CAMPIONATO REGIONALE JUNIORES 2018/2019

13^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


L’ultima di andata ci porta nuovamente in quel di Reggio Emilia, per affrontare la Falk Galileo.

Partita insidiosa contro un avversario quarto in classifica e da giocare su un campo estremamente allentato, in pessime condizioni, dove ogni controllo e ogni giocata a terra risulterà quasi impossibile.

Partono bene i nostri ragazzi e già al 3° minuto passano in vantaggio, ottima iniziativa di Orlandini sulla sinistra che entrato in area serve un comodo assist per Capra che arriva puntuale: 1-0.

Dopo cinque minuti Bonini entra in area e conclude a rete, il portiere ribatte sui piedi di Orlandini che incredibilmente manca il raddoppio.

Gol sbagliato, gol subito, recita una delle leggi del calcio.

I locali infatti reagiscono con veemenza e sfruttando un’azione di contropiede giungono al pareggio con Bezzecchi, abile a ribadire in rete una respinta di Enrico Bonini su tiro di Ciarlone.

I locali insistono e su azione di angolo Aouni mette alto di testa sopra la traversa. I nostri ragazzi si ricompattano e riprendono in mano il filo del gioco. Si fanno ancora pericolosi al 32° quando una paurosa mischia davanti al portiere della Falk, incredibilmente non porta al gol. L’appuntamento è rimandato di qualche minuto. Una punizione sulla tre quarti battuta velocemente e con astuzia dai nostri, mette Orlandini davanti al portiere. Tiro e gol! Prima della chiusura della prima frazione i nostri potrebbero chiudere ma le belle conclusioni dal limite di Bonini prima, e di Orlandini poi, non sono fortunate.

La ripresa vede ancora la nostra Juniores cercare di chiudere il conto.

Al 55° una bella punizione dalla distanza di Orlandini è deviata in angolo dal portiere avversario.

Dopodichè la partita si trascina senza azioni di nota fino alla mezz’ora quando Bonini dopo aver rubato palla sulla tre quarti, salta un paio di avversari e deposita nel sacco. 3-1!

Partita chiusa? Nemmeno per sogno! Una disattenzione mette in condizioni Ciarlone, al 36°, di arrivare comodo su un pallone in apparenza non pericoloso. Ma l’attaccante avversario vede il nostro portiere troppo avanzato e lo beffa con un pallonetto. 3-2 e partita riaperta, con la Falk che cerca il pareggio senza successo, grazie anche ad una provvidenziale intervento di Enrico Bonini, che si riscatta dall’errore precedente, uscendo sui piedi di un avversario lanciato a rete.

Tre punti fondamentali che ci consentono di accorciare il distacco dalla coppia di testa, in attesa dell’esito del recupero di martedì sera tra Montecchio e Castelnovese.

Ora guardiamo con fiducia al girone di ritorno, dove i ragazzi daranno tutto per raggiungere la qualificazione.

 



12^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Grande rammarico per il pareggio contro il Basilicastello. Grande rammarico perché era l’occasione per confermarsi dopo tre vittorie consecutive e continuare l’inseguimento alla coppia di testa.

Grande rammarico perché il divario tecnico tra le due squadre in teoria è ampio.

Tuttavia il Basilicastello è sceso in campo sul sintetico di Langhirano (per l’occasione nostro campo di casa… il quinto in questa stagione) intenzionato a vendere cara la pelle e ha messo particolare grinta e determinazione. Ogni avversario che ci affronta lo fa con particolari stimoli, e questo i nostri ragazzi lo devono capire velocemente, perché questo rende pericolose tutte le squadre a prescindere dalla loro classifica e dal loro tasso tecnico. Serve sempre la massima concentrazione e cattiveria agonistica. La partita si mostra subito più equilibrata del previsto, nonostante i nostri ragazzi abbiano più di un’occasione per passare in vantaggio, ma un po’ per indecisione un po’ per sfortuna il gol non arriva. Vanno molto vicino al vantaggio gli ospiti su azione d’angolo, salvataggio sulla linea.

