CAMPIONATO DI ECCELLENZA 2018/2019

 

34^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


A Castelvetro per l’ ultima partita della stagione Castelvetro e Piccardo Traversetolo danno vita ad um match pirotecnico complice anche il campo sintitico reso molto veloce dall’incensante pioggia. La Piccardo sembra adattarsi più velocemente alle condizioni del campo e dopo5 minuti gra  lancio di Bovi innesca Metzgour che è bravo a liberarsi del suo diretto avversario e a crossare in mezzo per Dallaglio che dall'altezza del dischetto insacca. Al 13 raddoppio degli ospiti con un indemoniati Metzgour che approfitta di un disimpegno difensivo sbagliato e si invola verso il portiere avversario, e dopo aver aggirato l'estremo difensore insacca a porta vuota. Al 20 I padroni di casa accorciano le distanze con un calcio di punizione battuto da posizione defilita attraversa l'area avversaria e che dopo una serie di incertezze viene spinto in rete da Carubini appostato sul secondo palo.

Al 23 doppietta di Dallaglio bravo a raccogliere in mezzo all’ area una spizzata di Metzgour. Al 35 padroni di casa pericolosi con un tiro dalla distanza di Ruopolo che si stampa sulla traversaal 35.

Al 40 ospiti ancora in gol con una deviazione volante di Capitani che scavalca il portiere con un delizioso pallonetto. Sul finire del primo tempo il Castelvetro accorcia le distanza con un rigore dubbio trasformato da Ruopolo.

Il secondo tempo vede I padroni di casa motivati a raggiungere il pareggio mentre la Piccardo sbra essere un po’ sulle gambe. All 8 una bella azione dei padroni di casa libera al cross Ruopolo che centra in mezzo all area dove Monfardin, che aveva dato il via all'azione, raccoglie di testa e accorcia le distanze

I padroni di casa raggiungono il pareggio al 80 con gra tiro da fuori di Bevis. E quando la partita sembra ormai destinata a concludersi con un giusto pareggio, arriva l'ultima zampata di un ispiratissimo Metzgour che ben servito da Lusoli trafigge Citti per il definitivo 4-5.

 



33^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


A Traversetolo va in scena la penultima partita della stagione fra Piccardo Traversetolo e Bagnolese, due squadre che non hanno molto da chiedere a questa partita se non di onorare una stagione che nel girone di andate le ha viste entrambe protagoniste. Partita dominata da ritmi bassi come era facile prevedere che vive di improvvise infiammate.

Al 10 occasione per gli ospiti che penetrano in area dal versante destro e vanno alla conclusione con Zampino ribattuta da Santurro. Al 15 Bagnolese ancora pericolosa su punizione calciata da Vernia che costringe Reggiani ad una difficile parata in angolo. Al 20 occasione per Attolini ben  servito da Dallaglio poco dopo ospiti in vantaggio con penetrazione sulla sinistra di  Formato che crossa  per Faye che di testa c'entra la traversa sulla respinta il più lesto é Marani che di testa ribadisce in rete al 35 bella azione on verticale delle bagonolese che trova il raddoppio con formato ben servito da Faye, reazione dei padroni di casa che accorciano immediatamente le distanze con un bel tiro dal limite di lusoli che si infila Nell angolino basso alla sinistra del portiere.

Ripresa che comincia con il Piccardo determinato a congedarsi dal pubblico di casa con un risultato positivo che manca orma da troppe giornate, al secondo della ripresa colpisce il palo con Dallaglio, poco dopo una bella conclusione di Bergamaschi impegna Aueregli in un difficile intervento sul secondo palo.

Al 15 ingenuità di Fornaciari che controlla male all interno della propria area e nel tentativo di recuperare stende Formato, rigore ineccepibile che Zampino si fa parare da un sempre reattivo Reggiani. La partita prosegue con i padroni di casa che cercano il pareggio ma senza mai trovarlo.

 


31^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


In una giornata di clima autunnale una Piccardo priva ormai  obbiettivi ospita una Rosselli mutina alla ricerca di punti salvezza. I padroni di casa scendono in campo con il consueto 4-3-3 con Reggiani portiere, linea difensiva composta da destra verso sinistra da Candio Santurro Rieti Bottioni, Savi davanti la difesa con Musiari e Bovi a centrocampo, in attacco il tridente composto da Capitani e Dallaglio esterni alti e Attolini punta centrale. Gli ospiti rispondono con modulo speculare che prevede Simoni tra i pali casini ficcarelli terzini e ruopolo e sgedoni centrali, a centrocampo Pilla Vaccaro Brini e in attacco Scarlatti Sarnelli larghi e Iattici punta centrale.

Primo tempo giocato a ritmi bassi da entrambe le squadre e abbastanza noioso privo di reali emozioni. Supremazia territoriale degli ospiti che cercano qualche soluzione offensiva in più rispetto ai padroni di casa senza mai comunque dare l impressione di poter creare concreti pericoli per la porta difesa da Reggiani. Al 40 primo prima conclusione vera verso una delle due porte effettuata dalla squadra ospite con un tiro da fuori di Scarlata che termina fuori non di molto.

Ripresa che inizia con la Rosselli Mutina che cerca di velocizzare le proprie azioni, allottavo minuto ospiti ancora pericolosi con una percussione in area di Ficcarelli cui tiro da dentro l area viene bloccato da Reggiani che subito dopo si supera per deviare in angolo una conclusione di Pilia. Al 68 gol degli ospiti che concretizzano la loro supremazia con una bella azione che libera Scarlata a pochi passi da Reggiani che non può nulla sul diagonale della punta ospite. Il gol subito sembra svegliare dal torpore i padroni di casa che raggiungono immediante il pareggio su rigore procurato da Dallaglio che subisce una chiara spinta da Casini. Sul dischetto si presenta Bovi che trasforma con freddezza.

Gli ospiti si riportano in attacco e tornano in vantaggio grazie ad un rigore per un fallo di mano in mischia Di Santurro, apparso generoso, che Brini trasforma spazzando Reggiani. Il forcing finale dei padroni di casa non produce azioni degne di nota e la partita termina con il Tesauri espugnato.



30^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Partita che comincia con il Salso aggressivo da subito che sorprendo un Piccardo che pare svagatio.

Ottavo minuto errore in uscita del Piccardo con Savi che perde palla sul pressing avversario portato da Berti palla che arriva a Dioni che con un preciso tiro a giro dal limite batte Reggiani

Al 15 ancora padroni di casa pericolosi con una caparbia azione di Compiano sulla destra che riesce ad crossa re sui piedi di Berti che da distanza ravvicinata non riesce a superare un prodigioso Reggiani in uscita disperata. Al 20 un altro svarione difensivo della Piccardo libera al tiro Dioni che stavolta spedisce alto da buona posizione.

Al 24 lancio per Dioni che scappa sulla sinistra e mette in mezzo per l accorrete Berti che colpisce a botta sicura ma Reggiani si erge nuovamente a salvatore della patria addirittura bloccando la conclusione ravvicinata. Altra occasione per i padroni di casa che capita ancora sui piedi di Berti che è bravo a liberarsi di Candio ma sulla sua conclusione a botta sicura si immola Rieti a deviare in angolo, sul capovolgimento di fronte azione personale di Dallaglio che si libera alla conclusione e realizza il gol del pareggio con un preciso rasoterra.

Piccardo che parte più determinata nel secondo tempo e dopo 3 minuti leveh si mette in mostra con una bella azione personale che lo porta alla conclusione potente ma che termina di poco fuori.

Al 55 gran lancio di Bovi a smarcare Dallaglio che da posizione leggermente defilata prova il pallonetto che termina alto.

Al 21 grande punizione di Bovi da 35 metri che impegna Matarrese in una difficile parata in angolo

Alla mezz'ora sugli sviluppi di un calcio di punizione la palla arriva a Savi cha da fuori lascia partire una cannonata che sfiora l'incrocio dei pali.

Nel recupero occasione per gli ospiti con una bella azione personale di Leveh che dopo aver driblato il diretto marcotere tira dal limite ma la palla si stampa sul palo. É questa l'ultima occasione di una partita che si chiude con giusto pareggio con le due squadre che hanno giocato un tempo per parte.



29^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA

Partita che inizia con ritmi blandi e con i padroni di casa che provo o a gestire i ritmi della partita, al  14 minuto grande azione dei padroni di casa con Dallaglio che lancia Leveh sulla sinistra il cross basso del centravanti é preda di Dallaglio che gira verso la porta con un bel diagonale che costringe Neri al miracolo, sul capovolgimento di fronte gli ospiti passano in vantaggio con una bella combinazione sulla sinistra che libera Mariani solo davanti a Bonini e il diagonale del centrocampista batte il giovane portiere di casa.

I padroni di casa provo o a reagire con una percussione centrale di Fornaciari che si appoggia a Leveh che si gira bene e pesca Dallaglio in area di rigore, ma il tiro del numero 10 di casa termina alto.

Alla mezz ora azione sulla destra degli ospiti che trova mal piazzata la difesa di casa che lascia Caselli libero di colpire in rete a due metri dalla porta. Il Piccardo Traversetolo sembra accusare il colpo e per un po’ fatica a imbastire una vera reazione sul finire del primo tempo, grande giocata di Bovi che libera Capitani sulla destra il numero 11 pennella un cross perfetto per Dallaglio che però colpisce debolmente colpendo il portiere, poco dopo ancora un azione ficcante sulla destra di Capitani dove Neri è bravo ad anticipare in uscita di pugno gli avanti gialloneri.

Al 40 si mette in mostra il nuovo centravanti Leveh con un bel tiro a giro dalla distanza che termina di poco a lato

Allo scadere della prima frazione di giocofinire un altro gran lancio di Bovi  pesca Bottioni sulla  sinistra il terzino è bravo nel controllo ma conclude con un tiro alto.

Al 10 del secondo tempo sugli sviluppi da corner leveh svetta di testa sul secondo palo ma spedisce sull esterno della rete

Gran lancio di Savi per per leveh che però sbaglia il primo controllo e si fa rimontare dal difensore.

Dopo un secondo tempo scialbo finale thriller, al 90 punizione dal limite per il Piccardo che batte Savi e Neri devia in angolo, sul conseguente angolo Attolini devia in rete. Si accendono gli animi e gli ospiti perdono un po’ la testa Macchi rimedia la seconda ammonizione è lascia la squadra in dieci per gli ultimi minuti che vedono un improvvisa fiammata dei padroni di casa che raggiungono un insperato pareggio con Dallaglio bravo a depositare in rete un cross dalla sinistra di Bottioni ben servito da Savi.



