COPPA ITALIA DI PROMOZIONE 2017/2018

FASE 1 - GIRONE C

CRONACA DELLA PARTITA


Serata calda al Valeriani di Rubiera dove a distanza di 10 giorni Folgore Rubiera e Piccardo si reincontrano per disputarsi l’accesso al prossimo turno di Coppa Italia. Entrambe le squadrea entrano in campo affidandosi al turn-over. La partita inizia con belle trame della Piccardo che fa girare il pallone con velocità e precisione e dopo secondi dall’inizio incursione centrale di Lusoli in area di rigore fermata poco prima di battere a rete. La Piccardo continua a far girare bene la palla, ma al 17’ una fulminea ripartenza della Folgore con Mhadhbi che attraversa tutta la metà campo avversaria e conclude con un potente esterno destro che pizzica il palo alla sinistra di Reggiani. Al 19’ un disimpegno frettoloso della difesa giallonera regala la possibilità della battuta a rete di Malivojevic il cui tiro termina di poco sul fondo. Il gioco comunque rimane in mano ai ragazzi di Dall’Asta che al 22’ sfiorano il gol con un sinistro di Capitani deviato in angolo da Lanzotti, dopo una bella azione di un Mezgour che svaria su tutto l’arco offensivo. Al 24’ un’altra azione avvolgente della Piccardo porta nuovamente al cross Mezgour che pesca Capitani in mezzo all’area il quale cerca il tocco smarcante anziché la conclusione al volo e la palla si spegne sul fondo. Con l’andare dei minuti la partita si fa più equilibrata e il gioco ristagna a centrocampo, al 42’ un altro disimpegno non ottimale della difesa giallonera libera al tiro Agrillo che impegna in una splendida parata Reggiani. Al 45’ forse l’azione più bella del primo tempo: Musiari filtrante in area per Lusoli che di tacco libera Capitani all’altezza del dischetto del rigore il cui tiro centrale costringe Lanzotti alla difficile deviazione di piede in angolo. Ripresa avara di emozioni causa anche la girandola di sostituzioni ed il caldo estivo. Da registrare al 47’ un tiro di Musiari di poco alto dopo una ribattuta da calcio d’angolo. Al 10’ una bella imbucata di Santurro pesca Attolini fuori dall’area il cui tiro impegna il portiere in una parata bassa in corner. Al 22’ una bella apertura di Musiari pesca Guareschi libero sul versante di sinistra, il tiro incrociato dell’11 giallonero termina sul fondo. La partita va lentamente scemando sino al 31’ quando Onwuachi su una palla persa a centrocampo si presenta a tu per tu con Reggiani che con un prodigioso intervento respinge la minaccia in angolo. Ultima emozione di una gara che termina sul risultato di 0 a 0 che sancisce ‘uscita di entrambe le squadre dalla Coppa Italia.


PICCARDO TRAVERSETOLO      2 - 2      BAGNOLESE

 

Marcatori 44’ Zampino(B); p.t. 5’Attolini rig. (P), 20’ Silipo(B), 43’ Gueye (P); s.t.

 

Piccardo : Reggiani, Mingi Tomo (45’Sanà), Bottioni, Santurro, Fornaciari (45’Gueje), Candio, Fava (60’Zavaroni) Musiori, Metzguor, Attolini (60’Mihani), Capitani (70’Guareschi)

 

Bagnolese: Auregli, Capiluppi (82’Lascia), Aly, Verna (45’Covili), Oliomarini, Cocconi, Silipo, Ardy Nana, Faye, Zampino (74’Arcari), Redonis.


Arbitro: Daniele Benevelli da Modena.

Assistenti: MarioCapasso e Roberta Russo da Piacenza

 

CRONACA DELLA PARTITA

L’esordio stagionale nella nuova categoria della Piccardo Traversetolo avviene nella secondagiornata del primo turno di Coppa Italia, che si disputa sul sintetico di Langhiranoper dare il tempo di ultimare le migliorie apportate sul manto erboso del campo di casa.

Al 4-3-3 di Mister Dall’Asta la Bagnolese risponde con un 4-1-2-1-2. L’inizio della partita vede i ragazzi del Piccardo un pò contrattati andare in difficoltà sul giro palla degli avversari che sfruttano bene la posizione fra le linee di Faye che al 6’ serve un ottimo pallone a Zampino il quale dopo essersi leggermente defilato tira verso la porta impegnando Reggiani in una pregevole parata. Con il passare del tempo il Piccardo prende le misure al possesso palla avversario, ma rimane abbastanza sterile in fase offensiva. Fase offensiva affidata esclusivamente a lanci lunghi per Metzguor che pur lottando come un leone su ogni palla rimane troppo isolato per poter organizzare pericoli alla porta avversaria. Con il passare dei minuti la partita si fa sempre più equilibrata e il Piccardo sembra acquistare via via fiducia, al 17’ dopo un pressing ben congegnato Fava ha la possibilità di puntare la difesa avversaria ma anziché tirare prova il passaggio smarcante per Metzguor che viene intercettato dalla difesa avversaria. Al 26’ un’altra palla recuperata in pressing porta Bottioni ad una entusiasmante galoppata sulla sinistra, dopo aver portato palla il terzino si ritrova ingabbiato e saggiamente decide di aspettare i rinforzi dando così il via ad un bel giro palla che da sinistra porta l’azione a concludersi dal lato opposto con un illuminantepassaggio filtrante di Fornaciari per Fava, cui tiro si spegne sul fondo. Il primo tempo si fa sempre più equilibrato e per buona parte del proseguio  le fasi difensive delle due squadre non concedono nulla agli attacchi. Nel Piccardo sembra funzionare molto bene la catena di sinistra, attenta in fase difensiva e propositiva in fase offensiva, mentre sembra essere imprecisa e un po’ ballerina la catena di destra, e se in attacco Metzguor calamita ogni pallone costringendo spesso gli avversari al raddoppio della marcatura (se non al fallo) in difesa la coppia centrale sembra infondere sicurezza a tutto il reparto non sbagliando praticamente nulla.