L’arbitro sorvola su un intervento dubbio su Avella, e sorvola soprattutto sul netto atterramento in area che subisce Bonini alla mezz’ora. Poco male, perché finalmente al 35° dopo una bella zione manovrata la palla giunge a Capra. Stop e e tiro: 1-0! Partita finalmente sbloccata. Ma neanche il tempo di esultare che un minuto dopo, in contropiede (sic!) il veloce centravanti avversario beffa i nostri centrali e segna il gol del pareggio. 1-1 e tutto da rifare. Ancora Piga su azione di angolo e Orlandini su punizione hanno l’occasione per il raddoppio. Ma evidentemente non è giornata.

Nella ripresa Mister Melli modifica leggermente l’assetto, con l’inserimento di Bandaogo e Truffelli.

I primi 15 minuti di pressione costante danno i loro frutti, prima quando l’arbitro sorvola ancora su un atterramento ai danni di Orlandini e poi quando su azione di angolo Bonini è svelto a insaccare la rete del vantaggio. Ma ancora una volta il Basilicastello non demorde. Cinque minuti dopo il centravanti avversario prende velocità e dalla distanza lascia partire un tiro non irresistibile, che però si insacca alle spalle di Enrico Bonini. I nostri non ci stanno e si gettano alla ricerca della vittoria. Su puniizone dal limite al 68° Bandaogo svetta di testa ma il portiere avversario si oppone alla grande. Al 72° ci prova senza fortuna Truffelli, il cui tiro dalla distanza scheggia il palo. Al 77° Genitoni, autore di una buona prestazione, crossa in area ma la conclusione di testa viene ancora una volta deviata dal portiere avversario. All’80° Bonini entra in area dalla sinistra e mette palla all’indietro per l’accorrente Bandaogo. La conclusione a colpo sicuro finisce però alta. Ancora Bonini in mischia, Spagnoli e Truffelli si rendono pericolosi, ma oggi la fortuna guarda altrove. Con la squadra sbilanciata in avanti il Basilica cerca la vittoria. Ma Enrico Bonini si oppone in uscita.

Pareggio che brucia. Ora dovremo fare quadrato e fare bottino pieno nelle ultime due gare che ci separano dal 2019. Ancora nulla è compromesso in ottica qualificazione, ma lo spazio per gli errori ora è veramente ridotto al minimo.



11^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Continua l’inseguimento della Juniores alla coppia fuggitiva Felino – Castelnovese.

Nessuno perde colpi anche all’undicesima giornata. Ma la Piccardo è in un buon momento e siamo fiduciosi pere il prosieguo del torneo.

A Reggio Emilia, contro una formazione che fino a quel momento aveva capitalizzato 10 punti su 12 in casa i nostri ragazzi mettono subito in chiaro le cose, scendendo in campo determinati a raccogliere l’intera posta. Dopo un brivido al 3° minuto per un disimpegno sbagliato che mette

il n. 10 avversario nelle condizioni di concludere a rete, già al 6° Capra è sveglio e veloce a intercettare una rimessa errata del portiere avversario, entra in area e insacca.

Una curiosità al 16°: Bandaogo perde un contrasto!!!! … evento raro!

Al 26° la Piccardo raddoppia: Capra entra in arrea dalla sinistra e serve Truffelli a centro area che segna il gol del 2-0. Al 40° il centrocampo riconquista palla e lancia Capra verso la porta per il 3-0 che chiude la prima frazione e chiude di fatto il match. Poco da segnalare nel secondo tempo, oltre alla solita girandola delle sostituzioni e al controllo totale della patrita da parte dei nostri. Controllo che produce la quarta rete al 62° con Mihani. All’87° un po’ di rilassamento e disattenzione portano al gol della bandiera per la Virtus Libertas, messo a segno da Palladini.

Prossimo impegno con il Basilicastello. Prosegue l’inseguimento. Non si molla 1 mm.!!


10^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Per la 10^ di andata i nostri Juniores ospitano il Real Val Baganza, altro derby pedemontano, altra partita che presenta delle insidie; non ultima la non disponibilità del campo principale del Tesauri.

Il campo di dimensioni inferiori non avvantaggia la nostra squadra che sicuramente conta su un tasso tecnico più elevato.