28^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Partita condizionata dal campo di gioco che costringe le due squadre ad affidarsi spesso al lancio lungo, anche se gli ospiti partono meglio privando a giocare con palla a terra, Dopo 2 minuti percussione di Bovi che calcia fuori di esterno destro; subito dopa paratona di Lupescu su conclusione ravvicinata di Dallaglio servito in area da Lusoli. Ancora Piccardo al 14 minuto con azione di Dallaglio che dopo essere entrato in area appoggia per l’accorrente Musiari che tira fuori.

Al 20 si fanno vedere i padroni di casa con un colpo di testa di Gomis su punizione di Di Gennaro, che termina alto.

Al 38 padroni di casa vicino al gol con una bella azione di De Matteo sulla destra che cross in mezzo dove  Di Gennaro anticipa Bottioni di testa ma la sua incornata colpisce la parte alta della traversa, Immediata reazione degli ospiti con un bel uno duo fra Dallaglio e Bovi sul quale è bravo ad uscire in presa bassa Lupescu.

Il secondo tempo prosegue sulla falsa riga del primo con le due squadre che faticano a sviluppare gioco a terra affidandosi ai lanci lunghi, situazione tattica che avvantaggia la maggior prestanza fisica dei padroni di casa.

Al 21 padroni di casa in vantaggio sugli sviluppi  di un calcio d angolo la palla arriva a Di Placido che batte di controbalzo e infila l’angolino basso alla sinistra di Cavallini. Forcing finale degli ospiti alla ricerca del pareggio che prima con Bovi al 38 costringono Lupescu alla respinta di pugno calciando una punizione dai 35 m, poi si procurano due occasioni allo scadere: nella prima al 42 tiro non irresistibile di Dallaglio che Lupescu respinge con incertezza, mentre l'estremo difensore piacentino è miracoloso un minuto dopo quando d istinto respinge una conclusione di Attolini a botta sicura. Nel recupero episodio dubbio con un gol annullato a Dallaglio per un fuorigioco dopo un batti e ribatti in area.



27^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


A San Michele va in scena uno scontro importante per entrambe le squadre, infatti la Piccardo Traversetolo scende in campo alla ricerca del terzo successo consecutivo, che potrebbe rilanciarla nelle posizioni di vertice, mentre i padroni di casa davanti al proprio pubblico cercano quei tre punti che potrebbero allontanarli definitivamente dalla zona play out.

Al 9 minuto lancio di Fornaciari sulla sinistra per Attolini che dopo essersi liberato del diretto marcatore serve una palla d'oro a Dallaglio che spreca tirando debolmente sul portiere

Al 12 Tiro da fuori area di Savi deviato che capita sui piedi di Attolini che. tira alto da buona posizione.

Al 15 Bella azione dei padroni di casa che libera Puglisi al tiro che spedisce fuori. Poco dopo ancora Puglisi approfitta di un errore difensivo e si incunea tra i due centrali  e si presenta a tu per tu con Cavallini e insacca con un preciso rasoterra.

Al 22 bella azione degli ospiti che liberano Bottioni sulla sinistra, il cross del terzino viene raccolto al limite da Bovi che si libera per la conclusione che termina di poco fuori.

Alla mezz'ora punizione di Bovi dai trenta metri che si stampa sul palo

Allo scadere del primo tempo altra due palle gol per gli ospiti prima Bovi serve Dallaglio il cui tiro cross scavalca il portiere ma Attolini non riesce a correggere in rete, poco dopo ancora Attolini  ben servito in area di rigore ma si fa recuperare dai difensori.

Il secondo tempo ti aspetti un Piccardo che continui a spingere ma la squadra di Dall’asta non riesce più a trovare le distanze e i padroni di casa hanno vita facile a controllare la partita e ripartire in contropiede. Al 75 occasionissima per il raddoppio per i padroni di casa ancora con Puglisi che tutto solo tira a botta sicura ma Santurro ribatte miracolosamente sulla linea poco dopo arriva il raddoppio con Habib che da due passi raccoglie un assist di Casta.

Al 85 si fanno rivedere gli ospiti con una sendida rovesciata di Attolini che si infrange sulla traversa.

Al 90 I padroni di casa con l ennesimo contropiede trovano anche il terzo gol con Caselli, una punizione severa per il gli ospiti che interrompono così la serie positiva delladopo una partita che lascia un po’ di amaro in bocca per le occasioni sprecate nel primo tempo.


26^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Dopo un inizio partita a ritmi blandi i padroni di casa prendono in mamo la partita con un centrocampo molto ispirato capace di imbastire preziose trame nello stretto, la prima occasione della partita capita sui piedi di Attolini ben lanciato da Savi ma la punta dopo un buon controllo si fa stoppare da Schiuma in uscita. Pochi minuti e una superba combinazione sulla fascia destra libera in area ancora Attolini che in istirata tira debolmente sul portiere. Al 20 Grande lancio di Bovi per Dallaglio che calcia sul portiere in uscita. Alla metà del secondo tempo si fanno vedere gli ospiti con due occasioni in pochi minuti: Bomba di Leonardi da fuori deviato che impegna Reggiani in una non semplice parata poco dopo su azione di angolo palla che giunge a montosi che gira sul secondo palo e insacca. Al 30 grande azioni di Capitani sulla destra e palla per Bovi che dal limite insacca con fendente a mezza altezza che si insacca sul palo opposto

Grande giocata di Attolini sulla trequarti che taglia la difesa e serve  Capitani che dopo un bel dribbling a rientrare a liberarsi del diretto avversario prova a piazzarlo sul secondo palo ma sbaglia la mira abbondantemente. Nel recupero altra occasioni per Bovi dopo una bella combinazione Attolini Dallaglio ma stavolta la conclusione del centrocampista termina alta

Il secondo tempo inizia con un clamoroso errore della terna arbitrale che non vede un fuorigioco colossal di Leonardi che insacca sulla linea di porta in evidente posizione di offside. Reazione veemente e rabbiosa dei padroni di casa che nel giro di dieci minuti ne fanno tre. Prima è Dallaglio a trovare il pallonetto vincente su suntuoso lancio di Bovi, poi è il turno di Santurro che con azione travolgente da capitano coraggioso porta i suoi in vantaggio. Il Piccardo Traversetolo non si ferma e dopo pochi minuti è il turno di Fornaciari a gonfiare la rete con un preciso tiro dalla distanza che si infila nel sette.

A fine partita si sblocca anche metzgour che fissa il risultato sul 5a2


25^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


La Piccardo si presenta a Fiorano senza Rieti squalificato e Candio alle prese con un problema muscolare. Fornaciari fa quindi coppia con capitan Santurro al centro della difesa. Attacco con Attolini, Dallaglio e Mezgour. Padroni di casa con Vlas tra i pali e tridente formato da Fanti, Baldoni e Suma. Entrambe le squadre non centrano l’obiettivo vittoria da diversi turni. Dopo 1 minuto Savi perde palla pericolosamente al limite, situazione che libera al tiro Achiq la cui conclusione è debole e Reggiani blocca senza problemi. Al 16 lancio di Musiari per Mezgour che arriva sul fondo e crossa pericolosamente verso il centro dove Vlas si distende in presa bassa. Al 18’ buco difensivo della Piccardo e uscita miracolosa di Reggiani che chiude Fanti in angolo. Al 23’ occasionissima Piccardo su conseguenza di un angolo, la palla arriva a Bonora il cui tiro a giro dal limite colpisce la traversa, sulla ribattuta ci provano prima Lusoli poi Attolini, ma Vlas è prodigiodo sulle due conclusioni ravvicinate e respinge. Al 28 su azione di contropiede miracoloso salvataggio sulla linea di Santurro dopo un’uscita non impeccabile di Reggiani che consente il pallonetto a Suma; poco dopo altra occasione per i padroni di casa che vanno alla conclusione ravvicinata ancora con Suma sulla quale Reggiani si riscatta. Alla mezz’ora anche Bonora deve alzare bandiera bianca e lascia il campo per Sana. Al 35 parata di Reggiani su deviazione spettacolare di tacco di Saetti Baraldi dopo un angolo calciato dalla sinistra. Sul finire del tempo altro contropiede del Fiorano portato avanti da Baldoni il cui tiro viene deviato dalla schiena di Bottioni e assume una traiettoria che scavalca Reggiani e si infila in rete. Immediata risposta degli ospiti gialloneri con una punizione di Savi che da posizione defilata costringe Vlas alla difficile parata volando a togliere la palla dall’incrocio. Nella ripresa all’11 gran palla di Savi per Lusoli che in tuffo di testa indirizza di poco fuori. Ancora Piccardo al 15’ con una bella ripartenza che libera Mezgour al limite, palla ad Attolini che non riesce a correggere in rete l’invito del compagno a tu per tu col portiere. Al 19 cross di Dallaglio e deviazione volante di Attolini che finisce di poco fuori. È una Piccardo ora che meriterebbe il pari; alla mezz’ora il cambio che cambia la gara, Bovi entra in campo a sostituire un affaticato Savi e con due magistrali calci da fermo riporta i tre punti in casa Piccardo. Prima al 40’ calcia una perfetta punizione dal limite che scavalca la barriera e non lascia scampo a un incolpevole Vlas. Quattro minuti dopo poi calcia direttamente in porta un angolo dalla sinistra e beffa Vlas che non riesce a respingere la palla che si insacca in rete. La Piccardo ritrova dunque vittoria e 3 punti che concedono una salutare boccata di ossigeno in vista dei prossimi impegni di campionato.



24^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Caldo primaverile al Tesauri per la 26^ giornata del Campionato di Eccellenza. I padroni di casa della Piccardo che provengono dal pareggio a reti inviolate con il Colorno, nel recupero infrasettimanale di mercoledì, affrontano il fanalino di coda Pallavicino per interrompere il digiuno di vittorie che dura ormai da 7 giornate.

Difesa collaudata per mister Dall’Asta che a centrocampo ripropone dall’inizio il giovane Gueye per lo squalificato Savi, tridente d’attacco con Attolini, Dallaglio e Capitani. Il Pallavicino lascia in panchina il match-winner di domenica Camara, Deco’ riprende il suo posto a centrocampo insieme a Pescosta. In avanti Di Mauro, con Pellegrini e Corbellini.

