medioli che allontana la minaccia smanacciando la sfera. Al 38’ un break di Modafferi libera sul centrosinistra Tanzi il cui tiro è forte, ma centrale. La ripresa si apre con una veloce discesa di Picchi sull’out di destra conclusa con un rasoterra che risulta debole e centrale. Al 3’ la partita si sblocca sugli sviluppi di un calcio d’angolo per il Monticelli, la palla è rispedita in qualche modo in area da Rabitti, la conclusione sembra raggiungere innocua le mani di Medioli, ma un rimbalzo fasullo inganna il portiere giallo nero apparso non impeccabile nella circostanza. Sul ribaltamento di fronte la Piccardo ha subito l’occasione di riaddrizzare la partita grazie ad un calcio di rigore concesso per una spinta ai danni di Modafferi, che si incarica della battuta e trasforma spiazzando con freddezza il portiere di casa. Al 14’ il Monticelli sfrutta un altro piazzato di Iaquinta con Malpeli che in spaccata alza sopra la traversa. Al 21’ Rabitti si libera dal limite e calcia in diagonale, Medioli si distende e smanaccia, ma Malpeli da due passi insacca il facile tap-in per il nuovo vantaggio termale. La reazione della Piccardo non si fa attendere e Modafferi al 26’ calcia una punizione dal limite che impegna Artich in un difficile intervento. Nei minuti finali la Piccardo tenta il forcing alla ricerca del pareggio, ne nascono alcune mischie in area, che però non producono particolari grattacapi alla difesa di casa. Piccardo impegnata mercoledì nel turno infrasettimanale per il recupero con il San Secondo.


22^ GIORNATA

 

CRONACA DELLA PARTITA

Amaro il ritorno al “Noce” per la Piccardo: uno 0-0 scialbo condanna i gialloneri al terzo posto in classifica.

Dopo il sentito minuto di silenzio tenutosi per le vittime di Rigopiano, ha inizio l’incontro. E’ una partita che, fin dalle prime battute, si dimostra incerta e vibrante. Nella prima mezz’ora si gioca anche a buoni ritmi. Sulla sinistra, la discese di Guareschi mettono in difficoltà la retroguardia avversaria, ma spesso il terzino calibra male il cross. Col passare dei minuti, il Noceto prende le misure alla Piccardo e, anche attraverso il fallo pressoché sistematico su Casisa, i padroni di casa riescono a disinnescare gli attacchi gialloneri. Le due grandi occasioni della prima frazione capitano agli ospiti, leggermente più propositivi in fase offensiva: al 33’ un bel cross di Picchi è sciupato da Modafferi, che di testa mette sopra la traversa; al 39’, invece, Tagliafierro colpisce al volo da buona posizione, ma il tiro finisce alto.

Sono queste anche le due più grandi occasioni della gara. Nel secondo tempo, infatti, né la Piccardo né il Noceto fanno registrare un tiro in porta degno di nota. A fine partita, nonostante i 23 tiri totali (cinque tiri in porta a testa), saranno ben poche le occasioni in cui i portieri verranno seriamente impegnati. Servono a poco i tentativi nel finale dei gialloneri, che anzi rischiano di prendere il gol della beffa all’84’, quando Boateng colpisce a lato da buona posizione.

Un risultato nel complesso giusto arriva nel momento sbagliato: Carignano e Pallavicino, vittoriose, mangiano punti importanti nella lotta-campionato. Il prossimo turno, tuttavia, sarà favorevole ai gialloneri, che ospiteranno il San Secondo, mentre il Pallavicino andrà a Carignano e il Monticelli ad Agazzano.


21^ GIORNATA

 

CRONACA DELLA PARTITA

La partita del Tesauri di Traversetolo, presentatasi come uno dei più classici testa-coda, ha confermato le previsioni della vigilia: la Piccardo ha dominato la gara dall’inizio alla fine, lasciando ai neroverdi solo le briciole.

E’ chiaro fin delle prime battute, infatti, che la Piccardo vuole tenere in mano il pallino del gioco. Nonostante la prima (e unica) conclusione verso la porta avversaria degna di nota sia del Cervo (una punizione estemporanea battuta benissimo da Fuseini al 15’, che dai quaranta metri impegna Piazza), la difesa a tre/cinque degli ospiti regge solo mezz’ora. Dopo gli svariati tentativi di Picchi, Tagliafierro, Modafferi e Chiurato è proprio una combinazione tra gli ultimi due a portare avanti i gialloneri. Modafferi spizza di testa per Chiurato, che sfrutta un’enorme lacuna della difesa avversaria e porta avanti i suoi con un bel tiro al volo che si insacca alla destra di Dall’Asta. La Piccardo, i cui diversi errori in fase di impostazione hanno evitato un passivo ancora maggiore, raddoppia al 40’: Guareschi restituisce a Modafferi al termine di una bella cavalcata sull’out di sinistra, l’ex Bogo San Donnino spara all’incrocio dei pali. All’intervallo la Piccardo beve il tè caldo avanti 2-0.

Con la partita in ghiaccio già da inizio ripresa, la seconda frazione è soporifera. La Piccardo, tenendo la sfera, abbassa i ritmi. Al 68’ Martini (grande ex di turno, doppietta per lui all’andata) segna dopo aver commesso fallo: l’arbitro annulla. Il Cervo non riesce proprio a rendersi pericoloso dalle parti di Piazza, così, la Piccardo, più per inerzia che per altro, segna di nuovo: all’81’ è D’Urso a bucare per la terza volta Dall’Asta, ben servito da Parapani. Da segnalare, in chiusura di incontro, un rigore lapalissiano non concesso ai gialloneri dopo atterramento di Martini in area.

Una partita senza storia ha visto la Piccardo trionfare con un Cervo inadeguato. La statistica dei tiri in porta (8 contro 1) descrive da sé l’andamento dell’incontro. Particolarmente significativo, inoltre, il fatto che tutti e tre i gol della Piccardo siano stati generati da un assist. Ha inoltre esordito il classe ’00 Nicola Zavaroni.

La ventunesima giornata è stata positiva per la Piccardo: Agazzanese e Monticelli hanno pareggiato e ora ci sono dieci punti tra i gialloneri e la quinta (Brescello). La prossima domenica di campionato, invece, vedrà la Piccardo impegnata sul campo del Noceto, mentre il Cervo farà visita al Fontana Audax.


20 GIORNATA

 

CRONACA DELLA PARTITA

In una giornata più soleggiata del previsto, a Castel San Giovanni una partita molto piacevole termina con la Piccardo Traversetolo corsara: il Fontana Audax si è dovuto arrendere al fischio finale al gol di Chiurato, solo dopo aver venduto cara la pelle.

Il primo tempo è dominato dai gialloneri, che fin da subito mettono in evidenza la differenza di qualità. Al 15’ gli ospiti hanno una grande possibilità: Picchi viene steso nell’area di rigore avversaria e lo stesso terzino calcia dagli undici metri. Il suo tiro dal dischetto viene tuttavia parato da Valizia, che pochi minuti più tardi si deve di nuovo superare su un colpo di testa di Tiberini. Anche dopo il penalty non convertito, il gol della Piccardo pare nell’aria: Modafferi calcia un paio di corner molto interessanti, ma nessuno ribadisce in rete. Al 38’ lo stesso fantasista ex Borgo San Donnino mette in porta Picchi: non è proprio la giornata del n. 2 giallonero, che colpisce il palo. La Piccardo meriterebbe il vantaggio dopo aver schiacciato nella propria metà campo i padroni di casa.

Gol che invece arriva solo nelle prime battute della ripresa, al 48’. L’altro terzino schiarato da Mister Bazzarini, Guareschi, arriva sul fondo e crossa sul secondo palo, dov’è appostato Chiurato che incorna in rete. Segnatura meritatissima per la Piccardo e per lo stesso Chiurato, migliore in campo al termine di una grande partita fatta di botte subite e sacrificio. Dal momento del gol in poi, tuttavia, la Piccardo Traversetolo perde progressivamente terreno, fino a farsi attaccare ripetutamente nei minuti finali. Nella ripresa, infatti, si invertono i ruoli interpretati dalle squadre nel primo tempo: ora è il Fontana Audax a fare la partita, mentre la Piccardo riparte in contropiede. Si rendono pericolosi - entrambi di testa - Aradotti (58’) e Mazzini (69’). La Piccardo non si disunisce e, dopo aver retto gli attacchi avversari, si allunga in ripartenze micidiali: Picchi ne orchestra una al 74’, portando palla per una settantina di metri. Il tiro che avrebbe chiuso la partita capita sul piede di Modafferi, ma Angelino colpisce il palo interno. I gialloneri resistono stoicamente anche dopo la seconda ammonizione che l’arbitro recapita a capitan Margini (78’). Nota a margine: la direzionale arbitrale non è stata insufficiente, anzi, lasciano perplessi solo i ben nove cartellini gialli mostrati in una partita tutt’altro che cattiva. Gli ultimi tentativi del Fontana Audax, tuttavia, non impensieriscono Medioli e nemmeno Parapani in contropiede modifica il risultato: finisce 0-1 per la Piccardo.