I nostri iniziano a un buon ritmo e approcciano bene la partita, creando alcune occasioni su cross alti, ma prima Zavaroni e poi Bergamaschi mancano di poco il gol. Al 16° si affaccia dalle parti della nostra porta il Real V.B. con un pericoloso cross che attraversa l’area. E’ il preludio al gol ospite al 20°, quando Corvino lasciato colpevolmente solo insacca alle spalle di Enrico Bonini. La reazione dei nostri c’è ma non incisiva come servirebbe e dopo alcune occasioni si arriva al 41° quando Manici ha un’ottima occasione di testa su calcio d’angolo, ma il portiere avversario para.

 

Nella ripresa i nostri ragazzi entrano con il piglio di chi si vuole riprendere la partita in mano e nei primi 10 minuti il predominio è netto ma non produce occasioni clamorose. Al 58° Mihani entra in area di forza e appoggia all’indietro per l’accorrente Matteo Bonini che di destro fulmina il portiere avversario. 1-1 e palla al centro! I nostri insistono e raccolgono al 65° il frutto dei loro sforzi. Avella si invola verso la porta e tira a incrociare: il portire ribatte ma Capra è svelto a ribadire in rete. Il Real V.B. non ha la forza di reagire se non con una pericolosa punizione di Corvino. Sono ancora i nostri ad andare due volte in gol ma l’arbitro annulla in entrambi i casi. Ma all’86° arriva il gol della sicurezza ancora con Capra.

 

Vittoria e tre punti importanti, ottenuti soffrendo, con cattiveria e voglia, nonostante l’avvio in salita.

Dovremo continuare così, perché la davanti non mollano e solo vincendo potremo approfittare degli scontri diretti e degli eventuali passi falsi dei nostri antagonisti.

Ma con la voglia e la mentalità dimostrata oggi nulla è precluso.



9^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


La Juniores, costretta dal maltempo ad emigrare sul sintetico di Collecchio, riceve il Viadana.

La classifica dice che la differenza di valori è notevole e la partita lo conferma nei fatti.

Netto il predominio, al di là del punteggio, ed enorme il divario tecnico.

Da registrare il rientro di Orlandini, il cui apporto in fase realizzativa si è fatto sentire.

Poco da registrare se non il lunco elenco dei gol.

La Piccardo passa in vantaggio al 6° minuto con una bella punizione di Orlandini. Lo stesso Orlandini raddoppia dopo due minuti con un tiro da fuori area. Le azioni della Piccardo si susseguono, interrotte solo da un’azione del Viadana, malamente sprecata da Siliprandi.

Alla mezz’ora azione personale di Varotti che dopo aver saltato diversi avversari e anche il portiere ormai a porta vuota incespica e spreca. Gol sbagliato, gol subito, recita un vecchio adagio.

E così la Piccardo colpisce altre tre volte in rapida successione. Manici, Piga e Truffelli, mettono a segno tre reti nel giro di sei minuti. Ancora al 40° una sfortunata deviazione del n. 19 avversario, porta alla sesta marcatura. La ripresa è pur a accademia, nonostante si apra subito con il gol della bandiera del Viadana. Varotti è lesto ad approfittare di un incomprensione nel pa nostro pacchetto arretrato. I nostri riprendono a macinare gioco. Intorno al quarto d’ora della ripresa prima Truffelli e poi Orlandini portano il punteggio sull 8-1. Orlandini esce e si porta a casa il pallone. La partita si trascina fino al 70° quando Mihani realizza su rigore il gol del 9-1. Ancora Truffelli alla mezz’ora della ripresa (altro pallone da portare a casa….). Chiude le marcature Kebe, lesto a finalizzare una caparbia azione di Sana, imbeccato da Bonini.

Si volta pagina e sabato si affronta il Real Val Baganza, per continuare l’inseguimento alla coppia di testa che, nel frattempo, non sbaglia un colpo.



8^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Il turno infrasettimanale vede la nostra juniores ospite del Bibbiano San Polo.

Il campo è in ottime condizioni nonostante le abbondanti piogge del giorno precedente

e il clima umido, ma non freddo.