Gara combattuta soprattutto a centrocampo, la Piccardo si fa preferire per il tentativo di imbastire azioni di gioco, mentre il Pallavicino prova a pungere con veloci ripartenze. Poche le emozioni in un primo tempo vissuto sui due lampi che determinano il risultato di parità per 1 a 1. Al 13’ va in gol la Piccardo con una bella azione corale, Lusoli a tagliare il campo da sinistra destra, velo di Capitani a liberare Candio il cui cross è impattato alla perfezione dal destro al volo di Dallaglio che non lascia scampo a Dondi. Il pareggio degli ospiti arriva sul finire del tempo: al 42’ su un calcio d’angolo battuto da Allegri dalla sinistra, Pescosta svetta all’altezza del secondo palo e beffa Reggiani. Nell’intervallo Dall’Asta sostituisce gli acciaccati Lusoli e Candio inserendo Mezgour e Bonora alla ricerca della vittoria. In avvio sugli sviluppi di un calcio d’angolo si crea un batti e ribatti in area giallonera, Di Mauro va al tiro ma Santurro mura. Al 12’ protesta dei padroni di casa per un fallo di mano in area su un tentativo di cross di Mezgour. Al 19’ Piccardo nuovamente in vantaggio, Mezgour entra in area dalla sinistra e serve al centro Attolini che si gira e batte a rete battendo un non precisissimo Dondi. Al 25’ Mezgour sulla corsa per Attolini, palla a Dallaglio che tenta l’imbucata per Musiari, ma Dondi in uscita bassa blocca l’iniziativa dei padroni di casa. Al 31’ punizione dai 20 metri di Longhi, palla a giro sopra la barriera, Reggiani si distende e devia in angolo. Dal conseguente angolo lo stesso Longhi lasciato solo a centro area svetta di testa e insacca la palla del nuovo pareggio bussetano. Al 33’ lancio lungo del Pallavicino, Reggiani esce male e si lascia anticipare da Camara la cui conclusione è poi ribattuta da Santurro in ripiegamento a coprire la propria porta. Finale senza nuovi sussulti, la Piccardo si porta per due volte in vantaggio, ma poi si fa raggiungere su due disattenzioni da calcio d’angolo.



22^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


A causa dell’ impraticabilità del Tesauri di Traversetolo si gioca sul campo di Bibbiano  il recupero della quinta giornata del girone di ritorno che vede affrontarsi Piccardo Traversetolo e Colorno, per un derby che si preannuncia molto combattuto fra due squadre che si giocano la leadership provinciale nel torneo di eccellenza.

Entrambe le squadre vengono da due pareggi: a Felino per quanto riguarda il Piccardo Traversetolo, il Colorno invece viene da quello casalingo contro la Cittadella S. Polo, ma mentre i giallo verdi sono in serie positiva dalla ripresa del campionato la squadra di Traversetolo sta invece attraversando un lungo periodo senza vittorie, l ultimo successo della squadra di mister Dall’Asta risale infatti ai primi di dicembre dello scorso anno.

Il Piccardo Traversetolo scende in campo con il consueto 4-3-3, anche se mister Dall’Asta cambia molti dei protagonisti del pareggio di felino. La formazione prevede Reggiani in porta Candio e Bottioni terzini Santurro e Rieti centrali, a centrocampo Fornaciari funge da vertice basso coadiuvato da Bovi e Musiari, mentre  per il tridente d'attacco Dall’Asta si affida a Capitani e Dallaglio esterni con Attolini punta centrale.

Il Colorno risponde  con un modulo speculare a quello dei padroni di casa con Corradi tra i pali,Spagnoli e Lungu terzini Callegari e Caraffini centrali. A centrocampo Pessagno funge da vertice basso con Galli e Riccardi mezz’ale mentre i tridente offensivo è composto da Del Porto Lari e Traorè.

Il Colorno parte con pigio più offensivo e baricentro alto mentre i padroni di casa cercano di controllare il gioco con azioni ragionate

Al 5’ gran lancio di Bovi per Dallaglio che però sbaglia l’aggancio volante a pochi passi dal portiere. Al 15 azione di contropiede del Colorno che recupera palla su Bovi e smarca Lari al tiro, ma a conclusione del numero 10 si spegne lentamente tra le braccia di Reggiani

Al 22 bella occasione per i padrono di casa su lancio di Fornaciari che imbecca Dallaglio il quale dopo un dribbling a rientrare verso il centro ara tira di poco alto sopra la traversa.

  AL 31 occasione per gli ospiti che su azione di calcio d’angolo non riescono ad approfittare di un’uscita a vuoto di Reggiani. Il primo tempo prosegue con le due squadre che si affrontano ad armi pari senza che nessuna delle due sia in grado di prevalere sull’altra e senza creare nessuna occasione pericolosa.

 Il secondo tempo comincia con i padroni di casa che cercano di alzare il ritmo e di verticalizzare con maggior insistenza ma il primo tiro della ripresa arriva solo al decimo minuto ed è del Colorno, ad effettuarlo è Lari  con una conclusione da fuori che non impegna più di tanto Reggiani. Con il proseguo della gara il Piccardo lentamente si sepgne e inizia a perdere le distanze in mezzo al campo lasciando spesso l’iniziativa a d un Colorno pur non eccellendo riesce ad impadronirsi del gioco.

 Al 18 occasionissima per il Colorno: sugli sviluppi di una calcio d’angolo Caraffini svetta di testa e fa da sponda per Galli che da due metri da Rggiani svirgola malamente la conclusione spedendola sul fondo  

Al 25ospiti ancora in attacco con una bella triangolazione feramta al limite con un fallo da Santurro, la punizione da posizione invitante la punizione viene battuta magistralmente da Lari  ma la sua conclusione si stampa sulla traversa, sulla respinta  la palla torna all’interno dell’area di rigore dove Del porto gira verso la porta a botta sicura ma Reggiani è prodigioso a deviare d’istinto la conclusione del centravanti

Al 30 del secondo tempo l’unica  conclusione dei padroni di casa verso la porta avversaria è un tiro da fuori area di Musiari, che Corradi blocca facilmente. Quella dei padroni di casa è anche l’ultima occasione di una partita onestamente scialba giocata in maniera contratta da entrambe le squadre che si sono annullate a vicenda



23^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


La sesta giornata del girone di ritorno offre il derby provinciale Felino - Piccardo Traversetolo. Primo derby del girone di ritorno per la formazione di mister Dall’Asta, che nell'arco di una settimana ne affronterà 3 (mercoledì Colorno e domenica Pallavicino). Prima partita invece per il Felino con il nuovo allenatore Giordani. Le due squadre non vengono dal loro periodo migliore e si affrontano per rimanere agganciate al gruppo di testa. Le  squadre scendono in campo con moduli speculari e si affrontano a viso aperto e dopo un inizio equilibrato al 10’ la Piccardo ha una grossa  occasione con una bella azione di Lusoli che crossa per Capitani che da due passi devia incredibilmente fuori con la porta spalancata davanti a lui. Due minuti dopo Bovi crossa sul secondo palo dove Mezgour ben appostato prova la girata al volo che si stampa sul palo. Alla metà del primo tempo l'episodio che avrebbe potuto cambiare la partita: un gran lancio di Capitani taglia in due la difesa del Felino, Mezgour anticipa l'uscita fuori area di Terenzio che vistosi saltato atterra il centravanti giallonero rimediando il cartellino rosso. Il Piccardo nel tentativo di sfruttare la superiorità numerica offre il contropiede al Felino che con un incontenibile Lancellotti smarca al 28’ alla conclusione Scopelliti, che però da buona posizione tira su Reggiani. Il finale di primo tempo è tutto di marca giallonero con Bovi che al 29’ impegna in angolo Depietri, poco dopo è Mezgour a provare la conclusione da fuori ma la sua conclusione termina di poco fuori. Sul finire di tempo grande intervento difensivo di Avagliano che recupera su Mezgour lanciato a rete da Bottioni e solo davanti al portiere avversario.  Nel secondo tempo la Piccardo con il passare del tempo sembra innervosirsi non riuscendo a sfruttare la superiorità numerica, facilitando il compito ad un Felino sempre ordinato. Il secondo tempo scorre così senza troppe emozioni. Una bella occasione per gli ospiti capita sui piedi  di Dallaglio che al 24’ sbaglia la misura del pallonetto a pochi passi dal portiere. Sul finire di partita occasione anche per i padroni di casa con un tiro del solito Lancellotti che in pieno recupero impegna Reggiani in angolo. Un risultato che premia gli sforzi dei padroni di casa nell’ottenere il pareggio in inferiorità numerica, mentre lascia rammarico ai giocatori della Piccardo.

 



21^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


La Piccardo si presenta sul campo di San Nicolò con Candio al centro della difesa e il convalescente Rieti in panchina. In attacco Bovi in appoggio a Attolini. Padroni di casa dell’Agazzanese in formazione tipo con Minasola e Lucci in avanti, Arodotti e Reggiani a fare da scudo all’estremo Daffe. Nonostante il campo molto pesante la Piccardo cerca di giocare palla a terra con Savi e Fornaciari ad orchestrare a centrocampo, di contro i piacentini giocano palla lunga ad innescare i veloci attaccanti. Al 1’ Savi va al tiro dal limite dopo essersi liberato di un paio di avversari, ma il destro è centrale e Daffe blocca a terra. Al 6’ Minasola sfrutta un lancio lungo ed affrontato in area da Candio va a terra con l’arbitro che lascia correre. Al 10’ una punizione di Colombi costringe Reggiani alla parata in due tempi. Due minuti dopo una elaborata azione dei gialloneri parmensi libera Musiari al tiro al volo che finisce alto sopra la traversa. Al 15’ episodio controverso in area Piccardo: su un angolo calciato dalla destra l’arbitro, tra lo stupore generale, fischia un calcio di rigore per una trattenuta di Santurro sul Reggiani in maglia amaranto. Sul dischetto va Lucci che incrocia il tiro,ma Reggiani si supera e riesce a respingere, respinta sfortunata che favorisce lo stesso attaccante locale svelto a ribadire in rete. La Piccardo nonostante l’episodio sfortunato non si perde d’animo e prova a pareggiare con belle trame di gioco. Al 29’ Bovi ruba palla sulla trequarti e mette in mezzo, la difesa prova a liberare ma Lusoli riprende palla e calcia dal limite colpendo la parte alta della traversa. Al 32’ Musiari va al tiro di contro balzo dal limite con palla alta. Al 36’ Bottioni centra della destra, palla fuori ad Attolini il cui tiro a botta sicura è deviato in angolo dalla schiena di Reggiani. Al 37’ si rivedono i padroni di casa con un tiro centrale di Lombardi. Al 40’ Bonora se ne va sulla destra, palla a Savi che stoppa e di destro non centra la porta da dentro l’area di rigore. Nella ripresa il copione non cambia, Piccardo alla ricerca del pareggio già al 4’ con Bovi che pescato in area si porta avanti il pallone ma poi calcia alto. Al 6’ clamorosa azione da gol per la Piccardo: Bonora crossa dalla destra, Bovi spizza di testa liberando Attolini che solo davanti a Daffe colpisce di testa da due passi esaltano il riflesso dell’estremo piacentino, poi Lusoli non riesce a ribadire in rete e l’azione svanisce sul fondo. Al 10’ una ripartenza di Makaya libera Panigada al tiro dai 35 metri, palla fuori. Al 27’ con la Piccardo nel massimo sforzo per pareggiare, Bonomi tenta il tiro concludendo un contropiede, alto. Al 30’ arriva meritato il pareggio: Bovi calcia magistralmente una punizione guadagnata da Lusoli non lasciando scampo a Daffe. La Piccardo ci crede e prova a vincerla, al 34’ Bovi ci prova dai 25 metri, Daffe non trattiene, ma Lusoli non arriva sulla ribattuta. Al 37’ Bonomi si libera al tiro, il diagonale è parato in due tempi da un attento Reggiani. Al 38’ Attoilini va il tiro in mischia sugli sviluppi di un angolo, ma un difensore ribatte. Dopo 4 minuti di un nervoso recupero l’arbitro fischia la fine di una partita ben giocata da una Piccardo che avrebbe meritato l’intera posta in paglio contro la seconda della classe.