La partita, spaccata nei due tempi in modo quasi clamoroso, è ben fotografata dalla statistica sui tiri: 3 a 7 nella prima frazione, 8 a 5 nella seconda. La Piccardo ha forse tenuto meglio il campo (54% di possesso palla), ma ha passato brutti momenti durante l’assedio del Fontana. La differenza l’ha fatta, come spesso accade, la qualità dei singoli. I dati raccolti su GoalShouter.com evidenziano come i tiri delle due squadre siano stati scoccati da una distanza media pressoché identica: una squadra ha segnato, l’altra no. La squadra che ha segnato, ha vinto.

Tre punti fondamentali questi per la Piccardo: hanno vinto tutte le prime sette e il campionato è sempre più spaccato. I ragazzi di patron Scrinzi sono sempre al secondo posto a meno quattro dal Pallavicino, mentre il Fontana Audax ha 23 punti a centro classifica. Nel prossimo turno i gialloneri ospiteranno il Cervo Collecchio, mentre il Fontana giocherà a Montecchio.


19 GIORNATA

 

CRONACA DELLA PARTITA

Il cammino verso l’Eccellenza della Piccardo Traversetolo riprende con passo giusto: la prima gara del 2017 coincide con un immediato ritorno alla vittoria contro un Fidenza ostico, su un campo reso duro dal grande freddo.

Nonostante le condizioni climatiche estreme, la squadra di casa parte forte, guadagnando ben tre calci d’angolo nel quarto d’ora d’avvio. Sugli sviluppi di una palla ferma nasce il gol del vantaggio: Casisa ribadisce in rete dopo un mucchio selvaggio in area di rigore. Il regista giallonero (oggi coinvolto in una sfida di famiglia) è uscito precocemente dal campo a causa di un fastidio muscolare e l’ingresso di Mbersi ha reso la Piccardo ancora più offensiva. Per tutto il primo tempo, infatti, i ragazzi di Mister Bazzarini hanno tentato di segnare il gol del raddoppio che avrebbe chiuso la partita. Ci provano ripetutamente Picchi e Martini; anche Chiurato al 42’ va vicinissimo al gol dopo un aggancio raffinato in corsa e un diagonale uscito di poco.

Nella ripresa la Piccardo abbassa un po’ i ritmi e si limita a controllare la partita. Kassi è il giocatore più pericoloso del Fidenza, che ne sfrutta la grande velocità in contropiede. La rapidità della retroguardia giallonera, tuttavia, permette a Medioli di passare una giornata tranquilla. Una Piccardo guardinga e attenta a proteggere il risultato va vicina al raddoppio all’85’, quando per poco non si chiude il triangolo tra Franciosa e Chiurato, che avrebbe liberato il primo davanti a Tabloni. Il pericolo più grande creato dagli ospiti, invece, è sul finire di partita: Sanella spreca con un tiro fiacco. Il finale è da moviola: alla Piccardo viene annullato un gol (di Mbersi, innescato perfettamente da Modafferi) per fuorigioco. Tabloni, di conseguenza, batte la punizione per un ultimo, disperato tentativo di pareggiare i conti. L’estremo difensore ospite, però, calcia la palla contro Chiurato, che segna a porta sguarnita. L’arbitro, girato e con la testa ancora al fuorigioco, non vede e non convalida. La partita termina dunque 1-0.

Una vittoria meritata per i gialloneri, che confermano le grandi aspirazioni di fine 2016. Un possesso palla schiacciante ha limitato il Fidenza alle ripartenze: troppo poco per impensierire una delle difese migliori del campionato.

Nel prossimo turno la Piccardo è impegnata sul difficile campo del Fontana Audax, mentre il Fidenza ospiterà il Pallavicino.


18 GIORNATA

 

CRONACA DELLA PARTITA

Il big match del “Gianni Morelli” di Brescello si conclude con un pareggio che serve a poco ad entrambe le squadre: i padroni di casa rimangono solo alla soglia della zona Playoff, mentre gli ospiti vedono il Pallavicino raddoppiare il vantaggio, passato da due a quattro punti, in testa alla classifica.

Il freddo pungente e la fitta nebbia aiutano a rendere la partita, almeno inizialmente, piuttosto bloccata: è la Piccardo a giocare meglio nei primi minuti. Martini si rende più volte pericoloso dalle parti di Oppici. Il Brescello si affaccia con continuità nella metà campo avversaria solo dopo una ventina di minuti. Il primo tempo, tuttavia, si conclude senza occasioni clamorose, né da una parte né dall’altra. Sblocca la partita Cornali, al 50’: il neo-entrato ribadisce in rete un cross deviato almeno tre/quattro volte e porta avanti i padroni di casa. L reazione della Piccardo è furiosa: Martini colpisce una traversa incredibile, Picchi, Modafferi e D’Urso non inquadrano la porta, ma il gol del pareggio è nell’aria. E così, al 63’, una conclusione sporca di D’Urso viene trasformata in oro da Modafferi, che da vero bomber da area di rigore pareggia i conti. E’ una Piccardo davvero dominante, che in questa fase della partita costruisce una valanga di occasioni da gol (i ragazzi di Mister Bazzarini finiranno la partita con venti tiri verso la porta avversaria, di cui nove nello specchio, dati GoalShouter). Al 72’, in particolare, Oppici si rende protagonista di un doppio intervento clamoroso su Martini prima e su D’Urso poi. Con l’espulsione per doppia ammonizione di Gozzi, la Piccardo tenta il tutto per tutto, ma la palla proprio non vuole entrare. Al 90’ viene espulso per somma di cartellini anche D’Urso: ristabilita la parità numerica, la partita finisce 1-1.

Si morde le mani la Piccardo: il non aver capitalizzato le tante occasioni avute potrebbe costar caro in futuro. La squadra si è comunque dimostrata più che in salute, andando sul campo di un’ottima squadra come il Brescello a fare la partita.

Nel prossimo turno, la Piccardo Traversetolo ospiterà il Fidenza, mentre il Brescello andrà a Montecchio.


17 GIORNATA

 

CRONACA DELLA PARTITA

In una delle tante sfide parmigiane di questo girone di Promozione, la Piccardo Traversetolo ha avuto la meglio su un Marzolara coriaceo. I padroni di casa hanno dominato il primo tempo, lasciando nel secondo agli ospiti la speranza di poter pareggiare una partita chiusa dopo mezz’ora.

Le oltre duecento persone anche oggi accorse al “Tesauri” di Traversetolo sono state rispettosamente in silenzio durante il minuto di raccoglimento in onore del padre del direttore generale giallonero Giuliano Gandolfi.

Da segnalare anche uno striscione celebrativo per Angelo Modafferi: il bomber della Piccardo è reduce dal 200esimo gol in carriera.

Fin dai primi minuti, la Piccardo vuole imporre il proprio ritmo: al 6’ Martini mette una gran palla in mezzo, ma nessuno devia in rete. Tre minuti più tardi, ci pensa lo stesso ex Cervo: Chiurato conduce al meglio il contropiede, serve con un cross delizioso Martini che gira di testa sul palo lontano. I gialloneri tentano più volte il raddoppio, che arriva al 22’. La fantasia di Modafferi libera al cross Guareschi. Colacicco respinge coi pugni facendo schizzare la palla addosso a D’Urso, che controlla e batte a rete. Il 2-0 non sazia i ragazzi di Bazzarini, che prima del 30’ tirano altre tre volte verso la porta del Marzolara, con Chiurato, Martini e Tiberini. Dalla mezz’ora in poi, tuttavia, la squadra di Mister Bazzarini spegne la luce e il Marzolara mette la testa fuori dalla propria metà campo. Con una Piccardo disattenta di fase d’impostazione si apre anche il secondo tempo: la difesa guidata da Margini tiene. Fino al 64’, quando Tiberini commette fallo ai danni di Bruschi in area di rigore. Gli ospiti reclamano per il secondo giallo al centrale classe ’97, che l’arbitro non concede. Dal dischetto Poka dimezza lo svantaggio e sveglia anche la Piccardo, che a cavallo tra primo e secondo tempo ha quasi smesso di giocare. Il Marzolara, riversato in avanti, ci prova col cuore e reclama tutto e di più al direttore di gara. La Piccardo resiste e potrebbe chiudere la gara in contropiede con Modafferi, ma, scaduti anche i 5’ di recupero, tra la nebbia che nel frattempo ha avvolto Traversetolo, finisce 2-1.

Un risultato tutto sommato giusto, che rispecchia la differenza di valore tra le due squadre. Va comunque dato merito al Marzolara di aver creduto nel pareggio fino all’ultimo, rendendo la partita godibile e tutt’altro che noiosa. Il 62% di possesso palla e i 12 tiri in porta dei padroni di casa (contro i 4 degli ospiti, dati GoalShouter) rivelano la maggior facilità con cui la Piccardo ha costruito azioni pericolose.

Con questa vittoria, la Piccardo chiude il girone d’andata a 40 punti, a due lunghezze dal Pallavicino capolista. Il Marzolara, invece, occupa il posto più nobile nella zona Playout.

Nel prossimo turno, la Piccardo Traversetolo farà visita al Brescello in uno scontro di vertice, mentre il Marzolara cercherà di fare punti in casa del Fontana Audax.


16 GIORNATA

 

CRONACA DELLA PARTITA

L’importante sfida di Calerno tra Montecchio e Piccardo Traversetolo si è conclusa con una meritata vittoria degli ospiti grazie alle rete numero 200 in carriera del neo-acquisto Angelo Modafferi, che tornato nella società giallonera ha subito ricordato ai vecchi tifosi di cosa è capace.