Diciamo subito che si è trattato di una partita ostica, difficile e molto combattuta soprattutto nella zona centrale del campo.

Il Bibbiano è aggressivo, corre molto e cerca di chiudere tutti gli spazi e per un quarto d’ora la palla staziona più o meno sempre nella zona centrale. Al 15° Bonini entra in area dalla sx e mette all’indietro un ottimo pallone che nessuno però segue. Subito dopo una combinazione Manici – Capra, libera lo stesso Manici ma il portiere è in anticipo. Al 20° contropiede avversario, ma il tiro di Chierici è alto. Ancora qualche azione da una parte e dall’altra ma nessun pericolo fino alla fine del primo tempo. Nel secondo tempo con l’ingresso di Avella e Spagnoli, la squadra sembra più vivave e per una buona parte aumenta la pressione sull’avversario che però resiste caparbiamente. Le migliori occasioni capitano sulla testa di Avella (alto su corner) e della coppia Benelli-Truffelli (che non trovano il tempo giusto per concludere). Il Bibbiano però si riprende e si fa pericoloso in più occasioni. Le parate di Enrico Bonini mantengono sulla parità il punteggio.

Che dire. Sicuramente il Bibbiano è una delle migliori squadre affrontate, forse la migliore dopo, o con, il Felino e il pareggio può starci. Tuttavia i nostri ragazzi possono e devono fare qualcosa in più se vogliono tentare di accedere alla fase finale. Ora il duo di testa è a quattro punti. Nulla è compromesso ma dovremo migliorare in intensità e qualità. Forza ragazzi. Non si molla 1 mm.



7^ GIORNATA

 

CRONACA DELLA PARTITA


La Juniores, a caccia delle due capolista, ospita al Tesauri il Montecchio, per la 7^ giornata di andata.

Sempre in attesa del rientro di capitan Spagnoli, la squadra si schiera in campo con un 4-2-3-1.

Il Montecchio fin dalle prime battute appare assai poco arrendevole, ed è aggressivo in tutte le zone del campo, tanto che al 5° si rendono pericolosi, ma la conclusione è alta. La Piccardo riprende campo e convinzione ed al 9° Mihani non concretizza l’imbucata di Fava. L’appuntamento con il gol è però rimandato di un minuto, quando lo stesso Mihani mette in rete una palla difesa caparbiamente da Manici.. Al 14° la Piccardo raddoppia con Manici pescato in profondità da Truffelli. Pallonetto e rete! Sembrerebbe tutto facile, ma non è così, il Montecchio non molla e al 19° su punizione si rende ancora pericoloso. Il pericolo viene soprattutto dal dinamismo del numero10 ospite, Ganassi, che i due centrocampisti arretrati della Piccardo faticano a intercettare. Tuttavia la superiorità tecnica dei nostri ragazzi ha la meglio ancora una volta.

Al 40° arriva il terzo gol, ancora con Manici. La reazione degli avversari produce un tiro del centravanti avversario che Enrico Bonini devia in angolo. In recupero ci sarebbe l’opportunità del 4° gol, ma dopo una mischia incredibile la palla esce a lato. Nella ripresa il Mister ridisegna la squadra inserendo Bandaogo e schierando la squadra con un 4-3-3. La squadra risulta più equilibrata nella gestione del centrocampo e controlla la partita che si trascina senza grandi patemi ed emozioni fino al 40° della ripresa quando Mihani fissa il punteggio finale sul 4-0.

Al di là del risultato positivo, prestazione non esaltante (ma concreta) dei nostri ragazzi, in parte condizionata da un po’ di nervosismo che aleggiava in campo soprattutto nel primo tempo.

Ma ora subito la testa alla trasferta di Bibbiano, contro la temibile compagine locale. Dovremo provare a fare bottino pieno per mantenere il passo delle prime.

Castelnovese e Felino, là davanti non perdono un colpo.

Forza ragazzi, non si molla 1 mm.

 



6^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Dopo due pareggi nelle ultime partite i Nostri affrontano la trasferta a Borgotaro contro la Valtarese.