20^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Il Piccardo ospita la Correggese nel tentativo di risollevarsi dagli ultimi risultati negativi e decide di affrontare la capolista con un atteggiamento difensivo. Per tutto il primo tempo gli ospiti tengono l’iniziativa del gioco senza però rendersi mai seriamente pericolosi ben imbrigliati dallo schieramento dei padroni di casa che puntano a fare densità in mezzo al campo. La prima reale occasione si registra attorno al 38’ quando un tiro al volo di Landi lambisce l’incrocio dei pali. I padroni di casa rispondono con una ripartenza gestita da Musiari che lancia Bovi il quale è bravo ad entrare in area e da posizione defilata cerca il tiro cross che Capitani devia su fondo. Sul finale di tempo gli ospiti passano in vantaggi0o grazie a una sontuosa combinazione nello stretto che smarca Carrasco a tu per tu con Reggiani, la punta ospite è fredda nel superare il portiere in uscita disperata.

Nel secondo tempo il Piccardo alza il baricentro e il ritmo nel tentativo di raggiungere il pareggio e dopo solo un minuto ha l’occasione giusta per pareggiare, un bel cross di Bovi pesca Fornaciari sul secondo palo che è bravo a fare la torre per Capitani che spreca la più facile delle palle gol calciando alto da ottima posizione.

Poco dopo una splendida combinazione Bovi-Lusoli lancia il numero 11 dentro l’area di rigore che viene fermato da un contrasto dubbio.

Al 15 un’altra azione condotta da Bovi porta Lusoli a provare la conclusione da dentro l’area ma il tiro del bomber giallonero viene ribattuto da un difensore avversario.

Al 25 azione di contropiede della Correggese che libera la tiro Valim la cui conclusione a giro si stampa contro il palo. Il Piccardo non demorde e si presenta al tiro con Attolini che però colpisce debolmente da buona posizione, mentre poco dopo una ripartenza di che vedeva gli attaccanti gialloneri in superiorità numerica non viene concretizzata per un incertezza di Bovi che non serve Musiari completamente solo. Il buon momento dei padroni di casa viene stroncato verso la mezz’ora quando gli ospiti raddoppiano approfittando di una disattenzione a centrocampo che smarca al tiro Landi che trafigge Reggiani con un rasoterra a botta sicura.

 


19^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


La partita comincia con i padroni di casa che pressano alto e mettono in serie difficoltà la squadra ospite che sembra subire oltre il dovuto l’agonismo degli avversari. Un Piccardo che appare deconcentrato e irriconoscibile non riesce a organizzare una sola azione offensiva per tutto il primo tempo. All’11’ la prima occasione per i padroni di casa capita con un pericoloso tiro-cross di Napoli che costringe Reggiani alla deviazione. Al 15’ su azione di pressing i padroni di casa passano in vantaggio: Bovi perde la palla che giunge a Napoli che si invola sulla fascia sinistra e dopo aver messo a sedere Santurro crossa verso il centro dove un indisturbato Ferrara è libero di insaccare di testa nonostante il tentativo disperato di Reggiani. Al ventesimo gli ospiti provano a rispondere su azione di calcio di punizione che viene respinto dalla difesa sui piedi di Bovi che prova la botta da fuori ma conclude alto, questo rimarrà l’unico tiro verso la porta avversaria dei gialloneri in tutto il primo tempo. Al 37’ i padroni di casa hanno l’occasione per raddoppiare su azione di contropiede quando Santurro sbaglia un anticipo e apre una prateria alla ripartenza avversaria, un tre contro due che porta Napoli a ricevere la palla all’interno dell’area che dopo essesrsi liberato di Bottioni tira a botta sicura dia distanza ravvicinata, la conclusione viene miracolosamente respinta sulla linea da Reggiani in collaborazione con Rieti.

Il secondo tempo continua con il copione del primo tempo e i padroni di casa hanno subito l’occasione per il raddoppio con Napoli che si presenta a tu per tu con Reggiani che in uscita bassa riesce a fermare l’avversario che rimedia anche un’ammonizione per simulazione. All’11 della ripresa ancora il Rolo pericoloso con una prolungata azione in area avversaria che libera al tiro Faraci, sulla conclusione a botta sicura del mediano si immola Santurro che respinge. Al 70 una bella combinazione tra Napoli e Terranova porta il centravanti del Rolo alla conclusione incrociata che termina di poco fuori. Verso il finale della partita finalmente si svegliano gli ospiti che con Capitani impegna il portiere casalingo alla parata. Poco dopo un bel cross di Candio pesca in area Lusoli il cui colpo di testa termina alto. I padroni di casa sembrano accusare il gran ritmo tenuto nel primo tempo e gli ospiti provano un arrembaggio confusionario che comunque porta due occasioni abbastanza nitide con una bella conclusione di Santurro che termina di poco fuori e una grande conclusione al volo del giovane esordiente Orlandini che impegna Della Corte alla prodezza in angolo.

 


18^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Ricomincia il campionato di Eccellenza con la prima giornata del girone di ritorno che vede Il Piccardo Traversetolo ospitare al Tesauri la Folgore Rubiere. Come nei due scontri precedenti fra le due compagine la partita odierna è stata una gara equilibrata e a tratti nervosa. Al 13’ dopo un inizio gara reso nervoso dall’atteggiamento della squadra ospite, è proprio il Rubiera ha rendersi pericolo con un tiro cross di Vacondio che attraversa tutto lo specchio avversario senza che però nessuno dei suoi compagni trovi la deviazione vincente. I padroni di casa rispondono poco dopo con una bella incursione di Bottioni cui cross sul secondo palo pesca Metzguor cui tiro viene respinto dalla difesa a pochi metri dalla linea di porta sulla respinta recupera la palla Bovi che si libera per il tiro che viene deviato in angolo. Alla mezz’ora sono nuovamente gli ospiti a rendersi pericolosi con un’azione sulla sinistra di Porrini che con un cross basso pesca Rinieri, ma la deviazione del centrocampista azzurro finisce incredibilmente fuori. La partita scivola via equilibrata fino al 42 del primo tempo quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto come sempre magistralmente da Savi, Rieti  trova la deviazione vincente. Immediata risposta degli ospiti che sfiorano il paraggio allo scadere del primo tempo con una splendida conclusione da fuori di Oxa che si stampa sul palo.

La ripresa comincia con gli ospiti che spingono per cercare il pareggio ma sono i padroni di casa a farsi più pericolosi in contropiede, al 11 Lusoli prova il filtrante per Dallaglio che però viene anticipato di un soffio prima della conclusione, al 16 l’occasione per il radoppio capita sui piedi di Metzguor ma il tiro del centravanti viene ben bloccato da Burani. Al 75 episodio dubbio in area di rigore del Piccardo che porta l’arbitro a decretare un calcio  di rigore per gli ospiti parso alquanto generoso. Dal dischetto si presenta Hoxa che centra nuovamente il palo. Gli ospiti si sbilanciano sempre di più e il Piccardo riesce spesso a costruire i presupposti per il raddoppio senza mai però concretizzare le belle combinazioni. Quando ormai il Piccardo sembrava essere in grado di portare a casa la vittoria arriva il pareggio degli ospiti sugli sviluppi di corner cui respinta viene raccolta da Durantini che tira in mezzo a una selva di gambe e coglie il pareggio.

 


16^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


La partita comincia con il Piccardo che si impossessa immediatamente della manovra e dopo appena 8'minuti va in vantaggio grazie a Lusoli che dopo aver vinto un contrasto sulla trequarti si invola verso la porta e con un preciso diagonale trafigge Auregli. Al10' ospiti ancora pericolosi su azione di calcio d’angolo che libera al tiro Bovi ma la sua conclusione da dentro l’area è deviata in angolo. Il Piccardo continua ad essere padrona del campo e al 16 una bella triangolazione Bovi Attolini smarca quest’ultimo in area ma il suo tiro è ribattuto in angolo, al19 ancora Attolini e Bovi protagonisti a parti invertite con la conclusione di Bovi parata in angolo dal portiere. Al 24 una stupenda azione in campo lungo crea l’occasione più ghiotta per il raddoppio: Bovi apre sulla destra per Metzgour che con uno splendido passaggio filtrante smarca Attolini solo davanti al portiere ma il centravanti giallo nero calcia addosso ad Auregli in uscita disperata. La partita che sembrava in mano al Piccardo prende svolta diversa quando la terna arbitrale decide di assegnare un rigore alquanto dubbio ai padroni di casa che Zampino trasforma spiazzando Reggiani. Gli ospiti accusano il colpo del torto subito e i padroni di casa cercano di approfittarne rendendosi pericolosi più volte costringendo Reggiani agli straordinari. Le squadre vanno al riposo sul pareggio e il secondo tempo non offre molte emozioni, le due squadre danno l'idea che si accontentino del pareggio fino quando al 75 una prodezza da fuori area di Silipo porta in vantaggio i padroni di casa consegnando la vittoria alla Bagnolese. Infatti Il Piccardo non riesce ad organizzare una valida controffensiva e interrompe così la sua serie di sei vittorie consecutive.


15^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


La sesta vittoria consecutiva del Piccardo Traversetolo arriva dopo una partita difficile, avara di occasioni che ha visto i padroni di casa tenere in mano le redini del gioco senza però creare veri pericoli agli avversari. Campagnola che dal canto suo ha badato più a difendersi che a creare qualcosa di propositivo. Le due squadre sono entrate in campo con un modulo speculare, ma mentre il Piccardo si affida di più al possesso palla cercando di trovare l’imbucata giusta tramite azioni a palla a terra gli ospiti si affidano più a lanci verso il proprio centravanti Greco senza mai scoprirsi più di tanto. In una partita bloccata non stupisce che la prima occasione arrivi sugli sviluppi di un calcio d’angolo ed è a favore degli ospiti, ma l’incornata di Bulgarelli termina alto. È conseguente ad un calcio da fermo anche la prima occasione per i padroni di casa, sul calcio di punizione battuto da Bovi dalla trequarti Lusoli anticipa tutti all’altezza del primo palo ma la sua spizzata termina fuori. Al 32’ ancora sugli sviluppi di una calcio d’angolo i padroni di casa ci riprovano, questa volta con Metzguor la cui incornata termina fuori. Sullo scadere del primo tempo il Piccardo reclama il rigore per un atterramento in area di Metzguor, che l’arbitro non giudica falloso.