Gli spettatori e gli atleti si raccolgono, prima della partita, in un sentitissimo minuto di raccoglimento in memoria dei giocatori della Chapecoense. Nonostante il campo pesante, le due squadre partono forte: tirano nei primi dieci minuti Fanelli, Picchi e Modafferi. La prima vera occasione della gara al 21’ con Bertolini, ma pochi minuti dopo la Piccardo passa in vantaggio. Modafferi sfrutta il solito grande lavoro sporco di Chiurato e, anche a seguito di un rimpallo, mette alle spalle di Bolzoni. E’ grande festa per il numero 10 giallonero, all’esordio stagionale con la Piccardo, dopo una prima parte di stagione da 8 reti. Si fa vedere, tra i padroni di casa, Tazzioli: il suo tiro è ben controllato da Piazza. Il primo tempo si colora di tinte giallonere sempre più: al 37’ Tagliafierro calcia a lato di poco, mentre un minuto dopo una bella azione degli attaccanti di Mister Bazzarini è vanificata da un bell’intervento della retroguardia avversaria. Le battute finali della prima frazione meritano una menzione: battibecco nell’area ospite per un presunto rigore, Piazza rinvia velocemente e Chiurato è lanciato a rete. L’arbitro fischia due volte e manda le squadre negli spogliatoi. Ed è così che arriva il secondo tempo: il Montecchio, guidato da Migliaccio, tenta senza successo di pareggiare. I tentativi dei padroni di casa vengono sempre respinti dalla miglior difesa del campionato: quella giallonera, guidata da capitan Margini, è una vera e propria linea insuperabile. Né gli ingressi di Piro e Foresta né i tiri dalla distanza di Tazzioli sorprendono un attento Piazza. La partita si innervosisce col passare dei minuti e anche sugli spalti si registrano animi caldi. L’ultima occasione della partita è degli ospiti, con Casisa che colpisce il legno con il solito tiro da fuori.

La Piccardo porta a casa tre punti fondamentali, che le permettono di rimanere a -2 dal Pallavicino capolista. Avendo il Carignano pareggiato, inoltre, la squadra del patron Scrinzi avanza al secondo posto ed è pure l’unica ad aver vinto tutte e cinque le ultime partite di campionato. Il Montecchio, invece, proprio non riesce ad alzare la testa e rimane imbottigliato nel centro della classifica.

Il migliore in campo è stato Angelo Modafferi: la settimana perfetta del bomber giallonero si è chiusa con il gol n. 200 in carriera. I neo-compagni di squadra hanno festeggiato questo traguardo storico con una maglia celebrativa. Si tratta di un ritorno il suo: aveva già giocato per i gialloneri nella stagione 2014-2015 in Prima Categoria. Modafferi ha comunque voluto sottolineare a Piccardo TV quando fosse più importante la vittoria della squadra che i suoi traguardi personali.

Il prossimo turno vede il Montecchio ospite del Fidenza, mentre a Traversetolo sarà di scena il Marzolara.


15 GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA

La migliore Piccardo della stagione distrugge la forte Agazzanese ben oltre il punteggio di 3-1: la partita di Traversetolo ha infatti visto la squadra del patron Scrinzi dominare in lungo e in largo nonostante la caratura dell’avversario.

Pronti-via subito palla gol per la Piccardo: un bel cross di Guareschi è solo sfiorato da Chiurato. Entrambe le squadre, nel pre-partita, lamentavano assenze, che non si sono quasi fatte sentire: Medioli e Martini da una parte, Galli e Burgazzoli dall’altra. Un isperato sole e un arbitraggio di livello hanno garantito una partita più che piacevole, giocata ad alti ritmi. D’Urso è il più attivo dei padroni di casa: al 18’ schiaccia di testa a lato di pochissimo, mentre al 30’ porta avanti la Piccardo. Ancora su corner, è il 7 giallonero il più lesto a liberarsi delle marcature e mettere alle spalle di Lupi in tuffo di testa. Il primo tempo è pressoché dominato dai padroni di casa; gli ospiti si rendono pericolosi solo grazie ad un tiro di Delfanti al 43’. Non dissimile è la ripresa, con la Piccardo molto concentrata e attenta ad interpretare il piano-partita secondo i dettami di Mister Bazzarini. In due minuti arrivano al tiro Casisa, D’Urso e Picchi, ma la compagine di Traversetolo non riesce a chiudere la partita. Merito anche all’Agazzanese, che fino al 79’ tiene in piedi una partita che poteva avere un passivo ben maggiore. A undici dalla fine, tre minuti dopo l’espulsione per un brutto fallo di Alberici, la Piccardo raddoppia. Nani scivola e lascia Mbersi davanti a Lupi. L’esterno albanese salta l’estremo difensore avversario, che lo stende: il rigore verrà trasformato magistralmente da Picchi. Situazione identica all’83’, quando Piazza e Guareschi non si capiscono e l’arbitro è costretto a concedere la massima punizione

agli ospiti. Dal dischetto trasforma Delfanti. La Piccardo, tuttavia, ha un’ottima reazione e dopo aver provato a chiudere la partita con Parapani e Picchi ci riesce con (di nuovo) D’Urso. Un altro errore di Nani lancia il centrocampista giallonero verso la porta avversaria. Solo dopo una cavalcata di svariati metri, D’Urso mette in rete mettendo il punto esclamativo su una vittoria che manda un messaggio alle altre pretendenti al campionato: chi vuole vincere questa Promozione dovrà passare da Traversetolo.

Molto soddisfatti a fine partita Casisa e D’Urso, il migliore in campo. Anche Mister Bazzarini si è detto contento dello spirito e della concentrazione profusi in campo dai suoi ragazzi.

La classifica vede sempre il Pallavicino davanti, a +1 su Carignano che a sua volta ha un punticino di vantaggio sulla Piccardo. Prove di fuga per questo terzetto, siccome al quarto posto il Brescello dista quattro lunghezze dalla Piccardo. L’Agazzanese scivola a -1 uno da questi ultimi, al quinto posto, accompagnata dal Monticelli.

Il prossimo turno vede la Piccardo in trasferta sul difficile campo del Montecchio, mentre l’Agazzanese ospiterà Il Cervo Collecchio. 


14 GIORNATA

20/11/2016 - Stadio S. Pertini, Langhirano (PR)

LANGHIRANESE - PICCARDO TRAVERSETOLO      0 - 1


FORMAZIONI

Piccardo Traversetolo:Piazza, Tiberini (44’, Porta), Picchi, Casisa, Santurro, Margini, D’Urso, Tanzi, Chiurato, Tagliafierro, Martini (69’, Parapani)

A disposizione: Chiarello, Mangiameli, Grillo, Lupica, Mbersi

Langhiranese: Mingardi, Chierici, Trevisan, Kone, Tarasconi, Sorianini, Barone (80’, Anarfi), Truffelli (58’, Babboni), Anceschi, Lacerra (76’, Aracri), Roncarati

A disposizione: Pagani, Dalla Fiora, Ceci, Ughetti


RETI

49' Chiurato (P)


ARBITRO

Sig. Antonio Manfra (sezione di Parma)

Sig. Luigi Rinaldi (sez. di Modena), Gabriele Fontanella (sez. di Modena)


CRONACA DELLA PARTITA

Il derby parmigiano tra Langhiranese e Piccardo Traversetolo ha visto la compagine giallonera vincere di misura sui padroni di casa, che con il cuore hanno provato a fermare - nella nebbia del “Pertini” – la squadra di Mister Bazzarini.

La Piccardo rispetta da subito i favori del pronostico e, nonostante non abbia messo in luce il gioco frizzante visto in altre occasioni, ha tenuto a bada un avversario ostico. D’Urso impensierisce subito il portiere avversario; pochi minuti un suo cross interessante non viene capitalizzato: la mezzala giallonera dimostra di essere in un periodo di grande forma. I padroni di casa si fanno sentire attraverso numerosi falli, uno dei quali obbliga Tiberini a lasciare il posto a Porta. Non a caso i grigiorossi finiranno la partita con ben sei sanzionati. Ci provano il solito Picchi dalla distanza, Martini su punizione, Tanzi dal limite, e anche Truffelli è pericoloso, ma la palla proprio non entra e il primo tempo si chiude a reti inviolate. Il secondo tempo si apre con la rete di Chiurato che deciderà l’incontro: Porta scappa via sulla fascia destra, mette al centro un pallone interessante che Chiurato incorna. Mingardi para, ma sulla ribattuta il bomber giallonero è il più lesto di tutti a ribadire in rete. Vantaggio che, come detto, gli ospiti portano fino al 90’: a nulla servono i tentativi caparbi della Langhiranese. L’ultima occasione per i padroni di casa è sui piedi di Roncarati, che entrato in area all’86’ non trova la porta.

Si chiude così una partita piuttosto cattiva, molto frammentata da diversi falli in mezzo al campo. La Piccardo non ruba nulla e continua la propria corsa verso la vittoria del campionato, mentre la Langhiranese rimane a centro classifica.

Prossimo turno fondamentale per entrambe le squadre: la Langhiranese visiterà il Cervo per ottenere punti importanti, mentre la Piccardo Traversetolo ospiterà l’Agazzanese in uno scontro al vertice che promette scintille.

La squadra del patron Scrinzi sarà però impegnata già mercoledì in Coppa: a Traversetolo arriva il Montecchio per uno scontro da dentro-fuori.