Al 42’ un’ altra bella azione del Piccardo, scaturita da una rimessa laterale, e sempre prodotta dalla catena di sinistra porta al cross Musiari, la palla del numero 8 è ben calibrata all’interno dell’area all’altezza del secondo palo dove Fava in scivolata manca l’impatto col pallone per un niente. Nell’azione seguente i ragazzi del Piccardo paiono distratti, forse già con la testa all’intervallo, e lasciano un facile fraseggio sulla propria trequarti agli avversari, la palla arriva a Silipo che totalmente indisturbato ha tutto il tempo di dosare un passaggio che taglia in diagonale la difesa del Piccardo e trova smarcato Zampino che trafigge Reggiani.

Prima dello scadere del primo tempo la Piccardo prova l’immediata reazione con un calcio d’angolo che dopo un batti e ribatti porta al tiro Santurro, il quale in precario equilibrio non riesce a girare con sufficiente potenza verso la porta avversaria permettendo al portiere avversario una comoda parata.

Il secondo tempo inizia con il Piccardo che sembra essere frastornato dallo svantaggio subito allo scadere di tempo e con gli ospiti che provano immediatamente ad approfittarne. Al 4’una serie di indecisioni regala alla Bagnolese un corner sugli sviluppi del quale Zampino ha la possibilità di tirare a botta sicura da distanza ravvicinata ma per fortuna dei padroni di casa la sua conclusione si spegne alta sopra la traversa. La dura legge del calcio che recita “gol sbagliato gol subito” è valida in tutte le categorie e ad ogni latitudine, così sul capovolgimento di fronte Sanà (subentrato ad inizio ripresa) lancia sulla corsia di destra Metzguor, che di slancio supera gli avversari entra in area e aspetta che l’ingenuità di Cocconi si materializzi sulle sue caviglie. Rigore ineccepibile che Attolini trasforma spiazzando il portiere. Raggiunto il pareggio i padroni di casa trovano coraggio e iniziano a giocare meglio, preferendo azioni più elaborate e a palla a terra anziché affidarsi solo ai lanci lunghi. Questo anche per merito dell’ingresso di Gueje che oltre a padroneggiare di testa in mezzo al campo (limitando di molto i rifornimenti per Faye) dimostra di saper smistare il gioco con sapienza. E così al nono minuto una bella azione manovrata porta Capitanialla conclusione che impegna Auregli ad una difficile parata. Con la girandola delle sostituzioni mister Dall’Asta arretra la posizione di Metzguor, che ora ha più raggio d’azione e al 10’ prova la gran botta da fuori che però termina alta.

Gli ospiti sembrano faticare a ritrovare le combinazioni del primo tempo e riescono a rendersi pericolosi solo su calcio da fermo, come nel caso del calcio d’angolo che al 17’ minuto vede nuovamente Zampino calciare da buona posizione verso la porta di Reggiani, ma anche in questo caso la conclusione termina alta.

Purtroppo per il Piccardocome già accaduto nel primo tempo è una ingenuità a dare agli ospiti l’occasione del gol, un maldestro disimpegno difensivo si conclude con Reggiani che rinvia sui piedi di Silipo che da un metro fuori dall’area trafigge con un rasoterra preciso il portiere giallonero.

La reazione del Piccardo è quella di una squadra che non ci sta a perdere, e che cerca la via del pareggio senza farsi prendere dalla frenesia, cercando il gioco. Così al 27’ una bella triangolazione sulla sinistra porta Musiarial tiro appena dentro l’area di rigore, tiro che finisce di poco oltre la traversa. Metzguor continua a svariare sul fronte d’attacco agendo da trequartista e al 33’ esplode un bolide dalla distanza che costringe il portiere avversario alla deviazione in angolo.

La volontà dei ragazzi di Dall’Asta di raggiungere il pareggio viene premiata proprio nella battute conclusive. Al 43’ Sana  fa partire un lancio sulla trequarti avversaria, Metzguor facendo il balzo del predatore gira la palla di testa per premiare l’inserimento di Gueye, il quale allungando la poderosa falcata anticipa l’intervento del neoentrato Laschaper involarsi verso l’area avversaria, qui con eleganza felina dribblanello stretto Oliomarini e di sinistro calcia un rasoterra che s’infila nell’angolo alla sinistra del portiere avversario.

Due a Due e complessivamente un buon esordio stagionale contro una squadra che daanni milita da protagonista nella categoria Eccellenza.

via Delia 1, 43029 Traversetolo (PR) - P.IVA: 02805210347