Il secondo tempo ricalca l’andamento del primo anche se l’ingresso del rientrante Savi velocizza l’azione dei padroni di casa oltre a consolidarne la qualità nel possesso palla. Al 18 arriva il gol del vantaggio su angolo battuto magistralmente da Savi Rieti si avventa sul secondo palo e batte il portiere avversario. Dopo il vantaggio la Piccardo acquista maggior sicurezza e complice gli spazzi che la Campagnola le offre rischia più volte il raddoppio. Al 30’ un gran lancio di Savi pesca Lusoli che con un pallonetto prova a beffare Scappi in disperata uscita ma conclusione termina fuori. Poco dopo Fornaciari imbecca Metzguor che però strozza la conclusione da posizione invitante, sul finire della partita ancora un contropiede dei padroni di casa con ancora Fornaciari che libera Lusoli la cui conclusione termina di poco a lato. La partita si conclude con Il Piccardo che controlla senza mai correre pericoli seri e che vince una partita giocata con pazienza e maturità, che gli permette di mantenere il secondo posto in classifica.



14^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Piccardo alla ricerca della quinta vittoria consecutiva sul campo di Formigine. La squadra di Dall’Asta comincia forte e al 4’un bel lancio di Dallaglio pesca Capitani che dopo un bel controllo tira verso la porta, ma la conclusione termina di poco fuori. La squadra di casa pressa moto ma il Piccardo quando tiene la palla sembra poter essere padrone del gioco e al 12 Guye dopo una bella azione crossa verso il secondo palo dove Lusioli ben appostato prova la conclusione a rete dopo un sontuoso controllo di palla, ma la conclusione del centrocampista giallo nero viene respinto dalla difesa. Al 17’ Metzgour recupera palla sulla trequarti e si lancia verso la rete, la conclusione del centravanti è respinta dal portiere, sulla ribattuta il più lesto di tutti è Lusoli che infila la porta avversaria con un preciso tiro che si insacca sotto la traversa. Al 22’ si rendono pericolosi anche i padroni di casa con una lunga serie di calcio d’angolo, sull’ultimo dei quali si scatena un gran batti e ribatti sulla linea di porta dove Santurro libera ergendosi a ultimo baluardo. Pochi minuto dopo altra occasione per i locali, Candio controlla male un lungo lancio e permette aPilia di presentarsi al tiro, ma il terzino giallo nero è bravo a rimediare all’errore e deviare in angolo la conclusione dell’avversario. Attorno alla mezz’ora si rifanno vivi gli ospiti con un bel contropiede portato avanti da Lusoli che serve Capitani che tira di poco a lato. Il primo tempo si conclude con un calcio di punizione dalla distanza battuto Sheehu che termina non di molto sul fondo.

Il secondo tempo vede i padroni di casa riversarsi in attacco alla ricerca disperato del pareggio. Il Piccardo stringe le maglie e dimostra di essere una squadra capace di soffrire senza concedere troppe occasioni agli avversari. Al 30’ una bella occasione per i padroni di casa capita sui piedi di Simoni che dal limite calcia alto, verso il 40 Reggiani è bravo a bloccare un tiro da distanza ravvicinata di Iattici. La partita riserva un finale thriller con l’arbitro che al 93’ concede un rigore discutibile per una trattenuta su Simone che accentua in maniera vistosa la caduta. Su dischetto va Sarnelli ma Reggiani si erge ad aassoluto protagonista parendo il suo secondo rigore stagionale. Dopo 5 minuti di recupero i ragazzi di Dall’Asta possono festeggiare il secondo posto solitario in classifica.


13^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Nel derby contro il Salsomaggiore il Piccardo ottiene la quarta vittoria consecutiva in una partita che ha visto i padroni di casa disputare un buon primo tempo passando in vantaggio allo scadere per poi difendere il risultato con una fase difensiva gagliarda e ordinata. I primi minuti della partita sono all’insegna dell’equilibrio e fino al 20’ minuto succede poco o niente. È al 20 che arriva la prima conclusione verso una delle due porte: Bovi dopo una bella azione personale si libera al tiro, ma la sua conclusione incrociata termina di poco fuori. Poco dopo una bella torre di Lusoli libera al tiro Dallaglio il cui tiro termina alto. Al 40 è ancora Dallaglio a rendersi pericoloso su invito di Bovi, ma il tiro dell’attaccante giallonero viene respinto in angolo dal portiere. Nel recupero del primo tempo arriva il gol che poi deciderà la partita, Dallaglio calcia una punizione dal limite che Bonati respinge un po’ goffamente, sulla respinta è bravo Bovi ad intervenire di testa con un preciso pallonetto che scavalca i difensori posizionati sulla linea e si insacca in rete.

Nel secondo tempo gli ospiti cercano di far valere la maggior stazza fisica nel tentativo di raggiungere il pareggio e chiudono la squadra del Piccardo nella propria metà campo che però riesce a difendersi con ordine. I pericoli per la porta giallonera arrivano solo su calci d’angolo e con due conclusioni verso la fine della partita con dei tiri di Dioni e Fontana che vengono neutralizzanti da un sempre attento Reggiani. Dopo una partita di sacrificio e combattuta con grinta e maturità i padroni di casa possono festeggiare la quarta vittoria consecutiva e la conquista del secondo posto in classifica in coabitazione con l’Agazzanese


12^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


La partita tra Soleriese e Piccardo Traversetolo comincia subito con i fuochi artificiali, dopo solo 3 minuti incursione di Fiocchi sulla fascia che entra in area e dopo un contrasto con Mayingi si procura un rigore che è apparso generoso. Dal dischetto si presenta Riccardo Caselli che realizza. Veemente reazione degli ospiti che raggiungono immediatamente il pareggio anche in questo caso su rigore: gran palla filtrante di Bovi (al debutto da titolare) a smarcare Attolini che viene steso dal portiere, lo stesso Attolini si incarica di trasformare il rigore. Raggiunto il pareggio il PiccardoTraversetolo diventa padrone del gioco con belle azioni manovrate che spesso risultano anche molto spettacolari e efficaci, infatti i gialloneri vanno spesso vicini al raddoppio con Dallaglio prima e Attolini dopo, ma entrambe le conclusioni terminano alte. A due minuti dalla fine l’azione più belle porta al raddoppio, splendida combinazione tra Dallaglio e Bovi, tiro sontuoso del numero otto che si infila all’incrocio dei pali lasciando immobile il portiere di casa.

 

Il secondo tempo comincia con i padroni di casa che spingono alla ricerca del pareggio, ma sono gli ospiti ad essere piu’ pericolosi e su azione di calcio d’angolo trovano il gol con Santurro, ma l’arbitro annulla vedendo un fallo in area. Con il passare del tempo l’offensiva dei padroni di casa diventa piu’ veemente e il portiere Reggiani si erge a protagonista in piu’ di un’occasione, al 38’ il portiere ospite è addirittura prodigioso con una parata di riflessi a togliere la palla dalla rete su una fortunosa deviazione di Riccardo Caselli. I continui attacchi dei padroni di casa prestano il fianco al contropiede del Piccardo che chiude la partita con un’azione di contropiede condotta in porta caparbiamente da Dallaglio che ruba palla a Giacomo Caselli e poi batte di giustezza il portiere.

 

Vittoria importante che dà continuità alle prestazioni dei gialloneri di mister Dall’Asta e li proietta al terzo posta in classifica.


11^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Partita spettacolare quella che è andata in scena al Tesauri, con gli ospiti che partono forte e dopo solo 1’di gioco un tiro di Filipov viene deviato finisce di poco fuori. Gli ospiti raccolgono 3 calcio d’angoli nei primi5 minuti è dimostrano di essere in grande forma schiacciando i padroni di casa nella propria metacampo. Col passare del tempo il Piccardo sembra trovare le contromisure al forcing avversario e alla distanza riesce ad imporsi sul piano del gioco e al 22’ si procurano una grande occasione con una splendida azione lanciata da Fornaciari che pesca sulla fascia Lusoli, bravo a crossare in mezzo dove Attolini è bravo ad anticipare la difesa avversaria ma la sua deviazione si stampa contro il palo. Al 24’ altra occasione per i padroni di casa che con un bel tiro da fuori di Fornaciari impegna Ziglioli in una difficile parata in angolo. AL 28’ è la volta deglia ospiti ad impegnare Reggiani in una bella parata con un tiro di Piccolo. un bel primo tempo giocato bene da entrambe le squadre si conclude sullo zero a zero. La ripresa è spettacolo pure e si apre con i padroni di casa che passano in vantaggio: splendida ripartenza di Lusoli che scambia con Candio sulla fascia, la palla arriva a Dallaglio che con un filtrante pesca Attolini in area di rigore, il centroavanti viene steso prima di poter concludere a botta sicura, rigore netto che lo stesso Attolini trasforma. Dopo neanche due minuti dal vantaggio i padroni di casa raddoppiano con un’azione in fotocopia: filtrante di Dallaglio per Attolini che con un delizioso tocco a cucchiaio scavalca Ziglioli in uscita. Gli ospiti non si scoraggiano e trovano la forza di riversarsi in attacco e stringere i padroni di casa nella propria metacampo e al 21 accorciano le distanze con una splendida mezza girata al volo di Di Gennaro che insacca all’incrocio. Il gol galvanizza ancor di più gli ospiti che non trovano il pareggio solo a causa di uno strepitoso Reggiani che in più di un’occasione è prodigioso nel salvare il risultato. Al 44’ il Piccardo trova il gol del tre a uno aprofittando degli spazzi lasciati dal forcing avversario, Bovi è bravo a portare palla nella metacampo avversaria e a servire Dallaglio con con un splendido spunto lascia sul posto il diretto avversario e si presenta a tu per tu con il portiere che infila con un preciso diagonale. Nel recupero un incontenibile Di Gennaro con tiro deviato dalla difesa di casa accorcia nuovamente le distanze, ma ormai è troppo tardi e il Piccardo consegue un’importantissima vittoria contro un ottimo Nibbiano.

 



10^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Turno infrasettimanale che vede il Piccardo ricevere al Tesauri la Sanmichelese, squadra che viene da due vittorie consecutive mentre i padroni di casi devono riscattare lo scivolone di Cittadella. Primo tempo equilibrato sul piano del gioco che vede le due squadre affrontarsi a viso aperto anche se sono i padroni di casa ad avere le occasioni migliori. Al 5’ i ragazzi di Dall’Asta protestano per una chiara trattenuta su Lusioli sulla quale l’arbitro decide di sorvolare nonostante il rigore sembrasse netto.