Potrebbero esserci alcune insidie, tra le quali un campo che non consente fraseggi precisi e la solita “grinta” delle squadre borghigiane. Invece la partita prende velocemente la piega giusta e già al 4° minuto Capra entra in area dopo un corner battuto corto e fulmina il portiere avversario. Le azioni fioccano e il predominio è netto, tanto che al 19° Avella lanciato a rete dopo un break sulla tre-quarti non fallisce e raddoppia. Alla mezz’ora è Bandaogo che su corner porta a tre le reti per la Piccardo. La prima frazione si chiude con il quarto gol siglato da Capra, tra le proteste dei locali che avevano un uomo a terra.

Nella ripresa la Valtarese sembra un po’ rinfrancata, ma dopo 11 minuti è Manici, subentrato a Capra, a segnare per la Piccardo il gol del 5-0. Entra Mihani al posto di Avella e segna una tripletta, con reti al 62°, 65° e 88°. Mihani si porta quindi a casa il pallone e, soprattutto, si sblocca dal punto di vista realizzativo.

Tutto facile verrebbe da dire, ma solo in apparenza. La squadra ha approcciato benissimo la partita, con la giusta convinzione e cattiveria e ha dominato la patrita, nel gioco e nel punteggio.

Ora ci attende un trittico di gare, visto che martedì 30/10 è in programma un’infrasettimanale, dove cercheremo di conquistare l’intera posta, con l’obbiettivo di riguadagnare la testa della classifica.



5^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Finalmente si torna a casa, al Tesauri, nostro fortino.

Quale migliore occasione per cercare di raccogliere l’intera posta in palio contro la capolista Castelnovese Meletolese.

I ragazzi ce l’hanno messa tutta ma, nonostante il netto predominio della partita, raccolgono solo un pareggio. Avrebbero meritato di più ma le tante occasioni sprecate, la sfortuna, impediscono alla squadra di raccogliere quanto meritato, puniti al primo errore.

Ma veniamo alla cronaca. Assenti capitan Spagnoli che sta recuperando dall’infortunio e il suo degno vice Benelli, reduce da virus influenzale, Mister Melli vara un 4-3-3 aggressivo.

La squadra disputa un ottimo primo tempo. Dopo una prima fase di studio al 13° è Noto che mette al centro un cross pericoloso, sventato dal portiere avversario. Al 17° calcio d’angolo sul quale Bergamaschi trova il tempo giusto per colpire di testa ma la conclusione esce alta. Le azioni si susseguono ma la squadra non riesce a concretizzare. Alla mezz’ora un’azione di Capra sulla destra mette Capitani a tu per tu con il portiere ma la conclusione non è fortunata. Si arriva quindi al 38° quando su corner derivante da una conclusione di Capitani deviata in angolo, Bandaogo insacca di testa. Al 40° si affacciano per la prima volta gli avversari nella nostra metà campo con un timido tentativo di rovesciata che finisce alto. Si va al riposo sul risultato di 1-0 e la squadra in netto controllo. La ripresa inizia con tre nette occasioni da gol fallite. Quando non concretizzi e non chiudi la partita accade che al primo errore l’avversario ti punisce. Al 13° da una palla persa sulla trequarti avversaria gli ospiti tentano un lancio lungo per Diallo che approfitta di una serie di circostanze e di errori per depositare fortunosamente (per loro!) in rete. Un vero pareggio beffa! I nostri tentano di riprendere il vantaggio ma prima Bandaogo in mischia ed Avella con un palo clamoroso a portiere battuto, non trovano la rete. Nonostante la pressione la Castelnovese resiste fino alla fine.

Pareggio ingiusto che ci penalizza e che ci lascia al quarto posto in classifica, a due punti dalla coppia Felino – Meletolese, e ad un punto dalla Falk Galileo.

Nulla è compromesso, ma già da sabato prossimo a Borgotaro dovremo ritrovare la vittoria in attesa degli scontri diretti tra le prime della classifica per tornare in alto.

Speriamo anche che la fortuna cominci anche a guardare un po’ dalla nostra parte.

Forza ragazzi.