13 GIORNATA

13/11/2016 - Centro Sportivo "S. Tesauri", Traversetolo (PR)

PICCARDO TRAVERSETOLO - BORGO SAN DONNINO      2 - 1


FORMAZIONI

Piccardo Traversetolo: Medioli, Picchi, Guareschi, Grillo (78’, Parapani), Tiberini, Santurro, D’Urso, Tanzi, Chiurato, Tagliafierro (54’, Schiaretti), Martini

A disposizione: Piazza, Porta, Avanzini, Mbersi, Pagano

Borgo San Donnino: Spanu, Donati, Barti, Cattri (82’, Maggi), Delazzari, Seregaroli, Modafferi (70’, Rabbi), Billone, Montali, Dattaro (69’, Ibrahimi), Camara

A disposizione: Cortesiano, Marchignoli, Ciccotto, Libertella


RETI

23' Donati (B), 48' rig. Martini (P), 89' Picchi (P)


ARBITRO

Sig. Raffaele Manuel Padula (sezione di Bologna)

Sig. Domenico Selvaggio (sez. di Parma), Emanuele Zappavigna (sez. di Parma)


CRONACA DELLA PARTITA

Il “Tesauri” di Traversetolo ospita l’ennesima grande partita di questo campionato: a far visita alla Piccardo Traversetolo terza in classifica è il Borgo San Donnino, fresco vincitore del campionato di Prima Categoria proprio con Mister Bazzarini in panchina.

Il tridente pesante schierato dai gialloneri (Martini, Chiurato, Tagliafierro) ha un ottima controparte nella linea delantera dei bianco-azzurri, con Dattaro, Montali, Camara e Modafferi. Spettacolo ed emozioni che fioccano: alla primissima azione della partita, gli ospiti devono respingere sulla linea la conclusione di Tanzi. Al 7’ una grave indecisione del direttore di gara manda su tutte le furie gli ospiti: prima viene assegnato loro un rigore, poi trasformato in punizione. Rivedendo le immagini, è chiaro come il contatto avvenga fuori dall’area di rigore, ma l’arbitro perde il controllo di una partita tutt’altro che cattiva, finita però con sei ammonizioni e tre espulsioni. Al 23’ la Piccardo si fa trovare impreparata su una rimessa laterale battuta velocemente dal Borgo: Donati calcia sul palo lontano e segna un gran gol. Sotto di una rete, la Piccardo si rende pericolosa specialmente grazie alle combinazioni tra il trio d’attacco, la cui intesa sale partita dopo partita. Dopo diversi tentativi, Martini segna dal dischetto proprio quando il Borgo si vedeva già in vantaggio negli spogliatoi. La partita cambia pochi minuti dopo che l’arbitro ha comandato la ripresa delle ostilità: Guareschi cade nell’area avversaria, simulando secondo l’arbitro, che estrae il secondo cartellino giallo ed espelle il terzino giallonero. Ecco dunque che il Borgo ci prova con Montali, il più attivo in attacco, ma

la rete difensiva progettata da Mister Bazzarini tiene bene. La partita cambia di nuovo al 66’: Donati viene espulso per doppia ammonizione e viene ristabilita la parità numerica. Al 72’ gli scenari cambiano di nuovo: Camara si fa espellere lasciando nove compagni a difendere contro una Piccardo che ora prova il colpo grosso. Preme la squadra di casa e, nel momento di massimo sforzo offensivo, trova il gol del vantaggio. La caparbietà di Parapani tiene vivo un pallone sulla fascia sinistra, Picchi riceve, salta un uomo e lascia partire un bolide che finisce la sua corsa all’incrocio dei pali. Un grandissimo gol dell’esterno giallonero, che si ripete dopo la punizione-capolavoro di domenica scorsa a Busseto. Un’esecuzione che vale tre punti pesantissimi nella corsa alla vittoria del campionato.

Dopo una vittoria meritata contro un avversario ostico, la Piccardo Traversetolo non perde così il passo dalle altre di testa: il trenino è guidato dal Pallavicino (quota trenta punti) e seguono, tutte distanziate di un punto, Carignano, Piccardo, Brescello ed Agazzanese.

Il prossimo turno vedrà la Piccardo impegnata a Langhirano, mentre il Borgo San Donnino (fermo a metà classifica) ospiterà il Montecchio. 


12 GIORNATA

06/11/2016 - Stadio "F. Cavagna", Busseto (PR)

PALLAVICINO - PICCARDO TRAVERSETOLO      0 - 2


FORMAZIONI

Piccardo Traversetolo:  Medioli, D’Urso, Picchi, Casisa, Tiberini, Margini, Guareschi, Tanzi, Chiurato (62’, Santurro), Tagliafierro (92’, Schiaretti), Martini (77’, Parapani)

A disposizione: Piazza, Porta, Avanzini, Mbersi.

Pallavicino:  Boccalini, Cremona (64’, Corbellini), Bertelli, Mancini, Batchouo, Mancastroppa (83’, Nadotti), Costantino (73’, Sghia), Cardillo, Cossetti, Corbari, Pellegrini

A disposizione: Menta, Mosca, Pericotti, Cabrini


RETI

31' Picchi (PT), 83' Parapani (PT)


ARBITRO

Sig. Ciro Aldi (sez. di Finale Emilia)

Sig. Giovanni Ziveri (sez. di Parma), Valentina Di Nisio (sez. di Modena)


CRONACA DELLA PARTITA

Il big match della dodicesima giornata tra Pallavicino e Piccardo Traversetolo è stato vinto con merito dai gialloneri, che nonostante la lunga trasferta hanno giocato in modo offensivo lasciando le briciole agli avversari.

Mister Bazzarini schiera il trio pesante davanti: Martini, Tagliafierro e Chiurato insieme, sintomo della volontà di voler attaccare da subito senza accontentarsi del pareggio. Non a caso, dunque, dopo un primo quarto d’ora piuttosto equilibrato, gli ospiti prendono fiducia e costringono gli avversari a calciare da fuori. La Piccardo, intelligente nella marcatura di Cardillo, regista e capitano avversario, passa in vantaggio: al 31’ una grande punizione dai trenta metri di Picchi si infila sotto l’incrocio dei pali. I tentativi del Pallavicino sono sporadici e affidati alle palle ferme, come una punizione bloccata da Medioli al 41’ calciata da Cardillo. Nel primo tempo è passata in vantaggio la squadra che ha maggiormente cercato di incidere, sebbene la forza della capolista Pallavicino si è notata. La ripresa si apre con una super- occasione non sfruttata dagli ospiti: un grande cross di Guareschi non è convertito in rete né da Chiurato né da Tagliafierro. Il Pallavicino tenta di pareggiare: Cossetti e Corbari sono i più pericolosi dalle parti di Medioli. Al 60’ episodio chiave: Margini, già ammonito, calcia via la palla a gioco fermo. L’arbitro applica il regolamento e ammonisce per la seconda volta il capitano giallonero, che si dispera tornando negli spogliatoi. Si preannuncia una mezzora di sofferenza per gli ospiti, che però reggono bene all’assalto del Pallavicino. Con il passare dei minuti, i ragazzi di Mister Piscina si sbilanciano sempre più: la Piccardo punisce e chiude la partita. All’83’ Casisa batte velocemente una punizione in mezzo al campo, la difesa del Pallavicino è incredibilmente impreparata e il neo-centrato Parapani buca Boccalini dopo una

galoppata solitaria. Inutili gli ultimi tentativi dei padroni di casa: Bertelli colpisce la traversa a tempo scaduto con un bel tiro dalla sinistra. Finisce 0-2, da segnalare gli animi tesi di alcuni giocatori rientrando negli spogliatoi a fine partita.

Grande prestazione di Alessandro Tanzi, giovane centrocampista della Piccardo classe ’98, che al rientro da un infortunio muscolare sta giocando ad alti livelli.

La grande vittoria nel derby parmigiano di alta classifica porta la Piccardo due punti sotto al Pallavicino, con il Carignano frapposto tra biancoazzurri e gialloneri.

Il prossimo turno vede il Pallavicino impegnato sul campo del Fontana Audax, mentre la Piccardo ospiterà il Borgo San Donnino. 


11 GIORNATA

30/10/2016 - Centro Sportivo "S. Tesauri", Traversetolo (PR)

PICCARDO TRAVERSETOLO - CARIGNANO      1 - 2


FORMAZIONI

Piccardo Traversetolo:  Medioli, Tiberini (54’, Mbersi), Guareschi, Casisa, Schiaretti, Margini, D’Urso, Tanzi (74’, Avanzini), Tagliafierro (82’, Chiurato), Picchi, Martini

A disposizione: Piazza, Santurro, Parapani, Pagano

Carignano:  Araldi, Orzi, De Angelis, Pioli, Graziano, Conti, Rossetti (70’, Fiordelmondo), Tognoni, Tommasini, Pin (54’, Belli), Mantelli (84’, Gratis)

A disposizione:  Di Grazia, Gatti, Cortellazzi, Orlandi


RETI

44' Tognoni (C), 64' Tagliafierro (P), 86' Graziano (P)


ARBITRO

Sig. Riccardo Morucci (sez. di Modena)

Sig. Gandolfo Vergottini (sez. di Modena), Luigi Rinaldi (sez. di Modena)


CRONACA DELLA PARTITA

Il big match di Traversetolo tra Piccardo e Carignano rispecchia le attese: una partita frizzante, ad alto ritmo, molto intensa ed agonistica. Se nel complesso hanno giocato meglio i padroni di casa, gli ospiti portano a casa i tre punti, sfruttando le uniche occasioni avute.