Al 12’ dopo un’azione di calcio d’angolo Candio crossa in mezzo all’area dove Santurro è bravo ad anticipare la difesa avversaria ma la sua girata al volo risulta debole e il portiere blocca senza difficoltà. Al 18’ è ancora Candio a mettere in mezzo un pallone invitante sul quale la difesa modenese riesce ad anticipare Dallaglio e in un secondo tempo Capitani. I padroni di casa iniziano a premere con maggior decisione e al 23’ impegnano Giaroli con una punizione a due battuta da Fornaciari, al 26’ dopo una bella azione manovrata Lusoli pesca il filtrante giusto per Dallaglio, il quale però calcia centrale e debolmente. Sul finire del primo tempo si fanno vedere anche gli ospiti con una bella giocata di Galanti che dopo essersi liberato di Fornaciari libera Sula al tiro che termina di poco fuori.

Il secondo tempo inizia seguendo il copione del primo tempo al 9’ i padroni di casa trovano il gol con una deliziosa punizione dal limite di Dallaglio che pesca l’angolino alto alla sinistra del portiere. Rinfrancata dal vantaggio la Piccardo  diventa padrona del gioco e al 20’ arriva il raddoppio con una splendida combinazione sulla fascia destra che libera Candio: il tiro cross del terzino pesca Lusoli sul secondo palo che trova la deviazione vincente. Al 42’ si fanno vedere gli ospiti con un calcio di punizione a rientrare di Casta che Reggiani è bravo a respingere in angolo con la collaborazione della traversa. A questo punto la partita si può dire conclusa con il Piccardo che controlla senza patemi gli sterili tentativi degli ospiti di accorciare.

 



9^ GIORNATA


CRONACA DELLA PARTITA


La partita tra Piccardo e Cittadella comincia con gli ospiti cercano di imporre il proprio gioco e al 5’ una bella combinazione Attolini Dall’Aglio libera Mezgour al tiro dal limite dell’area che impegna il portiere ad una bella parata. Al9’ una bella punizione a due calciata da Dall’Aglio impegna nuovamente schiuma. Al 13’si fanno vivi i padroni di casa con una veloce ripartenza che libera al tiro montarsi la cui conclusione risulta facile preda di Cavallini. Al 23’ un’azione travolgente di Lusooisullafasia che crossa per Dall’Aglio cui tiro di piatto viene nuovamente espunta da un ottimo schiuma.la partita prosegue con gli ospiti che premono ma che spesso si trovano in inferiorità a centrocampo e lasciano spazio alle ripartenze dei padroni di casacheal29’ impegnano Cavalini in una difficile para rata a terra mentre pochi minuti dopo passano in vantaggioso: un lancio dalla difesa pesca si spizzataditestatrova leonardi lasciato colpevolmente solo è libero di infilare un incolpevole Cavallini. La reazione degli ospiti non si fa attendere e dopo una bella combinazione Candio si presenta al tiro dal vertice destro dell’area di rigore e impegna il portiere avversario ad una difficile respinta. Sul finale del primo tempo una bella triangolazione Dall’Aglio Bottioni porta il fantasista giallonero alla conclusione dal limite che finisce di poco fuori. La ripresa comincia come era terminato il primo tempo con il Piccardo che cerca di stringere d’assedio la difesa avversaria ma a contrario del primo tempo gli ospiti fanno fatica a rendersi pericoloso e il loro predominio territoriale risulta spesso sterile. Dopo un gol annullato a Capitani per un fuorigioco apparso più che dubbio l unica vera occasione per raggiungere il pareggio capita al 30’ sui piedi di Bovi cui conclusione da buona posizione termine fuori. Gli ospiti si sbilanciano sempre di più alla ricerca del pari, ma con poco ordine e prestano così il fianco al contropiede avversario e infatti al 37 arriva il raddoppio dei padroni di casa con un bel contropiede che permette aMontorsi di raddoppiare.

 

8^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


La partita comincia con i padroni di casa subito determinati a imporsi sugli avversari. Dopo una fase in cu iil Piccardo ha avuto una netta superiorità territoriale ma sterile al 18’ arriva la prima occasione per i padroni di casa con un calcio d’angolo ben battuto che Attolini spizza verso il secondo palo dove Santurro da pochi passi non riesce a trovare l’impatto vincente con il pallone.

I padroni di casa alzano il pressing e Musiari va al contrasto con i difensori avversa, la palla giunge ad Attolini che da fuori area cerca il piazzato di interno destro e la palla colpisce l’esterno del palo. Pochi minuti dopo una bella apertura di Fornaciari pesca Candio sulla fascia, il cross del terzino crea il panico nella difesa del Fiorano che ribatte malamente e sui piedi dell’accorrente Fornaciari la cui botta di prima intenzione costringe Antonioni ad una difficile parata. Al 32’ il Fiorano prova ad uscire dal pressing del Piccardo manovrando dalla difesa ma su un retropassaggio Antonioni pasticcia con il pallone, sul portiere ospite si avventa Attolini che recupera palla e la deposita in rete. Dopo il meritato vantaggio i padroni di casa continuano a dominare e più di una volta sprecano l’occasione del raddoppio sbagliando l’ultimo passaggio. Sul finale del primo tempo arriva la beffa per il Piccardo che subisce il gol del pareggio dopo una bella incursione di Mastroleo che è bravo ad arrivare fino al fondo e mettere il cross arretrato per Suma che di prima intenzione batte a rete e trafigge Reggiani.

La ripresa inizia in maniera pirotecnica con Attolini che al 2’ si rende pericoloso con tiro rasoterra che impegna Antonioni alla presa bassa, ma al 5’ sono gli ospiti ad andare inaspettatamente in vantaggio con un gran diagonale di Cavallini che s’infila sul secondo palo. La risposta dei padroni di casa non si fa attendere, al 7’ una bella combinazione Guye Lusoli porta quest’ultimo al cross in centro area dove è ben piazzato Metzgour che gira al voloverso la porta avversaria senza però impensierire Antonioni. Due minuti dopo arriva il pareggio con una bella azione impostata da Metzgour che lancia Attolini sulla fascia, il centroavanti serve una palla d’ora in mezzo all’area dove Fornaciari, bravo a seguire l’azione insacca il gol del pareggio. Sul risultato di due a due la partita rimane avvincente con entrambe le squadre desiderosi di conquistare i tre punti. Il piccardo continua a fare il gioco ma a contrario del primo tempo gli ospiti cercono di rispondere colpo sul colpo. Da segnalare per gli ospiti una bella azione di Caputo che una volta entrato in area riesce a servire un compagno cui tiro termina fuori di un niente, mentre per il Piccardo l’occasione più ghiotta capita sulla testa di Metzguo che non riesce ad inquadrare la porta da posizione ottimale. Da segnalare verso il finale della partita due episodi abbastanza dubbi successi nell’area del Fiorano, la prima una trattenuta su Metzgour e il secondo un fallo di mano abbastanza netto su cui l’arbitro a clamorosamente sorvolato.

 



7^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


A Busseto va inscena il derby provinciale tra Pallavicino e Piccardo, entrambe le squadre arrivano a questo match nel loro momento migliore con due risultati utili consecutivi: i padroni di casa con due pareggi consecutivi che coincidono con i due punti in classifica, mentre la formazione di Traversetolo arriva da due vittorie consecutive contro Colorno e Felino.
La partita comincia con gli ospiti che cercano di imporre il proprio gioco mentre i padroni di casa adottano una tattica più attendista e a lunghi tratti la partita ristagna a centrocampo. Al 15’ arriva la prima conclusione verso una delle due porte ad opera dei padroni di casa: Pellegrini dopo una bella azione personale calcia verso la porta di Reggiani, ma la sua conclusione finisce fuori dallo specchio della porta. Al 21’arriva la risposta degli ospiti con una conclusione di Attolini che dal limite spedisce la palla a sfiorare il palo alla sinistra di Dondi. Un primo tempo avaro di emozioni e giocata in maniera maschia a centrocampo si conclude con una bella incursione di Candio sulla destra cui cross libera Dall’aglio all’interno dell’area di rigore, il tiro a giro del 10 giallonero termina fuori di un niente.
La ripresa comincia con gli ospiti decisamente più determinati a fare propria la posta in palio. Al 6’ un gran lancio di Fornaciari  pesca l’inserimento centrale di Dall’Aglio, l’attacante giallonero dopo un controllo delizioso si libera al tiro, ma la sua battuta ad incrociare  si stampa contro il palo,  sulla ribattuta Attolini non riesce a coordinarsi per la ribattuta in rete. Al 10 ancora Dall’Aglio libera Attolini al tiro, la conclusione del centravanti costringe Dondi alla difficile respinta, sulla quale la difesa di casa è brava ad anticipare di un soffio l’accorrente Dall’Aglio. Al 31’ su azione di rimessa laterale è ancora Dall’aglio a liberarsi per la conclusione che risulta essere troppo centrale e il portiere blocca senza troppi patemi d’animo. Al 32 arriva il meritato vantaggio per gli ospiti: un’altra bella giocata in profondità di Fornaciari smarca il  solito Dall’aglio che controlla bene all’interno dell’area di rigore e costringe il difensore avversario al fallo, rigore ineccepibile che Attolini trasforma con freddezza. A questo punto il Piccardo controlla senza fatica gli sterili tentativi dei padroni di casa di raggiungere il pareggio e al 46’ arriva anche il raddoppio con una sontuosa incursione di Lusoli che dopo essersi liberato di due avversari conclude con un preciso diagonale che si infila alla destra di un incolpevole Dondi.



6^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Prima di cominciare la cronaca della partita ci sembra doveroso indirizzare un altro pensiero caloroso e di vicinanza a Matteo Attolini e a tutta la sua famiglia per il lutto che li ha colpiti. Dopo la partita tutta la società e la squadra ha fatto visita al proprio compagno per unirsi (per quanto possibile in queste circostanza) al cordoglio di Matteo e della sua famiglia. Nonostante il lutto Matteo ha accolto tutti i suoi compagni con il suo immancabile sorriso segnale, di un ragazzo forte e sempre positivo, evidentemente cresciuto da una famiglia sana e dai forti principi. A nessuno di noi ha fatto mancare il suo sorriso e per questo dobbiamo essere noi a ringraziarlo.