4^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


I derbies pedemontani con il Felino non sono mai partite banali, e anche stavolta le attese non sono andate tradite. La quarta di andata mette di fronte due delle capolista, due compagini che ambiscono ad accedere alla fase finale. La partita è molto sentita per l’antica rivalità sportiva e nello specifico perché entrambe le squadre sono alla ricerca della supremazia nel girone. Giornata umida con un po’ di pioggia. Il clima è ideale per giocare a calcio. La partita è bella e combattura, con capovolgimenti di fronte continui. Al 4° minuto calcio d’angolo per la Piccardo. Sugli sviluppi Orlandini conclude pericolosamente, ma alto! Riparte il Felino con un pericoloso contropiede concluso a lato da Ghirardi. All’11° Zena tira a colpo di sicuro, ma un difensore salva sulla linea di porta; ancora una volta riparte veloce il Felino e Benelli è bravo a salvare in extremis. Al 15° Bonini si libera sulla destra e conclude di sinistro, ma la conclusione è debole e Delle Cavce neutralizza. Si susseguono le occasioni. Thei spara a lato una punizione dai 20 metri. Poi è Truffelli per la Piccardo a concludere a lato su azione d’angolo. Ancora Ghirardi per il Felino conclude a lato e sul ribaltamento di fronte, Zena mette i brividi al Felino con una conclusione di testa su cross di Avella. Affiora parecchio nervosismo tra le fila del Felino, sia in panchina che in campo. L’arbitro espelle il n. 8, ammonisce altri tre giocatori ed espelle uno dei tecnici in panchina. In questo clima si va al riposo, clima che l’esagerata animosità dei tifosi locali sugli spalti esaspera maggiormente. Come consuetudine i nostri ragazzi rientrano decisi a risolvere la partita. Già al 47° su servizio di Orlandini, Bonini M. spreca una facile occasione. Ma due minuti dopo è Avella a mettere in rete dopo una bella azione sulla sinistra di Orlandini. Al 55°, come da ordini di scuderia, la squadra deve rinunciare al centrale difensivo Sana, autore fino a quel punto di un’ottima prova e il mister è costretto a ridisegnare l’assetto difensivo.

Entra anche Fava che al primo intervento viene ammonito. La sanzione sembra eccessiva. Dopo un minuto lo stesso Fava commette fallo in area. Seconda ammonizione, espulsione e rigore! Zanichelli trasforma e si ristabiliscono così parita numerica e parità nel punteggio. Peccato per Fava la cui partita è durata due minuti e che non meritava tanta severità da parte dell’arbitro. La squadra ha un piccolo sbandamento, causato dal nuovo assetto che giocoforza deve assumere per l’uscita prima di Sana e per l’espulsione di Fava poi. Del momento difficile approfitta il Felino al 62° che in contropiede realizza con Palermo il gol del vantaggio locale. I nostri non si perdono d’animo. Mister Melli inserisce forze fresche a centrocampo e in attacco. La pressione della Piccardo è premiata al 75° quando Avella mette in rete la punizione calciata da Orlandini. All’89° Orlandini su punizione chiama Delle Cave ad un intervento difficile e decisivo; la successiva ripartenza del Felino potrebbe essere letale ma fortunatamente la conclusione è alta. A questo punto le squadre sono stanche e paghe del risultato e badano a portare a casa il prezioso punto. La squadra si è espressa bene nelle difficoltà, ha dimostrato carattere e soprattutto ha fatto capire di essere pienamente in corsa ed accreditata per il passaggio alla fase finale. Peccato tanto nervosismo in campo e anche sugli spalti, da parte dei locali che speravano nella vittoria in casa. Sabato prossimo, speriamo finalmente tra le mura amiche del Tesauri, ospiteremo la capolista Castelnovese Meletolese, dalla difesa ancora imbattuta, con l’obbiettivo di agguantare il primo posto nel girone.  Forza ragazzi e ricodate…… NON SI MOLLA 1 MM. !!!!