La prima mezz’ora è a tinte giallonere: un bel dialogo palla-a-terra tra Martini e Tagliafierro libera quest’ultimo alla conclusione, ma Araldi respinge in tuffo (17’). Col passare dei minuti, però, la partita diventa più equilibrata e anche il Carignano comincia ad affacciarsi nella metà campo avversaria. Al 42’ si rendono di nuovo pericolosi i padroni di casa: Tagliafierro assiste bene D’Urso, il cui tiro finisce di poco a lato. Due minuti dopo gli ospiti sbloccano (a sorpresa) il risultato: un contropiede ben imbastito da Mantelli libera alla conclusione dai trenta metri Tognoni. La palla si infila all’angolino destro, Medioli non vede partire il tiro e gli ospiti tornano negli spogliatoi in vantaggio. Il gioco, nel secondo tempo, è ancor più incanalato nel binario Piccardo. Il gol di Tagliafierro (di testa al 64’, su gran cross di Casisa) è il giusto coronamento di una grande mole di gioco creata dalla squadra di Mister Bazzarini. I padroni di casa, tuttavia, non riescono a portarsi in vantaggio: capitano due buone occasioni sui piedi di Tagliafierro prima e Mbersi poi, ma entrambi sbagliano l’ultimo passaggio. Parafrasando la più antica regola del calcio, se tante volte vai solo vicino a segnare, il gol viene segnato dagli avversari: così accade. All’86’, sfruttando un calcio d’angolo piuttosto dubbio, Graziano trova la deviazione vincente dopo diversi rimpalli. La Piccardo si ritrova di nuovo sotto immeritatamente e a nulla serve il tentativo di forcing nel finale. Il Carignano espugna Traversetolo col risultato di 1-2.

Una partita molto intensa, nella quale il pareggio sarebbe andato addirittura stretto alla Piccardo, ha visto, in un modo o nell’altro, trionfare i giallorossi di Carignano. Sconfitta che, proprio per come è maturata, ha generato delusione e frustrazione nei giocatori della Piccardo, come ha sottolineato capitan Margini nel post-partita ai microfoni di Piccardo TV. Mister Bazzarini si è invece complimentato con i propri giocatori, che hanno giocato meglio di un avversario ben organizzato.

Il prossimo turno vedrà la Piccardo impegnata in un altro incontro cruciale: a Pallavicino contro la capolista. Il Carignano, invece, ospiterà il Montecchio. 


10 GIORNATA

23/10/2016 - Viarolo (PR)

VIAROLESE - PICCARDO TRAVERSETOLO      1 - 1


FORMAZIONI

Piccardo Traversetolo:  Medioli, Tiberini (79’, Avanzini), Guareschi, Casisa, Schiaretti, Santurro, D’Urso, Tanzi (69’, Mbersi), Tagliafierro (89’, Parapani), Picchi, Martini

A disposizione: Piazza, Porta, Mangiameli, Pagano

Viarolese:  D’Apolito, Catelli (58’, Suffiano), Donati, Caldo, Canzian, Riccardi, Pescina, Lavezzini (62’, Frigeri), Montali (81’, Gargano), Talignani, Cavalli

A disposizione:  Bardiani, Maccini, Eva, Ranieri


RETI

45' Tagliafierro (P), 67' Canzian (V)


ARBITRO

Sig. Alessio Vincenzi (sez. di Bologna)

Sig. Alberto Amoroso (sez. di Piacenza), Fabio Bicocche (sez. di Ravenna)


CRONACA DELLA PARTITA

Una Piccardo Traversetolo reduce da cinque vittorie consecutive non riesce ad andare oltre l’ottima prestazione della Viarolese che, a dispetto della classifica, ha ben giocato le proprie carte, costringendo i gialloneri al pareggio.

La partita è, fin dalle prima battute, combattuta e intensa. La Viarolese rinuncia a muovere la palla, passando per i piedi di Caldo e Riccardi. La Piccardo, la squadra più tecnica, ha impiegato diverso tempo ad adattarsi alle condizioni non perfette del terreno di gioco. La prima occasione, dopo diverse conclusioni che hanno solo scaldato le mani degli estremi difensori, è al 30’: il tiro di capitan D’Urso è però respinto da D’Apolito e nessun giocatore della Piccardo riesce a ribadire in rete. Proprio sul finire di una prima frazione che ha visto l’intensità calare col passare dei minuti, arriva il gol degli ospiti. Casisa calcia in porta una punizione da posizione defilata, D’Apolito respinge, ma il più lesto di tutti sulla palla vagante è Tagliafierro, che con una bella acrobazia porta avanti la Piccardo. Il secondo tempo, anche a causa della pioggia che ha reso il campo pesante, è più noioso del primo. Le squadre si alternano nel possesso della palla e nemmeno le forze fresche dei padroni di casa riescono a cambiare la partita. E’ per questo che l’incornata di Canzian al 67’ risulta un fulmine a ciel sereno. La Piccardo vede riaperta una partita che sembrava non avesse più nulla da dire. La formazione di Mister Bazzarini si riversa dunque in avanti, alla ricerca di un nuovo vantaggio, sbattendo però contro il muro della Viarolese. I padroni di casa non si accontentano e al 77’ solo una doppia grande parata di Medioli tiene la partita in equilibrio. La costante spinta offensiva della Piccardo non si concretizza negli ultimi metri, dove i gialloneri arrivano più volte con le idee confuse.

Per questo il risultato finale di 1-1 è corretto: la Piccardo ci ha provato di più, ma la Viarolese ha giocato col cuore strappando un punto importante.

La squadra del patron Scrinzi vede allontanarsi il Pallavicino in vetta alla classifica, mentre per la Viarolese è un importante passo verso la salvezza.

Il prossimo turno vedrà la Piccardo Traversetolo impegnata nello scontro al vertice col Carignano, mentre la Viarolese farà visita al Fontana Audax. 


9 GIORNATA

16/10/2016 - Centro Sportivo "S. Tesauri", Traversetolo (PR)

PICCARDO TRAVERSETOLO - BASILICA 2000      2 - 0


FORMAZIONI

Piccardo Traversetolo:  Medioli, Tiberini, Guareschi, Casisa, Schiaretti, Margini (89’, Santurro), D’Urso, Pagano (56’, Mbersi), Tagliafierro, Picchi, Martini (76’, Parapani)

A disposizione: Piazza, Porta, Grillo, Chiurato

Basilica 2000:  Bertani, Guareschi, Imperiale, Ferrario (74’, Melloni), Barbario, Bottazzi, Petito, Corsaletti (54’, Pingiotti), Dedja (53’, Milazzo), Addona, Zoina

A disposizione:  Biagini, Reggiani, Riccò, Tedoldi


RETI

18' Picchi (P), 41' Tagliafierro (P)


ARBITRO

Sig. Edoardo Moruzzi (sez. di Modena)

Sig. Matteo Panizzi (sez. di Parma), Francesco Rizzo (sez. di Bologna)


CRONACA DELLA PARTITA

Una partita a senso unica quella del “Tesauri”: la Piccardo Traversetolo ha dominato per tutti i 90’, ben oltre ciò che dice il punteggio. I gialloneri si sono accontentati di gestire il vantaggio nella ripresa, premendo meno sull’acceleratore.

Fin dalle prime battute, si intuisce subito quale sarà l’andamento della gara: il Basilica 2000 cerca prima di difendersi con un atteggiamento alquanto guardingo, per poi tentare di far male in ripartenza. La Piccardo, tuttavia, ha studiato bene la gara e la supremazia territoriale dei ragazzi di Bazzarini non è mai stata messa in dubbio. Al 18’ arriva il gol del vantaggio: una bella palla di Martini libera Picchi, che entra in area dalla sinistra. La mezzala calcia tra le gambe del portiere e porta avanti i gialloneri. Il ritmo della gara è alto ad intermittenza, evidentemente le squadre non hanno grande brillantezza dopo il turno infrasettimanale. Arriva verso la fine del primo tempo il raddoppio: un’altra palla intelligentissima di Martini libera Tagliafierro sulla destra. L’attaccante ex Bagnolese non ci pensa due volte, studia il rimbalzo del pallone e lascia partire una traiettoria perfetta che scavalca Bertani e termina in rete. Un gol bellissimo che, di fatto, chiude la partita. Nella ripresa, infatti, neanche i cambi aiuteranno il Basilica a mettere con continuità la testa fuori dalla propria metà campo. Man mano che ci si avvicina al 90’, la partita cala di intensità e anche le emozioni si diradano. Da segnalare solo una bella azione della Piccardo conclusa da Parapani all’88’: il tiro del neo-entrato, però, è parato.

La Piccardo ha totalizzato 9 tiri (5 dei quali nello specchio) contro i 3 – nessuno parato da Medioli - degli avversari. A ciò va aggiunto il 60% di possesso palla (dati GoalShouter): la partita può essere facilmente riassunta anche solo da questi numeri.

La Piccardo Traversetolo, con cinque vittorie nelle ultime cinque giornate, è lanciatissima all’inseguimento del Pallavicino capolista. Il Basilica 2000, invece, rimane a 2 punti, immischiato nella lotta salvezza.

Il prossimo turno vedrà la Piccardo di scena a Viarolo, mentre il Basilica 2000 ospiterà il Montecchio. 