Partita che  ha visto il Piccardo Traversetolo tornare alla vittoria davanti al proprio pubblico. Una grande prestazione dei ragazzi di Dall’Asta, una partita giocata con grande cuore, testa e spesso con grande sagacia tattica e pregevole tecnica. Dopo i primi dieci minuti di studio il Felino passa alla prima e unica occasione di tutto il primo tempo: Lancellotti è bravo a farsi trovare smarcato fra le linee, e dopo essersi liberato di due avversari è ancor più bravo a piazzare un preciso diagonale da fuori area che batte un incolpevole Reggiani. Il goal subito non suona come un allarme bensì come una sveglia per i padroni di casa che diventano totali padroni del campo grazie a una fitta ragnatela di passaggi a terra che in più di un’occasione risulta essere efficace oltre che spettacolare. Così giocando al 21’ arriva il paraggio: una bella combinazione a centrocampo smarca Gaureschi sulla sinistra, il cross del terzino ha una parabola insidiosa che il portiere Terenzio giudica male e smanaccia il pallone sui i piedi di Lusoli che è freddo nel depositare la palla in rete con un diagonale non scontato seppur a porta sguarnita. A questo punto il gioco a terra del Piccardo Traversetolo diventa ancor più devastante, la palla gira veloce da destra a sinistra e viceversa e gli avversari sembrano essere in balia dei padroni di casa. Sei minuti di forcing a ridosso dell’area avversaria portano al goal del raddoppio con una bella conclusione dal limite dell’area del solito Lusoli. A cospetto di un’azione prolungata e pericolosa al limite dell’area avversaria ci sarebbe sembrata un’assurdità se l’arbitro avesse fermato il gioco perché Pappalardo era rimasto a terra dopo un normale contrasto di gioco. Dopo il goal del vantaggio il Piccardo rallenta i ritmi, mantenendo comunque una netta supremazia territoriale.

La ripresa comincia come era finito il primo tempo e al 3’ una bella combinazione Candio Fornaciari lancia Capitani sul versante destro, l’attaccante è bravo ad entrare in area e a smarcare con un pregevole colpo di tacco l’accorrente Gueye che tira di prima intenzione costringendo Terenzio alla parata in angolo. Il Felino torna a farsi pericoloso al 6’ con un calcio di punizione che è un corner corto, sulla battuta Adofo anticipa tutti, ma il suo colpo di testa risulta essere debole e centrale, una facile presa per un attento Reggiani. La ripresa vede il Felino aumentare gli sforzi per raggiungere il pareggio, sforzi che sul piano del gioco producono solo alcuni calci piazzati pericolosi dove comunque la difesa dei padroni di casa è sempre attenta a coprire. Al 21’ e bravo Santurro a chiudere su Martinez pescato in area da un calcio piazzato dalla trequarti, mentre al 21 sempre sugli sviluppi di un calcio piazzato è Lancelloti a concludere fuori. Il secondo tempo dei padroni di casa è un secondo tempo tatticamente attento a non concedere spazi e a ripartire in contropiede. Al 25’ un bel lancio di Fornaciari pesca un indemoniato Capitani che è bravissimo a fuggire sulla fascia destra e mettere un invitante pallone basso in centro area dove è bravo Pappalardo ad intervenire in scivolata impedendo a Bottioni di concludere a botta sicura.

Al 29’ una caparbia discesa di Guareschi sulla sinistra porta il terzino al tiro, ma la conclusione a giro termina fuori.

La partita prosegue sul canovaccio del secondo tempo con il Piccardo in gestione che controlla facilmente le folate offensive degli ospiti e ottiene una più che meritata vittoria. Unica nota dolente di una splendida partita risulta essere l’espulsione di Capitani nei minuti di recupero, espulsione avvenuta per una doppia ammonizione ai più sembrata decisamente eccessiva.

Se proprio si vuole trovare un neo all’arbitraggio mi sembra di poter dire, per onor di cronaca e non per polemica che la gestione dei cartellini ha lasciato alquanto a desiderare, infatti in una partita risultata essere maschia e giocata con decisione da entrambe le squadre ci sembra assurdo che i cartellini siano stati commissionati solo ai giocatori del Piccardo, quando anche i giocatori del Felino sono rei di aver commesso falli simili per gravità e in egual numero.

 



5^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


La Piccardo parte subito col piglio giusto determinata a riscattare le due sconfitte consecutive; dopo soli 2 minuti una bella combinazione Fornaciari-Lusoli provoca un calcio d’angolo battuto magistralmente da Savi (alla prima apparizione stagionale) che si insacca direttamente in rete beffando il portiere di casa. Al 7’ una bella combinazione tra Attolini e Lusoli smarca quest’ultimo che da posizione defilata tira non di molto a lato. Piccardo padrona del campo che spesso e volentieri sfonda sulla destra con belle azioni alle quali manca solo l’ultimo passaggio. Al 23’ si fa vivo il Colorno con una azione portata avanti da Del Porto che crossa per Lari bravo a girarsi per concludere a rete, Reggiani reattivo respinge. Al 26’ ancora un ispiratissimo Lusoli che crossa in mezzo per Dallaglio il quale si fa ribattere la conclusione da due passi dal recupero di un difensore avversario. Sul calare del primo tempo viene annullato un gol a Lusoli per sospetta posizione di fuorigioco dopo bella combinazione con Attolini. Primo tempo con Piccardo in controllo e meritatamente in vantaggio. Ripresa con la Piccardo che parte subito forte per consolidare il vantaggio con due occasioni che capitano sui piedi di Dallaglio che calcia a lato da posizione più che invitante. Piccardo che controlla il gioco rintuzzando i tentativi confusionari del Colorno di pareggiare. Al 22’ Pessagno ci prova dalla distanza ma la conclusione sorvola la traversa. Al 23’ dopo un sontuoso anticipo di Mayingi, Lusoli penetra sulla destra e smarca nuovamente Dallaglio che conclude nuovamente a lato. Al 32’ punizione di Dallaglio da posizione defilata da posizione di corner corto, Corradi è bravo a respingere di pugno nella mischia. Al 33’ un traversone apparentemente destinato sul fondo, Pessagno è bravo a rimettere in mezzo di testa, ma Santurro ben posizionato a centro area libera il pericolo. Sul ribaltamento di fronte, un’altra azione poderosa di Lusoli che dopo essersi liberato sull destra rientra e calcia verso la porta trovando la deviazione che batte Corradi per il raddoppio giallonero. A questo punto le velleità di pareggio del Colorno svaniscono definitivamente e la partita dopo 5 di recupero termina con un meritato 2 a 0 per la Piccardo, autrice di una più che convincente partita.

 



4^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA



Al Tesauri di Traversetolo si affrontano per la quarta giornata di campionato Piccardo Traversetolo  e Agazzanese, i primi per riscattare la sconfitta di Correggio, l’Agazzanese per proseguire la sua rincorsa alle posizioni di vertice.

La partita comincia con la due squadre che si studiano senza che nessuna di esse prenda in mano il gioco. Il gioco ristagna a centrocampo,  al decimo su un’azione di pressing l’Agazzanese recupera palla su Fornaciari e libera al tiro Lucci che spedisce fuori. Azione che fa da preludio al gol del vantaggio dei piacentini, al 16’  Lucci sulla sinistra con una bella percussione vince un rimpallo con Santurro e va a crossare in mezzo all’area di rigore dove Minasola, lasciato colpevolmente solo, ribadisce in rete da pochi passi. La reazione dei padroni di casa non tarda ad arrivare e dopo due minuti Attolini si presenta in area di rigore avversaria, ma si lascia ingannare da una segnalazione dell’assistente di linea ignorata giustamente dall’arbitro, e tira sul portiere. Al 22’ Minasola si fa tutto il campo con la palla al piede senza essere contrastato efficacemente e pesca Lucci  che insacca con un rasoterra angolato. I padroni di casa non si scoraggiano e cercano di accorciare immediatamente le distanze: al 23’ fallo netto su Lusoli all’interno dell’area ma l’arbitro concede la punizione al limite. Al 29’ dopo una bella azione manovrata la palla giunge a Fornaciari che pesca fra le linee Attolini la cui conclusione si spegne di poco al lato. Al 37’ Candio recupera la palla sulla trequarti e serve Attolini che da posizione defilata prova la conclusione a rete che viene deviata da Reggiani in recupero. Sul scadere del primi tempo l’occasione migliore: su azione di rimessa laterale la palla arriva a Lusoli che serve all’interno dell’area Dallaglio, bravo a smarcare  Attolini, il tiro a botta sicura della punta termina fuori di un niente.

La ripresa si apre con i padroni di casa che continuano a premere alla ricerca del gol che possa riaprire la partita e dopo solo un minuto di gioco una splendida punizione a giro di Dallaglio conclude la propria parabola contro il palo. Partita stregata per i padroni di casa che pagano a caro prezzo due distrazioni difensive.


3^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA



Bella giornata di sole vede affrontarsi per la 3’ giornata Correggese e Piccardo. La Correggese sin dall’avvio prende il mano il pallino del gioco, con bei fraseggi che spesso trovano gli avanti reggiani smarcati tra le linee. La cospicua mole di gioco dei padroni di casa non procura però troppi pensieri alla solida difesa della Piccardo. Poi al 13’ una mancata chiusura di Bottioni libera Davoli sulla destra il quale appena entrato in area ha il tempo di crossare rasoterra in mezzo all’area; sul cross Candio riesce ad anticipare Valim, ma sul contrasto il giocatore di casa cade a terra e l’arbitro decide di concedere un rigore apparso generoso. Sul dischetto si presenta lo stesso Valim che realizza nonostante Reggiani riesca a toccare la conclusione. Al 18’ sugli sviluppi di un bel schema su punizione Fornaciari libera Lusoli al cross che costringe Sorzi ad uscire di pugni, sulla respinta del portiere Gueye prova il pallonetto al volo calciando abbondantemente fuori. La squadra di casa continua il possesso palla rallentando il ritmo della partita e la Piccardo accusa il contraccolpo del gol subito, al 24’ Reggiani sbaglia i tempi dell’uscita e si lascia scavalcare dal pallone sul quale si avventa poi insieme a Valim, nel contatto tra i due l’arbitro giudica irregolare l’azione dell’attaccante reggiano. La Piccardo continua a subire il gioco avversario e al 26’ un disimpegno sbagliato di Gueye serve Lessa Locko che tira dal limite a fil di palo infilando Reggiani sulla sua sinistra. Al 33’ finalmente una bella azione della Piccardo portata avanti da Capitani che libera al tiro Dallaglio costringendo il portiere avversario alla deviazione volante in angolo.nrll’intervallo mister Dall’Asta prova a rivitalizzare la sua squadra inserendo Attolini, Musiari e Mayingi. Ciononostante la sostanza della partita non cambia con la squadra di casa che mantiene l’iniziativa fcendo girare la palla e tenendo bassi i ritmi di gioco. Al 5’ poi piove sul bagnato per i gialloneri che perdono Mezgour per infortunio, mentre stava lanciando un contropiede della sua squadra. Al 21’ la maggior mole di gioco dei padroni di casa si concretizza nel 3 a 0 con una superba azione di Lessa Locko che dopo una serie di doppi passi smarca a pochi passi dalla porta Landi il cui diagonale viene deviato in rete in scivolata da Valim. Al 25’ Musiari, uno dei più attivi della rioresa recupera palla sulla trequarti avversaria e serve un filtrante per Dallaglio che appena entrato in area batte il portiere avversario in uscita. Chi si aspettava che il gol desse una scossa agli uomini di Dall’Asta rimane deluso, infatti grazie al possesso palla i reggiani rimangono padroni della partita. Prima del fischio finale si registra una parte alta della traversa colpita da Lessa Locko sugli sviluppi di un angolo e al 32’ una azione nata da un disimpegno sbagliato del centrocampo giallonero mette Landi nelle condizioni di calciare a rete d pochi passi, ma la conclusione termina di molto alta. Questa l’ultima emozione di una partita che ha visto i padroni di casa vincere meritatamente.