3^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


La terza giornata di campionato propone come avversaria la compagine collecchiese de Il Cervo. Si gioca ancora sul vecchio campo Don Bosco, causa il forzato esilio per la manutenzione del “Tesauri”, sul quale si spera di rientrare tra 15 giorni per la sfida casalinga con la Castelnovese Meletolese. Ma veniamo alla cronaca. Il caldo, sebbene in leggero calo rispetto all’esordio, la fa ancora da padrone ed i ritmi non sono certo indiavolati. Il predominio territoriale tuttavia c’è e si concretizza quando Mihani viene atterrato in area al 14°. Rigore, che Zena trasforma abilmente.

Due minuti dopo Mihani devia un tiro dal limite di Truffelli: gol annullato per dubbio fuorigioco. La squadra domina e si presenta per ben tre volte a tu per tu con il portiere avversario, ma Bonini e Mihani non riescono a realizzare il gol del raddoppio. Al 24° la sola occasione del Cervo, con una conclusione dal limite che Enrico Bonini è abile a deviare in corner. Si va al riposo sul risultato di 1-0, con il rammarico per le occasioni gettate al vento e la consapevolezza di non essersi espressi al meglio delle proprie potenzialità. Purtroppo il capitano Spagnoli deve abbandonare il match causa infortunio. I migliori auguri a Simone per una pronta ripresa. Mister Melli ridisegna la difesa quindi, inserendo Piga al centro a far coppia con Sula e spostando Benelli sull’out sinistro, e sprona i ragazzi ad una maggiore incisività, intensità e precisione. Come già alla prima giornata, nel secondo tempo i ragazzi si esprimono meglio, aumentando ritmi e predominio territoriale. Al 62° Avella, subentrato a Mihani, salta un paio di avversari sulla sx e porge a Kebe (a sua volta subentrato a Zena) il pallone per il raddoppio. 2-0 e game over. Prosegue la girandola delle sostituzione da entrambe le parti e la partite si trascina alla fine, senza troppe emozioni, nonostante un assedio alla porta del Cervo negli ultimi 10-15 minuti, alla ricerca del risultato tondo. Ottimo l’arbitraggio. La nostra Juniores incassa quindi altri tre punti che le consentono di mantenere la vetta, in coabitazione con il Felino e con la Castelnovese. Le prossime due giornate ci diranno qualcosa di più sulle reali ambizioni della nostra squadra, che dovrà affrontare in sequenza entrambe le compagini. Prima il Felino in trasferta e poi la Castelnovese in casa. Speriamo finalmente tra le mura amiche del Tesauri, nostro fortino, dove la squadra si trova sicuramente più a suo agio. Per ora ci godiamo il primo posto e ci accingiamo a preparare al meglio la trasferta di Felino dove ci sarà da combattere e soffrire.

Ma come sempre, non si molla 1 mm.!!!



2^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Secondo impegno in campionato per la nostra Juniores, ospite a Langhirano al cospetto di una compagine infarcita di “ex” e vogliosa di riscattarsi dalla sconfitta subita al Memorial Chiari. Le velleità locali si smorzano già al primo minuto di gioco quando Bergamaschi approfitta di una mischia in area per insaccare alle spalle di Corradi.

Al 6° minuto Bonini si inserisce da destra e viene atterrato, probabilmente in area. L’arbitro concede punizione dal limite e Orlandini insacca. Sul 2-0 la squadra insiste e crea altre occasioni. Ben due volte Mihani si presenta solo davanti al portiere ma spreca banalmente. Al 25° è Spagnoli che tenta la conclusione dalla distanza, ma la palla esce a lato. La Langhiranese tenta di reagire e al 36°, in mischia ottiene un calcio di rigore. Enrico Bonini neutralizza il tiro dal dischetto di Monica con un ottimo riflesso. La Piccardo riprende a macinare gioco. Ancora Capra solo davanti al portiere non concretizza una ghiotta occasione per chiudere il match. Allo scadere della prima frazione ci pensa Avella di forza a chiudere la pratica. 3-0 A risultato praticamente acquisito inizia, da una parte e dall’altra, la girandola delle sostituzioni. Non cambia però il tema tattico della gara, con il dominio territoriale dei nostri ragazzi. Al 6° minuto iniziativa di Bonini sulla sinistra che serve Orlandini: palo clamoroso! Lo stesso Orlandini si rifà al 12° insaccando su azione di calcio d’angolo. Al 20° una pericolosa punizione della Langhiranese viene neutralizzata in angolo da E. Bonini. La Langhiranese è ancora pericolosa al 35° con un colpo di testa di Adjemon su una punizione spiovente in area. Un minuto dopo l’arbitro concede un rigore alla Langhiranese che definire generoso è decisamente riduttivo. Ma niente paura: Bonini ipnotizza Laqraa (ex di turno) che spara alto. “Gol sbagliato, gol subito,” recita un vecchio ma veritiero adagio, e infatti al 40° su punizione dalla trequarti di Truffelli, è lesto Zena a liberarsi e insaccare di testa. Al 44° c’è ancora il tempo per una sgroppata di Zena sulla sinistra, che offre e Manici un comodo pallone per il 6-0 finale. Partita sostanzialmente corretta, dominata e già indirizzata dopo pochi minuti di gioco, con la Piccardo che però a continuato a giocare e creare occasioni. Dato importante è la casella dei gol subiti, ancora ferma sullo zero.