7 GIORNATA

12/10/2016 - Centro Sportivo "S. Tesauri", Traversetolo (PR)

PICCARDO TRAVERSETOLO - MONTICELLI      1 - 0


FORMAZIONI

Piccardo Traversetolo:  Medioli, Tiberini, Guareschi, Casisa, Santurro, Margini, D’Urso, Franciosa (18’, Parapani, 91’ Tagliafierro), Chiurato (72’, Martini), Picchi, Mbersi

A disposizione: Piazza, Porta, Schiaretti, Pagano

Monticelli:  Artich, Mozzoni, Rampini, Iaquinta (59’, Piovani), Borchini, Malpeli, Setti (72’, Fontanesi), Fisicaro, Volponi (87’, Orrero), Rabitti, Missorini

A disposizione:  Grassi, Rabotti, Fontana, Ricci


RETI

93' Guareschi (P)


ARBITRO

Sig. Mario Capasso (sez. di Piacenza)

Sig. Maurizio Di Noia (sez. di Modena), Sara Canale (sez. di Parma)


CRONACA DELLA PARTITA

Il pedemontano scontro al vertice tra Piccardo Traversetolo e Monticelli, nel freddo del “Tesauri”, si è concluso con una vittoria tanto drammatica quanto importante per i padroni di casa, che hanno dovuto sudare sette camicie per battere la squadra di Mister Gussoni.

Sarà che le squadre hanno giocato solo pochi giorni fa, sarà la voglia degli allenatori di non scoprirsi, ma la partita stenta a decollare. Il primo tempo, inutile negarlo, è piuttosto privo di emozioni. Solo Rabitti tenta occasionalmente la giocata importante, con la Piccardo che non riesce a trovare l’imbucata giusta una volta arrivata sulla trequarti avversaria. Le uniche occasioni da segnalare sono due belle conclusioni di Picchi. La ripresa, invece, ha tutto un altro copione, per la gioia delle tante persone sugli spalti (tra cui “Il Sindaco” Marco Osio). Le due squadre si aprono ora un po’ di più, lasciando più spazio alla qualità dei vari Casisa, Rabitti, Mbersi a Missorini. La carta che fa saltare il banco è calata da Mister Bazzarini al 72’: entra Ivan Martini, reduce da 8 gol nelle prime 7 di campionato. Il bomber giallonero è una spina nel fianco per la stanca difesa del Monticelli: dopo una grande azione personale, si presenta davanti ad Artich, ma viene rimontato da dietro da un difensore. L’arbitro lo invita a rialzarsi. Al 79’ Martini sfrutta un intelligente velo di Mbersi per liberare uno splendido destro a giro dal limite dell’area, che si stampa contro la traversa. E’ una Piccardo che forse merita qualcosa in più degli avversari, che però non escono mai di partita. Anzi. All’89’ il solito Rabitti manda in porta Missorini orchestrando benissimo un contropiede fulminea, ma la conclusione del numero 11 è ben deviata da Medioli. L’ultima occasione della gara è una punizione

sui piedi di Picchi, dal vertice sinistro dell’area di rigore. Il tiro è violento, Artich non trattiene: Guareschi si lancia sulla ribattuta e insacca.

Un finale incredibile, che poteva veder uscire vincenti entrambe le squadre. Sebbene il pareggio non avrebbe scontentato nessuno, la Piccardo ha avuto il merito di aver tentato di più nella ripresa e, direbbero nel pugilato, ha vinto “ai punti”.

Nonostante il grande ingresso in campo, Martini non riesce a togliere il premio di migliore in campo dalle mani di Rabitti, che ancora una volta ha dimostrato di essere di tutt’altra categoria.

La classifica ora sorride alla Piccardo, anche in virtù del pareggio tra Agazzanese e Pallavicino. I traversetolesi sono secondi a due lunghezze dal Pallavicino, mentre il Monticelli è quarto a quota 16.

Il prossimo turno vedrà la Piccardo ospitare il Basilica 2000, mentre il Monticelli farà visita al Cervo Collecchio. 


8 GIORNATA

09/10/2016 - Campo Comunale Castelnuovo Sotto (RE)

CASTELNOVESE MELETOLESE - PICCARDO TRAVERSETOLO      1 - 2


FORMAZIONI

Piccardo Traversetolo:  Medioli, Picchi, Guareschi, Casisa, Tiberini, Margini, D’Urso, Franciosa, Chiurato, Pagano (45’, Mbersi), Martini (68’, Tagliafierro)

A disposizione: Piazza, Porta, Santurro, Mangiameli, Parapani

Castelnovese Meletolese:  De Ioanni, Greco, Truzzi, Gandolfi, Bigi, Iotti, Terranova, Copelli (77’, Tagoe), Razak (65’, Faye), Orlandini, Cavaliere (52’, Mahmudaj)

A disposizione:  Scalabrini, Battigaglia, Mussini, Mohseni


RETI

37' Terranova (C), 60' rig. Martini (P), 64' Martini (P)


ARBITRO

Sig. Chiara Sengiorgi (sez. di Imola) 

Sig. Alexei Slobodeniuc (sez. di Modena), Svyatoslav Lesyshyn (sez. di Modena)


CRONACA DELLA PARTITA

La partita di Castelnuovo Sotto ha visto la Piccardo Traversetolo dominare il gioco dal 1’ al 90’, lasciando le briciole agli avversari. Il ritmo infernale offerto dagli ospiti alla lunga ha avuto la meglio su un avversario ostico e mai domo.

Nonostante l’ultima posizione in classifica, la Castelnovese-Meletolese ha, almeno nella prima ora di gioco, tentato di creare pericoli dalle parti di Medioli. Se è vero che la Piccardo arrivava con più facilità e continuità sulla trequarti avversaria, è da ammirare il coraggio dei padroni di casa, che hanno giocato a viso aperto contro un avversario ben più quotato. Questa strategia tutt’altro che attendista paga dividendi al 37’ quando un’ottima punizione di Terranova inganna Medioli ed entra a filo del primo palo. La Piccardo sprecona del primo tempo è rinvigorita nella ripresa: anche grazie all’ingresso di un frizzante Mbersi, i gialloneri concluderanno la partita con ben 19 tiri verso la porta avversaria. Al 60’ Martini viene steso nell’area avversaria: la direttrice di gara comanda il tiro dal dischetto. Si presenta dagli undici metri lo stesso Martini, che segna calciando forte sotto la traversa. Il raddoppio pochi minuti più tardi: un bel cross di Guareschi pesca in area lo stesso Martini, che di testa devia alle spalle di De Ioanni. Il vantaggio ospite potrebbe crescere al 78’, quando nel giro di un minuto hanno due buone possibilità sia Mbersi che Tagliafierro. Il punteggio resta tuttavia invariato, con la difesa della Piccardo guidata da capitan Margini che resiste ottimamente all’assedio finale della Castelnovese-Meletolese.

Il migliore in campo è, di nuovo, Ivan Martini. Il bomber giallonero realizza altri due gol e ora, a quota 8, guida la classifica cannonieri del campionato.

La squadra di casa può dirsi soddisfatta per aver tenuto testa ad un avversario così forte: limitando gli errori (come l’ingenuo fallo da rigore), in breve tempo i reggiani

potrebbero rialzare la testa. La Piccardo, invece, grazie alla terza vittoria consecutiva, si porta ambiziosamente al quarto posto.

Nel turno infrasettimanale di mercoledì la Piccardo ospiterà il Monticelli in uno scontro al vertice, mentre la Castelnovese-Meletolese farà visita al Brescello. 


6 GIORNATA

02/10/2016 - Stadio "Del Grosso", San Secondo Parmense (PR)

SAN SECONDO - PICCARDO TRAVERSETOLO      0 - 5


FORMAZIONI

Piccardo Traversetolo:  Medioli, Tiberini, Guareschi, Grillo, Santurro, Margini (88’, Schiaretti), D’Urso (81’, Tagliafierro), Franciosa, Chiurato, Pagano, Martini (69’, Casisa G.)

A disposizione: Piazza, Porta, Barusi, Parapani

San Secondo:  Terenzio, Delnevo, Mainardi (80’, Badiali), Bastoni, Piazza L., Bottioni, Pezzarossa (30’, Balestrazzi), Casisa M., Fornasari (68’, Gualtieri), Lorenzini, Musiari

A disposizione:  Rovito, Giuffredi, Moschini, Melegari


RETI

14' Martini (P), 53' Santurro (P), 63' Martini (P), 77' D'Urso (P), 91' Chiurato (P)


ARBITRO

Sig. Mattia Corianò (sez. di Bologna) 

Sig. Christian Alzapiedi (sez. di Parma), Michele Bonetti (sez. di Piacenza)


CRONACA DELLA PARTITA

Partita a senso unico quella dello Stadio Comunale "Luigi Del Grosso". La Piccardo Traversetolo ha imposto alla gara un ritmo insostenibile per gli avversari, le cui difese sono durate solo un tempo.