2^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA



In una bella giornata di sole, ancora prettamente estiva, la Piccardo ospita per la prima in casa la temibile formazione del Rolo. Al cospetto di un “Tesauri” quasi gremito i padroni di casa devono riscattare l’immeritata sconfitta nella prima di campionato. La Piccardo si schiera con un 4-3-3 che permette alla squadra di Dall’Asta di prendere in mano il pallino del gioco, grazie ad un pressing alto che costringe la formazione reggiana ad affidarsi esclusivamente a lanci lunghi che sono facile preda di Santurro e Rieti, che per tutto l’arco della partita sono risultati insuperabili.

La prima azione offensiva degna di rilievo vede i padroni di casa elaborare una belle azione sulla destra che libera in fascia Metzgour cui cross costringe il portiere avversario ad una spettacolare uscita di pugni. Al 12’ Attolini viene raggiunto in area da un passaggio invitate di Fornaciari (ottima prestazione la sua come vertice basso di centrocampo), ma al numero dieci non riesce il dribbling decisivo che gli avrebbe permesso di concludere a rete. Al 15’ una bella incursione di Candio sulla fascia destra porta il terzino al cross dal fondo sul quale Metzguor prova la conclusione al volo che termina alta. La Piccardo insiste e al 17’ una prolungata azione porta alla conclusione Lusoli, cui tiro termina fuori. Al 22’ si registra la prima conclusione degli ospiti con un tiro dalla distanza di Ouaden che termina lentamente tra le braccia del giovane Cavallini al suo esordio stagionale.

Al 30’ una grande apertura di Dallaglio smarca Lusoli che dopo un bel dribbling a rientrare calcia verso la porta impegnando Della Corte ad una bella parata bassa.

Al 33’ la più grossa occasione per i padroni di casa: Fornaciari batte una punizione per Dallaglio che smarca Lusoli sulla destra, cui tiro diventa un cross invitante per Attolini che non riesce a ribadire in rete.

Sul finire del primo tempo ospiti pericolosi con una punizione calciata da Meneghiniello che costringe il portiere giallo nero alla deviazione in angolo.

Il secondo tempo si apre con il Rolo che cerca di reagire alla superiorità mostrata dalla Piccardo nella prima fazione di gioco ma è sempre il Piccardo ad avere le occasioni migliori, infatti al 8’ una splendida ripartenza rifinita da Gueye per Dallaglio porta il 10 alla conclusione da dentro l’area di rigore, ma il suo tiro viene deviato da un difensore avversario in recupero. Poco dopo bella azione di Lusoli sulla destra,cui passaggio filtrante trova Rieti all’interno dell’area che però pasticcia al momento della conclusione.

Al 14’ i padroni di casa passano in vantaggio: una bella triangolazione orchestrata da un ottimo e generoso Metzgour porta il centravanti a pescare Dallaglio all’interno dell’area avversaria, il 10 è bravo e lucido a vedere Attolini smarcato in posizione centrale, dribbling sul portiere di Attolini e palla depositata in rete.

Una volta passato in svantaggio il Rolo cerca di pressare i padroni di casa nel tentativo di recuperare, in realtà senza creare mai reali pericoli alla porta di Cavallini, a parte una bella conclusione a giro di Habib che termina di poco a lato.

 


1^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA



Il debutto nel Campionato Eccellenza del Piccardo ha visto la squadra di Traversetolo impegnata sul difficile campo della Folgore Rubiera, compagine che nell'ultimo lustro si è sempre ben comportata in Eccelenza. Per tutto il primo tempo, la maggior esperienza dei padroni di casa è stata evidente. Infatti La folgre per tutta la prima frazione di gara è sembrata più lucida nel possesso palla e più reattiva nella corsa, rispetto ad un Piccardo impreciso, spesso frettoloso nel verticalizzare, più timido nella corsa e nel recupero palla. La Folgore fraseggia bene nello stretto, con passaggi di prima e con improvvisi cambi gioco nel tentativo di liberare le due ali. Dall'altra parte il Piccardo si affida troppo spesso ai lanci lunghi verso le punte Mezguor e Attolini, senza mai però accorciare con il centrocampo; lasciando così i due attaccanti in balia della difesa avversaria. Nonostante la migliore e maggiore mole di gioco espressa dai padroni di casa è doveroso sottolineare come fino alla mezz'ora del primo tempo nessuna delle due squadre sia stata in grado di creare pericoli alle difese avversarie.

Al 30' la prima vera emozione: su un rilancio della Folgore apparentemente innocuo Reggiani valuta male la parabola sbagliando completamente il tempo dell'intervento di piede, lasciandosi scavalcare dal pallone , sul quale è stato pronto ad avventarsi il centravanti avversario, abbattuto in area dal tentativo disperato di Reggiani di recuperare il pallone. Rigore netto, dal dischetto si presenta Malivojevic che si fa ipnotizzare da Reggiani, bravo nell'intuire il calcio incrociato dell'avversario e respingere il tiro in angolo, facendosi così perdonare l'errore precedente.

Il rigore fallito dalla Folgore anziché dare la scossa al Piccardo rende la squadra di mister Dall'asta ancora più remissiva e qualche minuto dopo i padroni di casa passano in vantaggio: una bella triangolazione sulla sinistra coglie la catena difensiva di destra giallonera completamente impreparata, Moxha si presenta, così, al cross completamente indisturbato e libero di calibrare un cross perfetto per la testa del giovane Porrini che appostato sul secondo palo e scevro da ogni marcatura mette in rete. Bisogna attendere il 42' per il primo tiro in porta de Piccardo, una bella azione ben sviluppata sul lato offensivo di sinistra libera al tiro Fornaciari, cui tiro impegna in una parata a terra Burani. Il primo tempo si conclude senza regalare altre emozioni, è da sottolineare, invece, come con il passare del tempo la conduzione arbitrale sia diventata sempre più inspiegabile ai presenti. Un arbitro che ha lasciato per troppo tempo campo libero alle continue proteste dei padroni di casa, che dava l'impressione di fare fatica a sanzionare con cartellini falli (alcuni anche molto brutti)della Folgore, mentre sul finire del tempo sventola un cartellino giallo a Gueje Papa per un intervento di gioco che ai più parso regolare o perlomeno un normale intervento di gioco.

Il secondo tempo, infatti inizia con una farsa da commedia dell'arte dei giocatori del Rubiera che per 5 minuti sono liberi di interrompere il gioco per protestare con guardalinee e arbitro, senza che quast'ultimo sanzioni    gli assurdi atteggiamenti di nervosismo dei padroni di casa. Nel secondo tempo il Piccardo si presenta in campo con Capitani al posto di Musiari passando così dal 4-4-2 iniziale ad un più consueto 4-3-3. I gialloneri trovano beneficio dal cambio tattico e smettono di subire il possesso palla avversario, ma per buona parte del secondo tempo a farla da padrona è l'equilibrio e il nervosismo, fomentato dalla non sufficiente prestazione dell'arbitro. Comunque sia il Piccardo prende sempre più campo e al 30' Gueje Pape con un doppio dribbling penetra nel lato destro dell'area di rigore avversaria e serve un rigore in movimento ad Attolini, il quale però svirgola malamente la conclusione in corsa, la squadra è sbilanciata in avanti e sul contropiede avversario Moxha si fa tutto il campo con la palla al piede fino ad arrivare in zona tiro, ma la sua conclusione si stampa contro il palo.

Da qui in poi la partita diventa un monologo del Piccardo. Al 33 Gueje Papa recupera l'ennesimo pallone a centrocampo e serve Lusioli il quale s'inventa un passaggio filtrante a liberare all'interno dell'area il neo entrato Dall' Aglio, il cui tiro a botta sicura viene miracolosamente respinto da Burani. Sentendosi sotto assedio i giocatori della Folgore si innervosiscono maggiormente e sugli sviluppi di un calcio di punizione Dallari colpisce con un pugno   Gueje Papa, un gesto vile  che neanche il signor Cavallo da Bologna può esimersi dal sanzionare con il rosso diretto. Dopo le solite proteste ingiustificate come non mai dei padroni di casa si può battere un invitante calcio di punizione dal limite, della battuta si incarica Dall'Aglio che calcia alto. Al 41 sugli sviluppi di un calcio d'angolo la palla del pareggio capita sui piedi di  Santurro, il quale da due passi non riesce a ribadire in rete un pallone che chiedeva solamente di essere spinto e che danza quasi sulla linea di porta prima di essere respinto dalla difesa avversaria.

I restanti 9 minuti (4+5 di recupero) passano con il Piccardo stringere d'assedio la difesa locale, incapace però di sfruttare con la giusta lucidità la superiorità numerica, e incapace di creare altri seri pericoli alla porta avversaria

Ovviamente una sconfitta significa che le cose non sono andate come ci si aspettava, c'è molto rammarico per un primo tempo giocato male e sotto ritmo, rammarico ancor più accentuato dalla consapevolezza che il pareggio era alla portata,e che sarebbe stato meritato. Nella delusione del risultato finale è bello poter sottolineare la bella partita dei due centrali di difesa, di un sempre attento e combattivo Fornaciari e la crescita costante di Gueje, sempre lucido nell'impostare e sempre pronto a recuperare palloni in mezzo al campo.

 

 


Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Nullam porttitor augue a turpis porttitor maximus. Nulla luctus elementum felis, sit amet condimentum lectus rutrum eget.


Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Nullam porttitor augue a turpis porttitor maximus. Nulla luctus elementum felis, sit amet condimentum lectus rutrum eget.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Nullam porttitor augue a turpis porttitor maximus. Nulla luctus elementum felis, sit amet condimentum lectus rutrum eget.



Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Nullam porttitor augue a turpis porttitor maximus. Nulla luctus elementum felis, sit amet condimentum lectus rutrum eget.

via Delia 1, 43029 Traversetolo (PR) - P.IVA: 02805210347