Ora il prossimo turno casalingo vedrà ospiti, per l’esordio stagionale al Tesauri, la compagine collecchiese de Il Cervo, reduce da un 7-1 casalingo e quindi da affrontare con la massima concentrazione. Avanti così e... non si molla 1 mm!



1^ GIORNATA

CRONACA DELLA PARTITA


Dopo la splendida cavalcata della passata stagione che ha portato alla conquista del Titolo Regionale, riparte il campionato Juniores. Archiviata la vittoria nel Memorial Chiari, continua il lavoro di Mister Melli per plasmare la “nuova creatura”, inserendo i tanti ragazzi nuovi che sono entrati a far parte della squadra.  

La prima giornata mette di fronte i nostri ragazzi alla pericolosa e rinnovata compagine del Carignano, incontrata solo pochi giorni prima nella vittoriosa finale del Torneo Memorial Chiari.

Si gioca sul vecchio campo Don Bosco, per la temporanea indisponibilità del Tesauri, con un clima particolarmente caldo e umido, che ha inevitabilmente influito sui ritmi di gioco.

Il primo tempo è praticamente un monologo della Piccardo che però non riesce a concretizzare la maggiore mole di gioco. Il Carignano risponde solo con lanci lunghi che sono sempre preda della nostra retroguardia. Tuttavia un po’ per imprecisione, un po’ per mancanza di cattiveria, la squadra non concretizza nonostante i tentativi di Orlandini e di Capra. Al 30° l’occasione più: ghiotta: Manici crossa al centro, Orlandini a colpo sicuro mette però alto sulla traversa. Ancora Capra dopo tre minuti non centra il bersaglio. Il Carignano prova a replicare su calcio di punizione, ma la conclusione si perde a lato. 

Il riposo giova ai nostri ragazzi che escono dagli spogliatoi rinfrancati e con nuove energie.

Al 3° Avella e Mihani, nuovi entrati, confezionano una buona combinazione che mette Avella davanti al portiere, ma la conclusione è alta. Un minuto dopo è Bonini che dal limite mette alto sulla traversa. Da un disimpegno errato del Carignano nasce il gol partita. Capra è svelto e caparbio ad infilarsi tra le maglie arancioni e mette alle spalle di Basoni.

Il Carignano accenna una reazione, ma la conclusione viene messa in angolo da Enrico Bonini.

Al 20° Mihani viene atterrato in area. Rigore sacrosanto che però Capra si fa parare.

Al 35° azione di Zena sulla destra: la conclusione si stampa clamorosamente sul palo opposto.

Nel finale il Carignano cerca di pareggiare i conti, senza mai però essere pericoloso. 

La squadra raccoglie i primi tre punti al termine di una prestazione non esaltante, condizionata dal clima, e un po’ anche dalla tensione dell’esordio. 

Naturalmente c’è da lavorare, ma fiducia nelle qualità di tutti, e ottimismo non mancano. 

Prossima gara sul difficile campo della Langhiranese. Altro derby pedemontano!  


via Delia 1, 43029 Traversetolo (PR) - P.IVA: 02805210347