I padroni di casa, che nella prima frazione di gioco tentano di rispondere alla mole di gioco della Piccardo, vanno sotto quasi subito. Al 14’, infatti, Martini segna un grandissimo gol su calcio di punizione: mette la palla alla destra dell’incolpevole Terenzio. Lo stesso Martini, al 42’, ha la possibilità di raddoppiare ma il suo tiro è ben parato dall’estremo difensore avversario. Si va all’intervallo sullo 0-1. Se nella prima frazione il San Secondo ha cercato di costruire qualcosa di pericoloso (pur non impensierendo mai Medioli), nella ripresa i gialloneri dominano in lungo e in largo. Al 53’ il gol dello 0-2 è siglato da Santurro, che devia in rete la solita palla al bacio di capitan Grillo. Dieci minuti più tardi, Martini realizza la sua doppietta personale (nonché sesto gol in sei giornate di campionato): questa volta l’assist è del terzino sinistro Guareschi. Non si ferma però la fame di gol della Piccardo Traversetolo: il neo-entrato Casisa batte benissimo una punizione sulla destra e, dimenticato dalla retroguardia del San Secondo, D’Urso segna di testa tutto solo. Ci prova ripetutamente Pagano, ma il classe ’98 non trova la via del gol. Il punto esclamativo su una partita finita da tempo è dunque messo da Chiurato: il bomber giallonero, al 91’, capitalizza al meglio un altro bel cross sul secondo palo di Guareschi.

Ben poco da dire, dunque, sull’esito della gara. Ha vinto la squadra più forte, sempre in grado di affacciarsi con pericolosità sulla trequarti avversaria. Il San Secondo, squadra molto giovane, ha pagato diverse disattenzioni e uno schieramento forse troppo spregiudicato.

La Piccardo Traversetolo si porta in quarta posizione a quota dodici, mentre il San Secondo resta fermo a quota quattro, in piena zona playout.

Domenica prossima la Piccardo farà visita alla Castelnovese-Meletolese, mentre il San Secondo ospiterà il Cervo Collecchio. 


2 GIORNATA

28/09/2016 - Fidenza (PR)

FIDENZA - PICCARDO TRAVERSETOLO      1 - 2


FORMAZIONI

Piccardo Traversetolo:  Medioli, Tiberini, Guareschi, Aga (45’, Pagano), Schiaretti, Margini, Parapani (45’, Grillo), D’Urso, Franciosa (65’, Casisa), Tagliafierro, Martini

A disposizione: Piazza, Porta, Santurro, Groppi

Fidenza:  Tabloni, Di Martino, Lottici (64’, Schiavano), Cazzato, Tourè, Sanella, Sarno (77’, Caporali), Riccò, Premi, Ferrari, Kassi

A disposizione:  Di Martino, Martinelli, Fariss, Panicieri, Maramotti


RETI

23' Premi (F), 66' Martini (P), 73' Casisa (P)


ARBITRO

Sig. Marco Ramazzotti (sez. di Parma) 

Sig. Maurizio Di Noia (sez. di Modena), Domenico Selvaggio (sez. di Parma)


CRONACA DELLA PARTITA

Dopo la sconfitta casalinga contro il Noceto, la Piccardo torna a sorridere e passa al Ballotta di Fidenza, contro una squadra che, dopo quattro punti in due partite, cede il passo ad un avversaria più forte nelle individualità.

Tanti i cambi operati da Mister Bazzarini rispetto agli undici scesi in campo domenica. La squadra, così rinnovata, ha faticato a trovare le distanze e nei primi minuti il Fidenza ha la meglio. I padroni di casa passano in vantaggio al 23’ con Premi, che sfrutta un lancio lungo bucato dai difensori gialloneri per calciare a rete. Mette la palla alla sinistra di Medioli, siglando un bellissimo gol. Pochi minuti dopo, Kassi (continua spina nel fianco della Piccardo) va vicino al raddoppio. Il primo tempo termina con la Piccardo sotto. Negli spogliatoi, tuttavia, come confermerà Martini nel post-partita, c’era la carica giusta: l’ingresso in campo dell’esperto capitan Grillo e della giovane ala Pagano rendono la Piccardo più pericolosa in zona offensiva. E il gol del pareggio arriva: al 66’ è Martini a trovare la percussione vincente. Pochi minuti dopo, al 73’, Casisa (mossa vincente di Mister Bazzarini) fa valere le sue doti balistiche nel fintare il passaggio in verticale a Martini e calciare invece verso la porta. Tabloni è leggermente fuori dai pali e la magnifica traiettoria disegnata dal trequartista siculo termina in rete. Tripudio di applausi per un gol raro in queste categorie. E’ sostanzialmente l’ultima emozione di una partita giocata su ritmi bassi, senza particolare smalto da entrambe le squadre. Un match vinto dalla squadra le cui individualità sono emerse prepotentemente: la Piccardo, con questi tre punti, si rilancia verso le zone nobili della classifica, mentre il Fidenza, fermo a quota cinque, è un pelo sopra la zona playout.

Appuntamento a domenica per la sesta di campionato, con il Fidenza che ospiterà il Cervo Collecchio, mentre la Piccardo sarà ospite del San Secondo Parmense.


5 GIORNATA

25/09/2016 - Campo sportivo "S. Tesauri", Traversetolo (PR)

PICCARDO TRAVERSETOLO - NOCETO     1 - 2


FORMAZIONI

Piccardo Traversetolo:  Medioli, Tiberini, Picchi, Grillo, Santurro, Margini, Barusi (68’, Pagano), D’Urso, Chiurato, Casisa (77’, Tagliafierro), Martini (57’, Guareschi).  

A disposizione:  Piazza, Schiaretti, Parapani, Aga

Noceto:  Rizzolini, Tagliavini, Tesoriati, Terranova, Bellini, Ogliari, Marchini, Partelli, Dellapina (65’, Palumbo), Lombardi (22’, Selloum. 77’, Reverberi), Morsia. 

A disposizione:  Mora, Ravanetti, Masini, Ferretti


RETI

27' Ogliari (N), 33' Chiurato (P), 82' Palumbo (N)


ARBITRO

Sig- Gianluca Andreoli (sez. di Bologna) 

Sig. Alexei Slobodeiuc (sez. di Modena), Svyatoslav Lesyshyn (sez. di Modena)


CRONACA DELLA PARTITA

Un vero putiferio è andato in scena al Tesauri di Traversetolo. Una partita combattuta e giocata a viso aperto da entrambe le squadre è stata rivoltata come un calzino dal direttore di gara, che ha piegato alla propria volontà l’esito dell’incontro.

Fin dalle prime battute di gioco si capisce che il Noceto non è venuto a Traversetolo per farsi schiacciare: la squadra di Bacchini ha dato filo da torcere anche sotto il punto di vista del possesso palla agli avversari, specialmente grazie a Terranova, vertice basso di centrocampo molto ispirato. E’ proprio il regista dei rossoblù a battere la punizione con cui gli ospiti vanno avanti: si crea una mischia furibonda nell’area di Medioli, risolta da Ogliari. Non tarda ad arrivare, tuttavia, il pareggio: un cross in area viene deviato con la mano da Tagliavini. Rigore ineccepibile, che Chiurato trasforma con freddezza spiazzando il portiere. Lo stesso centravanti era stato ammonito poco prima per simulazione, dopo che un rigore molto dubbio non era stato concesso alla Piccardo Traversetolo. Sul finire della prima frazione, Marchini viene smarcato bene, ma il suo tiro da centro area finisce sul palo. Appena iniziata la ripresa, Chiurato commette un fallo innocuo a centrocampo: l’arbitro deve aver sentito una parola di troppo dalla bocca del bomber giallonero, perché gli rifila la seconda ammonizione, estromettendolo così dalla gara. Con l’uomo in meno, la Piccardo attacca con più prudenza e solo verso la fine della partita Mister Bazzarini fa entrare Pagano e Tagliafierro per tentare di vincere. Il Noceto, tuttavia, non si è mai chiuso dietro, a dispetto dello status di neo-promossa. Al 67’, il portiere ospite Rizzolini colpisce D’Urso mentre aveva la palla tra le mani e il centrocampista giallonero stava tornando in difesa. L’arbitro, dopo essersi consultato con l’assistente, decide di lasciar proseguire. Torna avanti all’82’ la squadra di Mister Bacchini, nella quale ha spiccato il ’98 Marchini, grazie ad un bel gol del neo-entrato Palumbo. Il n.18 apre sul palo lontano un’ottima conclusione dai 25 metri. A tempo scaduto, appare lapalissiano un rigore non concesso alla Piccardo Traversetolo per sgambetto su D’Urso: l’arbitro non ravvisa le condizioni per il rigore. Frustrati, insorgono i giocatori in campo: Picchi si fa espellere direttamente nonostante la precedente ammonizione e, anche a partita finita, l’arbitro è sommerso dai fischi dei sostenitori locali. Termina dunque 1-2.

Le squadre si sono affrontate a viso aperto, dando vita ad una partita piacevole, combattuta ma per nulla nervosa. Anche per questo l’operato arbitrale è apparso quantomeno da rivedere: dieci ammonizioni e due espulsioni in una partita del genere sono davvero esagerate. Non ha rubato nulla il Noceto, che con questi tre punti si porta alla pari della Piccardo a quota sei, a centro classifica.

Nel turno infrasettimanale, la Piccardo andrà a Fidenza mentre il Noceto ospiterà la Langhiranese.


4 GIORNATA

18/09/2016 - Polisportiva Il Cervo, Collecchio (PR)

IL CERVO - PICCARDO TRAVERSETOLO     0 - 4


FORMAZIONI

Piccardo Traversetolo:  Medioli, Tiberini, Picchi, Grillo, Santurro, Margini, Tanzi (24’, Barusi), D’Urso, Chiurato, Casisa (78’, Guareschi), Martini (72’, Tagliafierro)

A disposizione:  Piazza, Schiaretti, Parapani, Pagano

Il Cervo:  Dall’Asta, Tagliavini (45’, Sartini), Costa (23’, Germini), Vascelli, Bieminou Bafakan, Nevicati (56’, Cerutti), Alinovi, Perugino, Nacanibou, Appetiti, Michelotti

A disposizione:  Esposito, Cocconi, Bertolini, Cuccu


RETI

17' D'Urso (P), 49' Martini (P), 70' Martini (P), 92' Chiurato (P)


ARBITRO

Sig. Stefano Donno (sez. di Piacenza)

Sig. Alberto Amoroso (sez. di Piacenza), Sig. Andrea Carrucciu (sez. di Parma)


CRONACA DELLA PARTITA

Partita a senso unico quella di Collecchio. Il Cervo non è mai riuscito ad impensierire seriamente gli ospiti, che nel secondo tempo hanno dilagato.

La prima emozione è per la Piccardo Traversetolo. Al 10’ Chiurato spizza di testa per Martini, che crossa bene per D’Urso: grande parata di Dall’Asta allungandosi alla sua sinistra. E’ lo stesso D’Urso però che, al 17’, porta in vantaggio i gialloneri: Martini calcia, Dall’Asta respinge coi pugni ma D’Urso ribatte in rete. Una grande azione corale della Piccardo porta al tiro Picchi (42’). Bisogna aspettare un altro minuto per vedere il primo tiro in porta del Cervo: Appetiti riesce giusto a scaldare le mani a Medioli.

Neanche il tempo di rientrare in campo e la Piccardo raddoppia: Barusi ruba palla a Sartini, lancia in contropiede Martini che entra in area dalla sinistra. Converge verso il centro e segna sul palo lontano. E’ ancora Piccardo al 54’: Chiurato incorna di testa da ottima posizione, ma incredibilmente sbaglia. Al 70’ il più furbo di tutti è stato ancora una volta Grillo. Il capitano della Piccardo, calciando rapidamente una punizione in mezzo al campo, mette in porta Martini con una pennellata delicatissima. L’attaccante controlla magistralmente al volo, con un tocco scarta il portiere e calcia in rete a porta vuota. Il tutto senza che la palla tocchi terra. Un gol bellissimo e uno 0-3 che ben rispecchia la differenze vista in campo. Esce Martini tra gli applausi, ma la Piccardo continua ad essere padrona del campo. Tagliafierro e Chiurato ci provano, ed è proprio quest’ultimo a segnare una rete fotocopia alla seconda segnatura di Martini.

Finisce dunque con uno 0-4 ineccepibile. Anche a causa dell’infortunio ad una mano dell’esperto Nevicati, la difesa del Cervo è apparsa sempre in balìa degli ospiti. La classifica torna a sorridere alla Piccardo, mentre il Cervo, con un gol segnato e ben dieci subiti, è ancora a zero punti.


3 GIORNATA

11/09/2016 - Centro sportivo Sergio Tesauri, Traversetolo (PR)

PICCARDO TRAVERSETOLO - FONTANA AUDAX     0 - 2


FORMAZIONI

Piccardo Traversetolo:  Medioli; Tiberini, Santurro, Margini, Picchi; D’Urso, Grillo (64’, Martini), Aga (45’, Tanzi); Casisa; Tagliafierro (77’, Groppi), Chiurato

A disposizione:  Chiariello, Guareschi, Schiaretti, Barusi

Fontana Audax:  Rebecchi; Arodotti, Enrici, Mazzini, Piva, Strozzi, Bonomi (74’, Vercesi), Cerati, Lamberti, Abbiati (87’, Barba), Battaglino

A disposizione:  Valizia, Casali, Lodigiani, Pellizzotti, Trespidi


RETI

7’ autogol Margini (F), 45’ Lamberti (F)


ARBITRO

Sig. Matteo Lauri (sez. di Modena)

Sig. Alfonso Mariano Frontera (sez. di Parma), Sig. Nicolas Venturi (sez. di Modena)


CRONACA DELLA PARTITA

La seconda partita di campionata riserva sorprese amare per la Piccardo Traversetolo. Nonostante si giocasse di nuovo tra le mura amiche, la squadra di Mister Bazzarini ha perso 0-2 contro un ottimo Fontana Audax, che a tanta qualità individuale ha saputo unire un’organizzazione di gioco notevole. Apre il tabellino uno sfortunato intervento di Margini, che, nel tentativo di rinviare un innocuo cross proveniente da destra, mette alle spalle di un incolpevole Medioli. Il primo tempo continua su buoni ritmi, con occasioni da entrambe le parti: al 15’ Picchi impegna Rebecchi con un gran tiro dai venti metri, mentre pochi minuti più tardi arrivano al tiro Abbiati e Lamberti. Proprio quest’ultimo, al 45’ già iniziato, capitalizza al meglio un ottimo contropiede orchestrato sulla destra da Bonomi. A ricevere il cross del numero 7 c’è appunto il classe ’95 Lamberti, il migliore in campo, che mette in rete. All’intervallo la Piccardo Traversetolo è sotto 0-2: un distacco non totalmente meritato. E così, nella ripresa, i gialloneri si buttano all’attacco, dominando il gioco. La palla, tuttavia, non ne vuole sapere di entrare: Chiurato prende il palo al 62’ e nessuno dei tanti orgogliosi tentativi della Piccardo vanno a buon segno. La palla non entra nemmeno al 90’, quando Tanzi, liberatosi sulla sinistra, mette una gran palla per Chiurato, che sul secondo palo appoggia in rete. L’arbitro annulla  per fallo di mano, che costerà il cartellino giallo al numero 9 della Piccardo.

Si chiude così con un risultato che va stretto alla squadra di casa, che per numero e qualità di occasioni avrebbe meritato ben altro esito. Il Fontana Audax non ha però “rubato” in alcun modo, dimostrandosi più cinico e caparbio sottorete.

Hanno fatto il loro esordio le nuove divise rosa con barra laterale giallonera griffate Sportika.

Appuntamento a mercoledì, a Traversetolo alle 20:30, con la Piccardo che dovrà battere il Langhirano per passare il turno in Coppa. 


1 GIORNATA 

04/09/2016 - Centro sportivo Sergio Tesauri, Traversetolo (PR)

PICCARDO TRAVERSETOLO - BRESCELLO     1 - 0


FORMAZIONI

Piccardo Traversetolo: Medioli, Tiberini, Picchi, Grillo, Santurro, Margini, D'Urso, Aga, Chiurato, Casisa, Martini

A disposizione: Chiarello, Guareschi, Schiaretti, Barusi, Franciosa, Groppi, Tagliafierro

Brescello: Oppici, Boni, Maestrini, Caiti, Coli, Gozzi, Sconziano, Urbano, Di Maio, Decò, Cornali

A disposizione: Piccinini, Russo, Bonardi, Giona, Ferretti, Siciliano, Pellacini


RETI

46' Martini (P)


ARBITRO

Sig. Kreshnik Bejtullahu (sez. di Piacenza)

Sig. Cristian Canu (sez. di Parma), Sig. Emanuele Zappavigna (sez. di Parma)


CRONACA DELLA PARTITA

La prima partita della Piccardo nella nuova casa di Traversetolo ha tutto il sapore di un grande evento. La squadra di mister Bazzarini (che a Traversetolo ha giocato per anni) è infatti la principale favorita alla vittoria finale e la vittoria contro il Brescello appena sceso dall’Eccellenza ne rafforza la candidatura. Gli ospiti partono forte, imprimendo alla gara un ritmo alto, che la Piccardo accetta di buon grado: ne viene presto fuori una partita combattuta e piacevole. Le giocate di Casisa e Chiurato seguono ad altrettante prodezze di Deco’ e Di Maio, ex di turno. Le difese hanno tuttavia avuto la meglio sugli attacchi: grande merito alla preparazione della fase di non-possesso ai due allenatori, evidentemente molto preoccupati di perdere. Partita così bloccate tatticamente vanno sbloccate grazie a giocate dei singoli: e così la grande qualità nel reparto avanzato della Piccardo ha fatto la differenza. Chiurato, appena iniziata la ripresa, gestisce al meglio una situazione di attacco a difesa schierata. Cede a Martini, che, entrato in area, narcotizza il marcatore con una finta a uscire e calcia di destro incrociando sul secondo palo: nulla da fare per Oppici, gran gol dell’ex Fidenza. Il Brescello non si arrende e, anche grazie al brio del neo-entrato Siciliano (classe ’98), riaccende una partita che, man mano che passa il tempo, si fa più nervosa e caotica. Il grande caldo ha sicuramente inciso e, nonostante i time-out per riprendere fiato, le squadre si sono allungate nella ripresa. Il più volenteroso è Di Maio, che tenta in tutti i modi di segnare ai suoi ex compagni. Cerca la porta avversaria tre volte tra il 74’ e l’83’, ma solo una volta centra la porta e Medioli si fa trovare pronto. La Piccardo Traversetolo potrebbe chiudere in bellezza quando, al 92’, Chiurato incorna di testa a botta sicura: grande risposta di piede di Oppici.

Un indomito Brescello si è arreso solo ad una grande rete di Martini, ma il verdetto uscito dal campo di Traversetolo è piuttosto chiaro: entrambe le squadre saranno ai vertici alti della classifica e di certo toglieranno diverse soddisfazioni ai propri tifosi.

via Delia 1, 43029 Traversetolo (PR) - P.IVA: 02805210347